Mobile

Dilaga la selfie-mania, genitori contagiati dai selfie.

Quando mamma e papà imitano le pose della figlia!!!

Lanciato nel 1839 dall’americano Robert Cornelius, considerato il pioniere della fotografia il selfie ben presto ha invaso tutto il mondo. 730 i milioni di autoscatto ogni anno, oltre un milione al giorno in tutto il mondo. Questi i numeri del selfie-mania, una tendenza che in così poco tempo ha contagiato tutti, proprio tutti. Come non ricordare quello del calciatore Francesco Totti che dopo un gol avvenuto durante il derby d’andata immortalò il momento con un simpatico autoscatto, o perché no quelli di Michelle Obama in occasione della sua visita in Italia, o per meglio dire quelli di Samantha Cristoforetti dalla Stazione Internazionale.

Semplice narcisismo, sta di fatto che la moda dell’autoscatto piace proprio a tutti, grandi e piccini. Ha davvero dell’Incredibile la storia che arriva dal Connecticut e che vede una coppia di genitori prendere scherzosamente (ma no proprio!) in giro la loro figlia adolescente Emily.

Stanchi di vederla ritratta sempre in pose ammiccanti, sguardi languidi e baci stucchevoli hanno pensato ad un nuovo modo di farglielo capire: semplicemente imitandola. Armati, così, di telefono cellulare e pronti con occhiali da sole, lingue di fuori e berrettini, i signori Musson prendendo spunto dalle foto della loro adorata figlioletta ne hanno scattate delle proprie.

Inutile il commento della figlia che in un tweet ha spiegato come i genitori fossero sotto effetto di qualche droga. Il risultato, neanche a dirlo, è stato davvero esilarante portando il blog della ragazza a milioni di visualizzazioni.

L’unica cosa davvero importante è accendere il proprio smartphone e dare libero sfogo alla proria creatività…magari ridendoci su!

genitori contagiati dai selfie
genitori contagiati dai selfie – ormai si mettono in posa meglio dei figli.

Francesca Capitelli

Mi chiamo Francesca Capitelli e sono nata a Santa Maria Capua Vetere il 05/07/1991. Ho sempre amato scrivere ed infatti ho collaborato con vari Blog e giornali, tra quali quello della scuola.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close