Posticipo interessante all’Olimpico. È la serata di Roma-Fiorentina.

Roma Fiorentina febbraio 2017

Si chiude stasera la ventitreesima giornata di serie A con il posticipo tra Roma e Fiorentina.

I giallorossi giungono a quest’appuntamento con la ferrea volontà di cancellare l’ultimo ko subito in campionato, in quel di Marassi, contro la Sampdoria. I capitolini occupano attualmente il terzo posto in classifica a quota quarantasette, ad un solo punto di distanza dal Napoli secondo. In casa, la banda di Spalletti, ha ottenuto dieci vittorie su altrettanti incontri di campionato ed anche stasera vorrà fare in modo di rendere inespugnabile il proprio fortino. La Fiorentina, invece, giunge alla Capitale da settima forza del torneo con trentasette punti in cascina. I viola sono reduci da cinque risultati utili consecutivi, ovvero tre vittorie e due pareggi che hanno donato una rinnovata autostima e verve al gruppo guidato da Paulo Sousa. Lontano dal Franchi, i gigliati hanno conquistato sedici punti, frutto di cinque vittorie, un pareggio e cinque ko. Durante la consueta conferenza stampa della vigilia, il tecnico dei giallorossi, Luciano Spalletti, ha sollevato la questione riguardante lo stadio nuovo. A suo avviso un impianto moderno e all’avanguardia sia una priorità per il club di Pallotta e per il comune della città, che donerebbe nuovo lustro e maggior prestigio per quanto concerne lo sport nella Capitale. Il tecnico di Certaldo, ha poi aggiunto, che spetterà ai vertici dirigenziali giallorossi relazionarsi con il sindaco Virginia Raggi per poter dar vita ad un progetto ambizioso che possa proiettare la Roma tra i top club a livello europeo.

Un’altra problematica da risolvere è quella riguardante le barriere protettive posizionate in curva, oggetto del contendere da parte degli ultras biancocelesti e giallorossi, che negli ultimi anni hanno regalato uno scenario al più desolante in occasioni delle gare interne all’Olimpico. Secondo Spalletti, se si vorrà tornare ad ammirare gente allo stadio bisognerà assolutamente porre rimedio a tale questione per evitare una irreparabile emorragia di spettatori. Per quanto concerne la gara con la Fiorentina, l’allenatore giallorosso esprime parole di elogio nei confronti della compagine guidata da Paulo Sousa. A suo avviso i toscani esprimono un calcio efficace e ben organizzato, potendo annoverare tra le propria fila calciatori di spessore e dal futuro raggiante quali Bernardeschi e Chiesa. Inoltre, non lesina apprezzamenti nei confronti di Borja Valero, anche se smentisce un corteggiamento nei suoi riguardi, in quanto tale atteggiamento rischierebbe di svilire coloro che sono attualmente presenti nella rosa romanista, composta da calciatori altamente validi al pari dello spagnolo. Sul discorso riguardante gli infortunati, invece, Spalletti afferma che Florenzi sia tornato a lavorare sul campo e a breve sarà nuovamente abile e arruolabile, Juan Jesus  è stato recuperato mentre Perotti non sarà disponibile per il match contro la Viola.

Paulo Sousa, invece, mira a compiere un colpaccio all’Olimpico. A suo giudizio la squadra è uscita rafforzata dal mercato di gennaio, con l’innesto di Saponara che donerà fantasia e qualità sulla trequarti. Il tecnico lusitano ha fiducia nei confronti dei suoi uomini ed è entusiasta del trend intrapreso, ammirando un gruppo in salute e rigenerato dal punto di vista psicologico. Gli ultimi risultati positivi hanno galvanizzato l’ambiente attorno la squadra, lanciando un monito d’avvertimento ai propri avversari, mettendo nel mirino una costante scalata in classifica al fine di raggiungere posizioni di maggior prestigio. L’allenatore portoghese dovrà fare a meno di Kalinic, ancora alle prese con un problema al ginocchio e di Saponara. Al posto dell’attaccante croato verrà schierato Babacar. Per quanto riguarda le probabili formazioni, Spalletti si affiderà, molto probabilmente, al “3-4-2-1” con Szczesny tra i pali, linea di difesa a tre composta da Rudiger, Fazio e Manolas. A centrocampo sarà confermata la coppia centrale formata da De Rossi e Strootman, mentre lungo le corsie esterne fiducia ad Emerson e Bruno Peres. Sulla trequarti El Shaarawy e Nainggolan avranno il compito di supportare la punta centrale Dzeko. Paulo Sousa dovrebbe rispondere  utilizzando il modulo a specchio con il ritorno di Tatarusanu in porta. Sanchez, Gonzalo Rodriguez ed Astori in difesa.

A metà campo Chiesa e Maxi Olivera agiranno sulle fasce, mentre la mediana sarà presidiata da Vecino e Badelj. Borja Valero e Bernardeschi agiranno alle spalle dell’unica punta Babacar. L’arbitro del match sarà il signor Massimiliano Irrati della sezione di Pistoia. Sfida d’alta classifica all’Olimpico con i padroni di casa intenti a superare il Napoli, tornando ad essere la maggiore antagonista della Juventus, mentre i viola non vorranno interrompere questo trend positivo, conquistando un risultato di prestigio laddove, fino ad ora, nessuna compagine né in campionato, né in Europa League e né in coppa Italia sia riuscita a trionfare.

Autore

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

X