Calcio

La Fiorentina supera con merito e slancio l’Udinese. Al Franchi termina 3-0 per i viola.

Fiorentina Udinese 3 0 Valero Babacar Bernardeschi
Federico Bernardeschi, il numero 10 della Fiorentina del 2016/17.

Banco di prova superato per la Fiorentina. I viola surclassano l’Udinese con un ineccepibile 3-0, nell’anticipo del sabato valevole per la ventiquattresima giornata di serie A, cancellando, così, l’ultimo amaro ko, rimediato nel turno precedente, contro la Roma.

La banda di Paulo Sousa sale al settimo posto con quaranta punti all’attivo, agganciando momentaneamente il Milan e portandosi, almeno per una sera, a soli due punti di distanza da Inter e Atalanta, entrambe coinvolte in piena lotta per agguantare un posto per la prossima edizione di Europa League. Per i gigliati prosegue l’ottimo ruolino di marcia interno con sei vittorie e sei pareggi conquistati al Franchi, terreno di gioco inespugnabile per Bernardeschi & company. Per l’Udinese, invece, giunge l’undicesima sconfitta stagionale, la sesta lontana dalla Dacia Arena che inchioda i ragazzi di Delneri all’undicesimo gradino con ventinove punti all’attivo. La gara inizia con una Fiorentina arrembante grazie a Babacar che esplode un tiro, dall’interno dell’area, che chiama all’intervento Karnezis. I friulani pungono poco in avanti e sono proprio i viola a portarsi in vantaggio al 41’ con Bernardeschi che lascia partire dalla distanza una conclusione che si stampa clamorosamente sulla traversa, la palla torna in campo e Borja Valero mostra un’eccelsa abilità nel stopparla per poi estrarre dal cilindro un tiro angolato che non lascia scampo all’estremo difensore greco. Per il centrocampista spagnolo si tratta del primo centro in campionato e i padroni di casa chiudono la prima frazione di gioco con un prezioso 1-0.

Nella ripresa, il sussulto iniziale è firmato da Duvan Zapata che riceve dalla destra un assist da parte di De Paul, l’attaccante colombiano svetta di testa ma è reattivo Tatarusanu nel respingere la sfera a ridosso della linea di porta. I padroni di casa crescono d’intensità e al 62’ trovano il bis. Borja Valero serve in avanti Babacar, il quale da fuori area, si libera della marcatura di Felipe per poi esplodere una conclusione, che complice una deviazione fortuita con la schiena di Samir, termina la sua corsa dietro le spalle di un incolpevole Karnezis. Raddoppio viola e per l’attaccante senegalese ecco giungere il quinto centro in campionato.

A seguire, il neo entrato Kalinic, subentrato a Babacar al 67’, si rende pericoloso con una girata all’interno dell’area ma tale tentativo pungente viene murato dalla retroguardia friulana Prove tecniche per il goal che avviene all’80’ dagli sviluppi di un calcio di punizione. Alla battuta va Bernardeschi ma la traiettoria della palla viene respinta, all’interno dell’area, con un tocco di braccio volontario da parte di Fofana. Per il direttore di gara Mariani non ci sono dubbi e decreta il penalty a favore dei viola, oltre ad estrarre il cartellino giallo nei confronti del centrocampista francese. Dal dischetto si presenta lo stesso Bernardeschi che con freddezza e precisione spiazza Karnezis, siglando il suo decimo goal in questo torneo. Tre a zero per i gigliati e scorrono definitivamente i titoli di coda sul match. Al triplice fischio finale, il tecnico viola, Paulo Sousa, ha espresso parole positive nei confronti della sua squadra. A suo avviso i viola hanno disputato una buona prestazione, mettendo alle corde un avversario ben organizzato e duro da affrontare come lo è l’Udinese. Secondo il tecnico lusitano bisogna assolutamente migliorare l’approccio in trasferta, cercando di ripetere, anche lontano dal Franchi, quanto di buono siano riusciti a compiere, fino ad ora, in casa. In merito alle prestazioni dei singoli, l’allenatore portoghese esprime un giudizio positivo nei confronti di Babacar, lottatore all’interno dell’area avversaria e con uno spiccato senso del goal. A suo avviso l’attaccante senegalese potrà ancora migliorare tantissimo, diventando in futuro una punta di primissimo livello.

Così come non disdegna apprezzamenti nei riguardi di Bernardeschi, sempre più punto di riferimento e gioiello all’interno della rosa viola. Luigi Delneri ,invece, non commenta in maniera negativa la debacle dei friulani al cospetto della Fiorentina. A suo avviso l’Udinese ha tentato di arginare nel migliore dei modi la spinta propulsiva dei padroni di casa, concedendo ben poco per quanto riguarda le occasioni da rete. Resta il rammarico per il ko subito ma il tecnico natio di Aquileia, aggiunge, che l’obiettivo della compagine bianconera sia quella di togliersi delle soddisfazioni nell’arco di questa stagione, senza mirare obiettivi prestigiosi, quali possano essere un piazzamento per l’ Europa League. Per il tecnico dei friulani, fino a questo momento, il campionato disputato dai suoi ragazzi rispecchia a pieno quanto richiesto dalla società, motivo per cui non occorre disperarsi per questo tonfo rimediato al Franchi. Infine esprime parole positive nei confronti di Jankto, definendolo un calciatore che, pur essendo giovane, dimostri costantemente una spiccata personalità, che abbinata alle sue qualità, gli permetterà di diventare, nei prossimi anni, un centrocampista ambito dai migliori club europei.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close