Calcio

L’Inter affronta il Torino con l’obiettivo di fare passi da gigante per la zona Champions.

Si apre quest’oggi, alle ore 18, il sipario sulla ventinovesima giornata di serie A. Le prime a scendere in campo saranno Torino ed Inter, in un anticipo del sabato dai molteplici spunti interessanti.

I nerazzurri giungono in Piemonte, dall’alto del quinto posto in classifica a quota cinquantaquattro. La banda guidata da Stefano Pioli è reduce da due vittorie consecutive, in cui ha messo a segno ben dodici goal, subendone solo due. Lontano da San Siro, Icardi e compagni hanno inanellato sette successi, un pareggio e sei ko ed oggi pomeriggio vorranno migliorare ulteriormente tale score, conquistando l’intera posta in palio. Come dichiarato, durante la consueta conferenza stampa della vigilia, tenutasi nel primo pomeriggio di giovedì, il tecnico emiliano ha affermato di essere molto soddisfatto dell’andamento della sua squadra. I nerazzurri stanno dimostrando un’elevata compattezza, mista ad una spiccata organizzazione di gioco.

La vittoria rimediata contro l’Atalanta, non è stata affatto casuale, ma è figlia del duro lavoro settimanale e delle elevate motivazioni, al fine di giungere il più in alto in classifica. Appaiono oramai lontani i tempi di un’Inter sbiadita e confusionaria con l’olandese De Boer in sella. Ad oggi, la compagine nerazzurra, sta sciorinando un calcio efficace, in cui spicca la vena realizzativa di Icardi, la propositività di Banega, la spinta di Candreva e il dinamismo tattico di Gagliardini, elementi che stanno fornendo un contributo di primissimo piano in questa escalation targata Pioli. L’ex allenatore biancoceleste, ha poi aggiunto, che occorrerà conquistare più di ottanta punti per tentare di arrivare terzi, in quanto le prime della classe stiano mantenendo un ritmo di tutto rispetto, motivo per cui starle dietro non è affatto facile. Il Toro, invece, si presenta a quest’appuntamento occupando il decimo posto in classifica a quota trentanove. Gli uomini di Sinisa Mihajlovic sono reduci dall’ultimo ko rimediato in trasferta con la Lazio, mentre tra le mura amiche sono ben otto i trionfi, oltre ai quattro pareggi ed una sola sconfitta, giunta in occasione del derby della Mole con la Juventus. Il tecnico serbo ha chiesto ai suoi calciatori una prova di carattere, per potersi godere la sosta senza particolari assilli. Sinisa non ha lesinato elogi nei confronti di Belotti, in testa alla classifica marcatori con ventidue centri realizzati, dichiarando che sia molto più cinico e spietato sotto porta rispetto a Icardi, che insegue il “gallo” in questa speciale graduatoria dei bomber, con venti goal all’attivo. L’allenatore granata si augura una prestazione maiuscola da parte della sua squadra, che cancelli la performance sbiadita messa in scena all’Olimpico, nel turno precedente.

Poi per quanto riguarda il resto della rosa, giudica positivamente i miglioramenti evidenziati da Maxi Lopez, non escludendo che in futuro possa essere schierato titolare dal primo minuto. Per quanto concerne le probabili formazioni, il Toro dovrebbe scendere in campo  con il “4-3-3” affidandosi ad Hart tra i pali, i centrali difensivi saranno Rossettini e Moretti. Lungo le corsie esterne fiducia a Zappacosta e Molinaro. A metà campo spazio al trio Benassi, Lukic, Baselli, mentre in attacco Iago Falque e Ljajic agiranno ai lati della punta centrale Belotti. Pioli risponderà, molto presumibilmente, con il collaudato “4-2-3-1” rinnovando la fiducia agli undici scesi in campo nelle ultime due gare disputate. In porta ci sarà Handanovic, mentre in difesa il duo centrale sarà formato da Medel e Miranda. Le corsie esterne saranno presidiate da D’Ambrosio e Ansaldi. Sulla mediana fiducia a Gagliardini e Kondogbia, mentre sulla trequarti agiranno Perisic, Banega e Candreva a supporto di Icardi, punta di riferimento.

L’arbitro designato per dirigere il match è il signor Banti della sezione di Livorno. C’è grande attesa per quest’anticipo che preannuncia goal ed emozioni. Da una parte c’e’ una squadra, il Torino, che vorrà chiudere questo mese di marzo, prima della sosta per le nazionali, con un successo corroborante, mentre dall’altro vi è un’Inter galvanizzata dagli ultimi risultati positivi, che oramai ha messo nel mirino ambiziose posizioni di classifica. Sarà la sfida incrociata tra i due bomber della serie A, Belotti contro Icardi, il “gallo” contro il capitano argentino, un duello dal profumo di goal, un duello sensazionale e all’ultimo colpo.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de’ Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e’ la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close