Calcio

Mihajlovic ritrova lungo il cammino, il suo ex amore: la Sampdoria.

Torino Sampdoria 29 Aprile 2017
Mihajlovic nelle vesti di allenatore del Torino

Sfida interessante tra due squadre votate all’attacco che di sicuro non si risparmieranno, quella in programma  questa sera, alle ore 20:45, nell’anticipo del sabato valevole per la trentaquattresima giornata di serie A.

Torino e Sampdoria si affronteranno con lo scopo di migliorare l’attuale posizione di classifica, rendendo ancor più entusiasmante il proprio finale di stagione. I granata sono attualmente noni con quarantotto punti all’attivo. La banda guidata da Sinisa Mihajlovic è reduce da cinque risultati utili consecutivi, frutto di due vittorie e tre pareggi. L’ultimo successo ottenuto al “Grande Torino” risale allo scorso 5 marzo in occasione del 3-1 rifilato al Palermo. La Sampdoria, invece, decima a quota quarantacinque, vorrà cancellare l’ultimo ko subito tra le mura amiche, domenica scorsa, con il Crotone. I blucerchiati lontano da Marassi hanno totalizzato quattro successi, quattro pareggi ed otto sconfitte ed hanno tutta l’intenzione di migliorare tale score. Durante la consueta conferenza stampa della vigilia, il tecnico serbo dei granata ha espresso parole di stima nei confronti del suo ex club. A suo giudizio la Sampdoria rappresenti un pezzo importante del suo cuore, avendo respirato l’aria blucerchiata sia nelle vesti di calciatore che di allenatore.  A suo avviso, Massimo Ferrero, è un presidente eccezionale, al pari di Moratti, altro uomo di calcio a cui Sinisa sia molto legato. Per quanto riguarda la gara contro i doriani, il tecnico del Toro afferma che l’obiettivo della sua squadra, da qui al termine del campionato, sarà quello di vincere più partite possibili, per chiudere la stagione a ridosso delle compagini approdate in Europa. Mihajlovic non vuol sentir parlare di derby, ma focalizza tutta l’attenzione sulla sfida di stasera. Molto probabilmente risparmierà uno tra Castan e Moretti dal primo minuto, così come Benassi non sarà titolare a causa delle sue non perfette condizioni fisiche.

Confermato Baselli sulla mediana, l’ex tecnico tra le altre di Milan e Bologna, aggiunge che molto presumibilmente riconfermerà come modulo tattico il “4-2-3-1” che ha destato un’ottima impressione nelle ultime apparizioni. Effettuando una riflessione su come sia stato l’andamento in questa stagione, l’allenatore serbo afferma che il Torino avrebbe potuto fare di più. In alcune gare ha perso l’occasione di dimostrare a pieno il suo valore, altrimenti ora staremo parlando di una compagine in piena lotta per un posto in Europa League. Da Bogliasco, Marco Giampaolo attende con ansia la sfida con i granata. Secondo il tecnico abruzzese i doriani vorranno chiudere in maniera brillante questo campionato, sommariamente soddisfacente, mettendo fiato sul collo proprio ai piemontesi, posizionati davanti in classifica. L’allenatore blucerchiato è ben consapevole della forza dell’avversario, che può annoverare come punta centrale Belotti, un attaccante dotato fisicamente che riesce a creare scompiglio ad ogni tipo di difesa, anche se l’ex tecnico dell’Empoli e della Cremonese nutra una spiccata fiducia sul duo centrale composto da Silvestre e Skriniar. Per quanto riguarda i calciatori assenti, Giampaolo annuncia che non faranno parte della trasferta di Torino né Viviano né Barreto, entrambi fermi per infortunio. Per quanto riguarda le probabili formazioni, Mihajlovic dovrebbe affidarsi nuovamente al “4-2-3-1” con Hart tra i pali, Zappacosta e Avelar lungo le corsie esterne,la coppia centrale di difesa sarà formata da Rossettini e Moretti. Sulla mediana spazio al duo Acquah-Baselli, mentre sulla trequarti agiranno Iago Falque, Ljajic e Boyè pronti ad innescare la punta centrale Belotti. Giampaolo risponderà con il consueto “4-3-1-2” affidandosi a Puggioni in porta, Bereszynski e Regini presidieranno le corsie esterne, centralmente fiducia a Silvestre e Skriniar.

A centrocampo spazio al trio composto da Linetty, Torreira e Praet, mentre Bruno Fernandes opererà sulla trequarti pronto a rifornire il duo d’attacco composto da Quagliarella e Schick. L’arbitro designato per dirigere il match è il signor Davide Massa della sezione di Imperia. Promette scintille la sfida del “Grande Torino” in cui si affronteranno due compagini senza particolari assilli di classifica che annoverano attaccanti dallo spiccato fiuto del goal. Ci sarà da divertirsi in un match tra squadre, che nella prossima stagione, vorranno rientrare nel novero di chi lotta per un posto in Europa.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close