Calcio

Ecco come la Juve si prepara per la finale di Coppa Italia 2017 contro la Lazio.

 Juve finale Coppa Italia 2017 contro la Lazio

Bianconeri concentrati sulla finale di coppa Italia.

Archiviata l’amara sconfitta in campionato contro la Roma, l’Olimpico sarà di nuovo teatro di una sfida sensazionale per la Vecchia Signora, che domani sera alle ore 21, affronterà la Lazio nella finalissima di coppa Italia. La Juventus è rimasta nella Capitale e in questi giorni si allenerà presso il centro sportivo dell’Acquacetosa messo a disposizione dal CONI. Massimiliano Allegri è stato chiaro, attraverso un tweet scritto nella tarda serata di domenica, in cui ribadiva che il ko contro i giallorossi non abbia prodotto nessuna preoccupazione particolare, anche se bisognerà avere le “orecchie dritte” in vista dei prossimi delicati impegni.

In queste settimane si è parlato spesso, forse a dismisura di “triplete”, ma ora per Higuain e compagni è giunto il momento di raccogliere quanto di straordinario compiuto in questa stagione. Il primo step sarà la finale di coppa Italia, per tentare di conquistare la terza di fila, stabilendo un record nel nostro Paese. L’avversario da affrontare non sarà certo dei più morbidi. La Lazio ha dimostrato, in quest’annata, di essere una squadra ben organizzata e guidata da un allenatore molto abile e preparato, qual è Simone Inzaghi. I capitolini vorranno rendere dura la vita ai bianconeri, affidandosi ai propri elementi di spicco. Tra l’altro i biancocelesti sanno bene come vincere questo trofeo, considerando che lo abbiano alzato al cielo per sei volte.

A seguire, la Vecchia Signora, potrà concentrarsi sul Crotone,delicatissima sfida dello Stadium, in programma domenica 21 maggio alle ore 15, in cui conterà solo vincere, per ipotecare definitivamente il trentacinquesimo scudetto per il club di corso Galileo Ferraris. Il sesto consecutivo, il tricolore da record. I bianconeri non appaiono tesi né tantomeno scossi dalla sconfitta rimediata al cospetto di De Rossi e compagni. Come si evince dai tweet o dalle didascalie sulle foto postate su instagram, i calciatori juventini hanno tratto la rabbia agonistica necessaria per affrontare la Lazio con il giusto mordente al fine di conquistare il primo trofeo della stagione. Per quanto riguarda la probabile formazione che scenderà in campo, Allegri dovrà fare a meno dei lungodegenti Pjaca e Rugani, oltre a Pjanic squalificato. A centrocampo sarà assente anche Khedira, fermo ai box dopo l’infortunio muscolare subito durante la gara di ritorno della semifinale di Champions League con il Monaco.

La situazione dell’ex Real Madrid non preoccupa lo staff sanitario juventino che conta di recuperarlo in vista della finale del 3 giugno a Cardiff. Sicuro di una maglia da titolare sarà Claudio Marchisio, che ha superato brillantemente il problema fisico avvertito nelle ultime settimane, destando una buona impressione nei venti minuti finali della sfida contro la Roma, in cui Allegri lo ha schierato per testare le sue condizioni. In avanti verrà monitorato, tra oggi e domani, lo stato di forma di Mandzukic, che durante l’ultima gara di campionato ha ravvisato un fastidioso problema alla schiena. L’allenatore livornese spera di non dover fare a meno di lui in finale, considerando il suo prezioso apporto lungo la corsia di sinistra sia in fase d’attacco che di ripiegamento. In porta, invece, ci sarà Neto, titolare in coppa Italia.

La Vecchia Signora si appresta a vivere una cinque giorni entusiasmante, sperando che possa essere decisiva per inanellare due successi che possano fare da apripista in vista della finale di Champions. Come ripete spesso Massimiliano Allegri: “vincere aiuta a vincere”, motivo per cui i bianconeri dovranno scrollarsi di dosso quel pizzico di insoddisfazione derivante dagli ultimi risultati non propriamente positivi in campionato, per tornare al successo dimostrando massima concentrazione e una voglia spasmodica di rendere quest’annata indimenticabile.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close