Scienza

Cosa rispondere alla domanda: “Mi parli un po’ di lei”

Una studentessa di Harvard svela i segreti per una risposta perfetta alla domanda “mi parli un po’ di lei”.

Chiunque abbia sostenuto nella propria vita un colloquio di lavoro si è certamente sentito rivolgere, dopo i convenevoli iniziali, la richiesta: “bene, mi parli un po’ di lei“. Una richiesta semplice e piuttosto logica, dal momento che un’intervista di lavoro serve soprattutto a valutare quanto un candidato sia adatto ad uno specifico ruolo e, quindi, chi sia il candidato. Eppure spesso mette in difficoltà.

Anche Jessica Pointing, studentessa di fisica ed informatica ad Harvard, se l’è sentita ripetere spesso durante le numerose interviste di lavoro per Google, Apple, Facebook, Microsoft e via discorrendo.

Sul suo sito “the Optimize Guide“, Jessica condivide consigli per gli studenti. Tra questi, anche quelli riguardanti la miglior risposta possibile a questa richiesta.

“Devi già avere in mente la risposta” ha svelato la ragazza a Business Insider, “é quella che ti “eleva”. Oltretutto, spesso è la prima domanda che ti pongono, e la prima impressione conta.”

Quali sono secondo Jessica i segreti per una perfetta risposta alla domanda “allora, mi parli un po’ di lei”?

  • Inizia con una breve introduzione: come ti chiami, cosa stai studiando o quale è il tuo background.
  • Soffermati su alcuni punti salienti del tuo curriculum, senza però esagerare. Menziona i traguardi dei quali sei più fiero.
  • Parla brevemente delle motivazioni che ti spingono a voler lavorare per quella compagnia. Sii specifico riguardo al ruolo per il quale ti candidi e puntualizza quanto le tue competenze siano adeguate per quella mansione. Questo ricorderà all’intervistatore che sei un buon candidato per il posto.

Secondo Jessica, questi tre semplici punti ti permetteranno di arrivare preparato a qualsiasi colloquio: provare per credere!

Félida

Classe ’93. Mi piacciono arte, musica, libri e David Bowie. Respiro e scrivo.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close