MusicaTesti CanzoniVideo Musicali

Bjork e l’abito Gucci in “The Gate”: guarda il video del nuovo singolo

Il nuovo video the “The Gate” di Bjork è davvero uno spettacolo di musica, luci e colori. Per le riprese l’artista ha indossato un vestito creato da Gucci

Non si può certo dire che i video di Bjork non siano esteticamente perfetti e spettacolari. Non è da meno il video di “The Gate”, il nuovo singolo che anticipa l’uscita dell’album “Utopia”. La data di uscita dell’album non è stata ancora rivelata, ma godiamoci questo primo assaggio.

Il video di “The Gate” di Bjork

Secondo quanto dichiarato dal regista del video, Andrew Thomas Huang “The Gate è una dichiarazione di speranza cantata da una donna rifratta e ricomposta in un’entità luminosa”. Il video ha inizio con la stessa Bjork che suona un flauto, mentre in un luogo senza tempo, strane forme si muovono nell’aria. La musica prende man mano forma, e dall’inizo del cantato, Bjork appare come un’entità luminosa, che raccoglie luce dentro di sé e l’irradia verso l’esterno.

Il nuovo singolo di Bjork è, ancora una volta, una piccola opera d’arte, dove diviene difficile separare la musica dall’immagine e viceversa. Un gioco ipnotico di luci e colori, in un gioco prismatico molto coinvolgente.

L’abito firmato Gucci

Un abito senza precedenti, realizzato con pvc iridescente ed organza di lurex lavorata plissé da Gucci. Bjork non è nuova a stravaganze del genere, ma questa volta si tratta di un vero e proprio capolavoro, realizzato con 550 ore di lavoro per la creazione del modello e altre 320 ore per i ricami. Il risultato è davvero stupefacente, con pieghe cangianti che riflettono la luce creando un effetto arcobaleno continuo. Un sogno ad occhi aperti.

Il testo di “The Gate”

My healed chest wound
Transformed into a gate
Where I receive love from
Where I give love from
Where I receive love from
Where I give love from

And I care for you
Care for you
I care for you
Care for you
Care for you
Care for you
I care for you
Care for you

Split into many parts
Splattered light beams into prisms
That will reunite if you
Care for me
Care for me
If you care for me
Care for me
Care for me
And then I’ll care for you
Care for you
I care for you
Care for you
I care for you
Care for you
Care for you
Care for you

Didn’t used to be so needy
Just more broken than normal
Proud self-sufficiency
My silhouette is oval
It is a gate I can
Care for you
Care for you from

I can care for you
Care for you
I care for you
Care for you
I care for you
Care for you
I care for you
Care for you

You care for me
Care for me
Care for you

Valentina Addesso

Amo vivere e scrivere per il cinema, la musica e le serie tv. Scrivere è per me un bisogno primario, come leggere, viaggiare e circondarmi di gatti.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close