Calcio

Dichiarazioni di Suso in vista della sfida con la Juventus: ” Mi accontenterei anche di un pareggio”.

Suso in conferenza stampa: “ Con la Juventus mi accontenterei di un pareggio”

Aria di resurrezione in casa rossonera. Il Milan, dopo aver travolto per 1-4 il Chievo, torna a riassaporare il profumo della vittoria, issandosi a quota sedici in classifica, occupando l’ottavo posto, interrompendo così il trend poco edificante di tre sconfitte e un pareggio nelle ultime quattro gare di campionato disputate. I rossoneri, rispetto alle precedenti uscite, hanno palesato una spiccata organizzazione di gioco e soprattutto un atteggiamento di gran lunga più propositivo e feroce, proprio di chi vuol smentire i giudizi negativi espressi dalla critica e vuol salvare la panchina del tecnico Montella, sulla graticola sino al fischio d’inizio del match di mercoledì. Tra i protagonisti della serata del “Bentegodi” vi è stato Suso, autore del goal che ha spezzato l’equilibrio e fautore dell’autorete di Cesar, oltre ad aver fornito un assist pregevole in occasione del definitivo 1-4 firmato da Kalinic.

Nella sfida contro i clivensi, l’attaccante spagnolo si è trovato a suo agio nel muoversi dietro l’unica punta, in questo caso il croato ex viola, svariando in movimenti a lui congeniali, trovando davanti a sé maggiori spazi. Suso, fresco di rinnovo contrattuale sino al 2022, sta vivendo una stagione davvero entusiasmante. Al momento è il miglior marcatore della squadra rossonera, in campionato, con quattro centri all’attivo, numeri altisonanti per uno dei pochi, della cosiddetta vecchia guardia, che non ha subito l’epurazione estiva messa in atto dal duo Fassone-Mirabelli. Montella crede molto in lui, nel suo estro, nella sua genialità, nei suo colpi sorprendenti in grado di mettere in affanno qualsiasi difesa avversaria. Nel frattempo, in vista del big match di domani pomeriggio, in programma alle ore 18, contro i campioni d’Italia in carica della Juventus, Suso ha presieduto una conferenza stampa, esprimendo il suo pensiero sulla situazione attuale in casa rossonera, non lesinando opinioni sulla sfida di prestigio che lo attende al cospetto di Buffon e compagni.

Questo un estratto delle dichiarazioni principali rilasciate dal numero otto del Milan: “Avevamo bisogno di una vittoria come quella col Chievo per prendere fiducia. Un po’ di preoccupazione c’era. Non abbiamo vinto le partite che dovevamo vincere ed era normale ci fosse. Rimonta Champions? E’ molto presto. Nel calcio cambia tutto molto velocemente. Dobbiamo vincere le partite come quelle contro Genoa e Sampdoria e pensare a noi stessi. Contro la Juventus dobbiamo far vedere che stiamo crescendo e che stiamo migliorando. Penso che loro siano più forti di noi, altrimenti gli saremmo davanti. Tutti vogliamo vincere sabato, ma un pareggio è il minimo. Se vinciamo torno a casa a piedi, abito a 50 metri da San Siro. Penso di aver iniziato a dimostrare lo scorso anno qualcosa. Quest’anno dobbiamo adattarci ai nuovi giocatori. Io sono contento, ma quello che ho fatto è il passato. Devo continuare così e provare a fare meglio. Ho rinnovato poco fa. Fassone non mi ha detto niente. Se mi voleva vendere me lo doveva dirmelo prima di firmare il rinnovo. Io penso a rimanere qui a lungo”.

 

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de’ Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e’ la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close