Calcio

Milan Juventus: prob. formazioni e dichiarazioni della vigilia dei due allenatori

E’ di scena il grande classico: alle 18 c’è Milan-Juventus

Parte con il botto l’undicesima giornata di serie A. Ad aprire i battenti, nell’anticipo delle ore 18, ci penseranno Milan e Juventus pronte a dar vita ad una sfida suggestiva, sensazionale e colma di spunti d’interesse. I rossoneri giungono a quest’appuntamento galvanizzati dall’importante e rigenerante successo ottenuto al “Bentegodi” contro il Chievo, lasciandosi dietro le spalle un periodo piuttosto negativo caratterizzato da tre sconfitte consecutive ed un pareggio. La banda guidata da Vincenzo Montella non ottiene i tre punti in palio tra le mura amiche dallo scorso 20 settembre, in occasione del 2-0 rifilato alla Spal, anche se avere la meglio nei confronti dei campioni d’Italia in carica sarà tutt’altro che semplice. Il Milan naviga a quota sedici in classifica, occupando l’ottavo posto, con la chiara sensazione di voler migliorare tale piazzamento per tornare a competere ad armi pari con le big del nostro torneo, lottando al fine di conquistare l’accesso alla prossima edizione della Champions League. I bianconeri, invece, si presenteranno a San Siro, forti del terzo posto in graduatoria, con venticinque punti all’attivo, ad una lunghezza dall’Inter seconda e a tre dal Napoli capolista. Inoltre la compagine allenata da Massimiliano Allegri può annoverare il miglior attacco del torneo con trentuno reti realizzate, anche se il reparto difensivo, con i dieci centri al passivo, non sembra essere più quel muro invalicabile per le squadre avversarie. La Vecchia Signora proviene da due successi di fila in campionato e vorrà proseguire lungo questo trend soddisfacente anche lontano dall’Allianz Stadium, dove fino ad ora, in A, non ha mai conosciuto il sapore della sconfitta.

Nel frattempo, nella giornata di ieri, i due allenatori, Montella e Allegri, non si sono sottratti dal rispondere alle domande dei giornalisti presenti in sala stampa. Queste le dichiarazioni principali rilasciate dall’”aeroplanino”, a ventiquattro ore dal big match con i bianconeri: “ Juventus? E’ una squadra che stimo moltissimo, vincente. Loro sanno gestire bene i momenti difficili e quelli positivi, tanto rispetto per loro. Sulla carta è una partita impari, perché loro arrivano da sei scudetti consecutivi e due finali di Champions League in tre anni. E’ la partita più importante degli ultimi 30 anni. Anche se negli ultimi anni noi non abbiamo potuto competere a quei livelli, c’è voglia di tornare in alto. La mia ambizione è di batterli, sarebbe ancora più bello farlo vista questa situazione di classifica”.

Dal quartier generale di Vinovo, ecco invece le parole pronunciate da Allegri nei confronti dei rivali rossoneri e sulle possibili scelte di formazioni da opporre all’undici di Montella: “Quest’anno i numeri delle prime sono migliori rispetto agli altri anni, il Napoli sta facendo delle cose straordinarie. Per il momento la differenza tra loro e noi sono i due rigori sbagliati da Dybala. Quest’anno il campionato finisce all’ultima giornata”. Per poi aggiungere: “Lo scorso anno a Milano abbiamo perso entrambe le partite, il Milan in questo momento è in ritardo di classifica, ma continuerà a lottare per le prime quattro posizioni. Pjaca è ancora fuori ma andrà a giocare con la Primavera, Benatia oggi farà un secondo esame per valutare l’entità dell’infortunio, Howedes sta recuperando, per il resto sono tutti a disposizione. Devo ancora decidere chi giocherà a centrocampo”.

Per quanto concerne le probabili formazioni, l’allenatore dei rossoneri potrebbe confermare il 3-4-2-1 visto all’opera con il Chievo, affidandosi a Gianluigi Donnarumma in porta, linea di difesa a tre con Zapata, Romagnoli e Ricardo Rodriguez. Lungo le corsie esterne fiducia a Borini e Abate, mentre centralmente sulla mediana agiranno Kessiè e Biglia. Suso e Calhanoglu, in fase di possesso, si muoveranno sulla trequarti a supporto della punta centrale Kalinic. Allegri risponderà, invece, con il consolidato 4-2-3-1 con il ritorno di Buffon tra i pali, Barzagli e Chiellini tandem centrale di difesa, mentre lungo le fasce agiranno Lichtsteiner e Alex Sandro. Sulla mediana spazio al duo Pjanic-Khedira,  invece per quanto riguarda la trequarti Cuadrado, Dybala e il rientrante dalla squalifica Mandzukic, si muoveranno alle spalle del “pipita” Higuain. L’arbitro designato per dirigere la sfida di San Siro è il signor Paolo Valeri della sezione di Roma.

 

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de’ Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e’ la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close