Calcio

Champions League: Analisi di tutte le partite giocate

L’Atletico non va oltre il pari con il Qarabag. PSG scoppiettante

Il martedì di Champions League ci regala il successo prestigioso della Roma sul Chelsea, così come il trionfo roboante, ma per molti aspetti preventivabile, del Paris Saint Germain ai danni dell’Anderlecht. Vince anche il Bayern Monaco in casa del Celtic, mentre non va oltre l’1-1 l’Atletico Madrid nei confronti del Qarabag, mettendo seriamente a rischio il passaggio del turno agli ottavi di finale.

Nel girone D, ossia quello della Juventus, detto del pareggio per 1-1 tra i bianconeri e lo Sporting Lisbona, termina in parità anche il confronto tra l’Olympiacos e il Barcellona. Al “Karaiskakis Stadium” il match non si schioda dallo 0-0, producendo tale effetto in classifica: in testa vi sono i blaugrana con dieci punti all’attivo, segue la Juventus a sette, a quota quattro troviamo lo Sporting Lisbona, chiude il raggruppamento l’Olympiacos con un punto in cascina.

Nel girone C la Roma travolge il Chelsea con un ineccepibile 3-0, mentre al “Wanda Metropolitano” i  padroni di casa dell’Atletico vengono fermati dagli azeri del Qarabag sull’1-1. A passare in vantaggio sono proprio gli ospiti, al 40’, con un colpo di testa dello spagnolo Michel, su cross dalla bandierina calciato da Guerrier. Nella ripresa, al 56’, Thomas estrae dal cilindro un tiro ottimamente calibrato, dalla distanza, che si insacca sotto il sette. Dopo quattro giornate disputate, la classifica vede in testa la Roma con otto punti all’attivo, seguono Chelsea ed Atletico Madrid, rispettivamente a quota sette e tre, chiude il Qarabag a due.

Nel girone B, invece, giungono i primi verdetti ufficiali della serata, ossia Paris Saint Germain e Bayern Monaco sono qualificati aritmeticamente agli ottavi di finale. I parigini surclassano il malcapitato Anderlecht con un roboante 5-0. Ad aprire le danze ci pensa Verratti, al 30’, spedendo in rete un comodo assist, dall’interno dell’area, di Mbappé. Al quinto minuto di recupero della prima frazione di gioco è Neymar a raddoppiare con una conclusione a giro dal limite. Nella ripresa si scatena Kurzawa, autore di una tripletta indimenticabile, messa a segno al 52’, al 72’ su assist di Dani Alves, ed infine al 78’ attraverso un diagonale propiziato dal passaggio decisivo di Di Maria. Al “Celtic Park” gioisce il Bayern Monaco guidato da Jupp Heynckes. Al 22’ su lancio in profondità del portiere Ulreich, è Coman a superare nell’uno contro uno l’estremo difensore degli scozzesi, Gordon, per poi spedire la palla in rete. Nel secondo tempo, al 74’, è Mc Gregor su assist al bacio di Forrest a pareggiare i conti, ma tre minuti più tardi, al 77’, su cross dalla sinistra di Alaba, ci pensa Javi Martinez, di testa, a siglare il definitivo sorpasso.  Come precedentemente detto, il Paris Saint Germain al comando con dodici punti e il Bayern Monaco, secondo, a quota nove strappano il pass per l’accesso agli ottavi di Champions League. Restano indietro il Celtic con tre punti e l’Anderlecht a quota zero, con il poco edificante score di zero reti siglate e ben quindi subite che la ergono a ruolo di “cenerentola” in questa competizione.

Nel gruppo A sorridono Manchester United e CSKA Mosca. I Red Devils sono ad un passo dalla matematica qualificazione al turno successivo, dopo il 2-0 rifilato ai danni del Benfica. Gli uomini di Mourinho, dopo aver fallito un penalty, al 15’, da Martial, passano in vantaggio al tramonto della prima frazione di gioco, al 45’, con un tiro di Matic che si stampa sul palo, per poi colpire la schiena del portiere avversario, Svilar, ed insaccarsi in rete. Sfortunato il giovane portiere del club portoghese, autore di un goffo intervento decisivo nel match d’andata, ora bissato con tale autogoal. Nella ripresa, il raddoppio giunge al 78’ dagli undici metri. Questa volta è Blind a non sbagliare.  Al “St. Jakob-Park” di Basilea, il CSKA Mosca si impone, in rimonta, per 1-2. A passare in avanti nel punteggio sono  gli elvetici con Zuffi al 32’. Nel secondo tempo prima il neo entrato Dzagoev al 65’ e poi Wernbloom al 79’ regalano un prezioso successo alla compagine guidata da Viktor Goncharenko. Nel girone A consolida la leadership il Manchester United issandosi a quota dodici, seguono a braccetto Basilea e CSKA Mosca con sei punti, chiude mestamente il Benfica a zero.

 

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de’ Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e’ la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close