Wonder Channel

Ernia: pubblicato il repack “Come uccidere un usignolo/67”

Ernia, uno dei rapper emergenti più apprezzati, si presenta al grande pubblico con il repack Come uccidere un usignolo/67. Si tratta di un cofanetto composto da 2 cd e un totale di 16 canzoni, che ospita grandi nomi della scena rap, come Guè Pequeno nel brano Disgusting. Un lavoro pieno di nuovi contenuti che ripropone in edizione speciale l’album d’esordio, Come uccidere un usignolo, composto da otto tracce, pubblicato in formato digitale lo scorso 2 giugno. Oltre ai brani già pubblicati, Ernia presenta otto brani completamente inediti, per conquistare il suo posto nella scena musicale italiana diventando uno dei grandi nomi del rap del futuro.

Ad accompagnare il rapper milanese in questa ascesa non è solo il solito Guè Pequeno, alla terza collaborazione con Ernia, ma anche l’originale Mecna la cui voce accompagna la traccia Tradimento. In Come uccidere un usignolo/67 è presente il senso di intolleranza nei confronti della società, tipico dell’hip-hop classico riletto in chiave moderna, soprattutto in Pas ta Fête, nel cui testo sono contenute barre come “Questa Britney mi sembra un po’ toxic / Ogni volta che rappo è uno splatter / Perchè io non ho seguito il vento / Ora tutti mi stanno applaudendo/ Pulisco la spalla per le pacche” e “Alzo il braccio perché cerco wi-fi / Parlan tutti di strada coi filtri / Sulla fronta c’hanno scritto “finti” / Un esercito di flowittiti”.

Al via anche il tour instore

Oggi partirà anche il Come Uccidere un Usignolo/67 instore tour, che vedrà la prima tappa a Milano, presso la Mondadori di Piazza Duomo. Seguiranno Roma, dove il 4 novembre Ernia incontrerà i fans alla Discoteca Laziale; poi Napoli presso la Feltrinelli della Stazione Centrale, il 6 novembre. Il 7 novembre il rapper farà tappa prima a Firenze, presso la Galleria del disco, e poi a Bologna, presso la Feltrinelli di Piazza Ravegnana. Anche l’8 novembre sono previste due tappe: una a Monza, presso la Feltrinelli di via Italia, e poi a Torino presso il megastore Mondadori, in via Monte di Pietà. L’instore tour si chiuderà a Varese, il 9 novembre presso il Varese dischi.

Il testo del brano “Tradimento”

[Ritornello: Ernia]

Tradimento
Forse perché io non ci sto dentro
Forse perché io non me la sento
Prego il Dio tradimento
Forse perché aspetto il mio momento
Forse sono in forse già da tempo

[Strofa 1: Ernia]

Perdonami il disagio ma
Nel cuore mio un randagio
Bevendo dalla ciotola di tutte
Mi sento a mio agio
Un massaggio con l’arnica
Un passaggio nell’aldilà
L’assaggio dell’inverno dentro alla cassa toracica
Dolce nel mio letto
Un fumè di pare sfocia dal mio setto
So che ho fatto male, difficile ammetterlo
Una doccia non fa effetto
Almeno per il momento
Il peso vero delle colpe sono piume sopra al petto
In un mondo di fabbriche
Per amare usiamo tattiche
Per paura, perché a odiarci siamo macchine
Io amo a modo mio
Impara come sono io
Nel silenzio che così in silenzio ci sto solo io

[Bridge: Mecna]

Mi chiedi quanti anni ho
Tra falsità e promesse consumate dal tempo
E dimmi quanti anni ho
Ognuno con la faccia che si indossa più spesso
Ed io non ero così
Però poi tutto cambia è vero
Ed io non riconosco più chi sono
Di te non mi ricorderò

[Ritornello: Ernia]

Tradimento
Forse perché io non ci sto dentro
Forse perché io non me la sento
Prego il Dio tradimento
Forse perché aspetto il mio momento
Forse sono in forse già da tempo

[Strofa 2: Ernia]

Perdonami i capelli
Sono di fianco al porta ombrelli
Sul pianerottolo di casa suono gli altri campanelli
E soffro per gli affetti, si beh
No non per i soldi, perché
Non so pianger mai per ciò che non può pianger per me
No non era il caso dicono
Quasi mettersi in pericolo
Ma lo è molto di più se stare insieme sembra un vincolo
E fin da piccolo cerco svincolo dal vicolo
Le parole che dico tienle strette in un ventricolo
Hey boccia per i pesci nella quale affogo
Ogni pettine già usato ha qualche nodo
Più difficile non farlo
Ti sussurro d’altro canto
Cerco di essere felice prima che tu mi chieda

[Bridge: Mecna]

Mi chiedi quanti anni ho
Tra falsità e promesse consumate dal tempo
E dimmi quanti anni ho
Ognuno con la faccia che si indossa più spesso
Ed io non ero così
Però poi tutto cambia è vero
Ed io non riconosco più chi sono
Di te non mi ricorderò

[Outro: Mecna]

Ed io non ero così
Ed io non ero così
Ed io non ero così
Ed io non ero così
Mi chiedi quanti anni ho
Tra falsità e promesse consumate dal tempo
E dimmi quanti anni ho
Ognuno con la faccia che si indossa più spesso
Ed io non ero così