Calcio

Derby della Lanterna: questa sera si daranno battaglia Genoa e Sampdoria

Fari accesi sul derby della Lanterna: è di scena Genoa-Sampdoria

L’anticipo serale della dodicesima giornata di serie A presenta un match di primissimo piano, ossia il derby della Lanterna tra Genoa e Sampdoria. Come sempre la stracittadina del capoluogo ligure sarà caratterizzata da un clima infuocato sugli spalti, mentre sul rettangolo verde agonismo, intensità e attaccamento alla maglia ne faranno da padrone. I rossoblù giungono a quest’appuntamento con l’acqua alla gola, il derby rappresenta una ghiotta opportunità per tentare di rialzare la testa dalle zone basse di classifica. Non sarà facile ma la banda di Juric avrà il dovere di provarci, anche per tentare di salvare la panchina al tecnico croato, sulla graticola da diverse settimane ed ora giunto al bivio decisivo. Il “Grifone” staziona attualmente al terzultimo gradino con sei punti all’attivo. Tra le mura amiche non ha ancora mai vinto, collezionando solamente un pareggio e quattro sconfitte. Due i ko di fila da cui proviene, mentre l’unico successo ottenuto in campionato risale al 15 ottobre scorso nel blitz esterno alla “Sardegna Arena” in occasione del 2-3 rifilato al Cagliari. La Samp, invece, annovera tutt’altro score. I blucerchiati sono sesti in classifica con venti punti all’attivo e una gara, quella contro la Roma, ancora da recuperare. In trasferta gli uomini guidati da Giampaolo hanno inanellato una vittoria, due pareggi e due sconfitte, mentre in casa detengono il primato di cinque successi su altrettante gare disputate, riuscendo a far ancora meglio rispetto a quanto fece la Doria nelle prime cinque sfide casalinghe nella stagione dello scudetto targata 1990/1991. Inoltre, Marco Giampaolo, se dovesse trionfare anche questa sera sarebbe il primo tecnico blucerchiato a vincere tre derby di fila, considerando i due successi ottenuti nella passata stagione.

Nel frattempo, nella giornata di ieri, i due allenatori sono stati protagonisti in sala stampa in occasione delle consuete conferenze della vigilia. Queste le dichiarazioni principali rilasciate dal tecnico abruzzese alla guida della Doria: “Si tratta di una partita unica che ti fa vivere sensazioni non replicabili in altre gare e va giocata come tale. Sappiamo che è una partita sentitissima per la tifoseria e per l’ambiente, non tradiremo i nostri tifosi ma neanche i nostri principi di gioco: non dobbiamo farci condizionare dall’andamento della gara. E’ una gara che non permette cali di tensione: dovremo partire per forza di cose fin da subito al top. Stiamo parlando della partita delle partite: non c’è regalo più grande per l’ambiente di una vittoria in questa gara. Mentre si gioca il derby non riesco a godermelo: mi piacerebbe un giorno vederlo dalla gradinata Sud”.

Dalla sponda rossoblù, queste, invece, le affermazioni di Ivan Juric a ventiquattro ore da una gara che farà da spartiacque per il suo futuro in sella al “Grifone” :”Mi auguro che domani possa essere la partita della svolta. Ho una squadra con grandi valori umani e calcistici: in questa settimana abbiamo lavorato bene e con grande determinazione, sono molto contento del ritiro che abbiamo svolto. Ma lo avevamo fatto anche prima del ritiro. Ci serviva del tempo per poter stare assieme, siamo rimasti contenti di questo periodo di lavoro, ci è servito sotto molti punti di vista”.

Concentrandoci sulle probabili formazioni che scenderanno in campo, Juric appare tentato nel confermare il 3-4-2-1 affidandosi a Perin in porta, linea di difesa a tre composta da Izzo, Rossettini e Zukanovic. Sulla mediana fiducia a Omeonga e Bertolacci, mentre sulle corsie esterne spazio a Rosi e Laxalt. Sulla trequarti Luca Rigoni e Taarabt agiranno a supporto della punta centrale Lapadula. Giampaolo, invece, dovrebbe rispondere, molto presumibilmente, con il collaudato 4-3-1-2 con Viviano tra i pali, Bereszynski e Strinic esterni, centralmente agiranno Silvestre e Gian Marco Ferrari. A centrocampo il terzetto sarà formato da Praet, Torreira e Linetty, mentre Caprari, sulla trequarti, si muoverà a ridosso del tandem d’attacco composto da Quagliarella e Duvan Zapata.

L’arbitro designato per dirigere il derby di Marassi è il signor Massimiliano Irrati della sezione di Firenze. Stasera su Genova si prevede pioggia, ma senza particolari patemi, in quanto la Protezione Civile ha diramato allarme da bollino giallo, ragion per cui non ci saranno controindicazioni per quanto concerne lo svolgimento del match. Nella passata stagione, nella gara d’andata, era la Samp ad annaspare in classifica e poi ebbe la meglio, ciò a significare che nelle stracittadine si azzerino i valori, non conterà la classifica, ma prevarranno grinta, carica e furore agonistico, elementi essenziali al fine di conquistare l’intera posta in palio.

 

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de’ Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e’ la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close