Viaggi

Mete calde per trascorrere il Natale 2017

Amate il Natale ma le temperature sotto i 20 gradi proprio non le sopportate? Vi rendono pigri e desiderosi di passare il giorno intero sotto le coperte a bere cioccolata calda?

Allora questo articolo fa per voi.

Scopri le mete calde per trascorrere il Natale 2017

Mare bello e le spiagge da sogno,  sembrano essere associati solo ai mesi che vanno da maggio a settembre, da quel momento in poi chi vuole organizzare qualche viaggio tende a considerare solo la montagna.
Ma cosa ne pensate di mettere in valigia costumi e teli mentre fuori le temperature sfiorano lo zero e partire per una di queste straordinarie mete per un Natale 2017 indimenticabile?

Scopriamole insieme.

Maldive

mete calde Natale
Mete calde per trascorrere il Natale 2017

Trascorrere le vacanze di Natale al mare delle Maldive significa rifugiarsi in un angolo di paradiso terrestre lontano dal caos della vita di tutti i giorni.

Basta un bungalow su un atollo circondato da un meraviglioso mare turchese e il tempo si ferma come d’incanto.

Alle Maldive le vacanze di Natale sono vacanze al mare nonostante l’inverno che siamo abituati a vivere nelle nostre città. Anche se il mese di Dicembre si è abituati ad associarlo a un mese invernale e freddo, alle Maldive fa caldo e si possono trascorrere splendide vacanze al mare fuori stagione.

A Natale ci si può, quindi, rilassare prendendo il sole in spiaggia o facendo immersioni subacquee sulla barriera corallina dell’Oceano Indiano popolata da coralli e pesci dai mille colori.

La natura lussureggiante di questi atolli li ricopre con una fitta vegetazione fatta di palme da cocco, mangrovie e banani che spuntano anche dalla sabbia corallina delle spiagge.

Sharm El Sheikh

mete calde Natale 2017
Mete calde per trascorrere il Natale 2017: Sharm El Sheikh

Vacanze di Natale al mare di Sharm el Sheikh significa spiagge dorate, mare trasparente e caldo e tanti sport acquatici di ogni tipo, dal kitesurf alle immerioni subacquee.

Nel mare antistante le spiagge di Sharm si trova la barriera corallina, popolata di splendidi coralli e migliaia di specie diverse di pesci e crostacei. Qui è possibile trascorrere le vacanze di Natale facendo immersioni in uno dei mari più belli del mondo.

Sharm è famosa anche per gli splendidi alberghi e villaggi turistici da mille e una notte che si susseguono lungo la costa, alcuni dotati anche di spiaggia privata per una vacanza di Natale all’insegna del relax più puro.

Ma non solo, la Perla del Mar Rosso offre anche le bellissime dune di sabbia del suo deserto per spettacolari tour in quad o sul cammello.

Sydney

mete calde Natale 2017
Mete calde per trascorrere il Natale 2017: Sydney

Non in tutte le parti del mondo festeggiare il Natale è sinonimo di freddo e neve. In Australia, per esempio, trascorrere il giorno di Natale in spiaggia è completamente normale.

Dall’altra parte del mondo, infatti, Dicembre non è un mese invernale bensì estivo. Ovvio quindi che per gli abitanti di questi posti il primo pensiero vada al mare e alla spiaggia, dato che le temperature oscillano tra i 20 e i 36 gradi.

Tutti gli anni, durante le vacanze di Natale, gli australiani di Sydney non rinunciano mai a un bagno al mare o a cavalcare le onde in surf indossando rigorosamente il cappello di Babbo Natale.

La spiaggia più popolare di Sydney è la Bondi Beach: qui si tiene il tradizionale ritrovo annuale durante il giorno di Natale per tutti gli espatriati che vivono in città.

Marocco

mete calde Natale 2017
Trascorrere Natale 2017 al caldo in Marocco

Chi desidera trascorrere le vacanze natalizie in un clima di caldo tiepido, potrebbe valutare di trascorrere il Natale in Marocco.

In questo Paese nord africano la temperatura media durante il mese di Dicembre si aggira intorno ai 20 gradi circa. Il clima ideale per sfuggire dal gelo delle città italiane senza soffocare nell’afa.

Natale a Casablanca

Nella moderna città di Casablanca affacciata sull’Oceano Atlantico, anche capitale economica del Marocco, è possibile visitare una delle moschee più imponenti del mondo. Si tratta della moschea di Hassan II: con i suoi 210 metri di altezza possiede il minareto più alto al mondo ed è aperta anche ai non musulmani.

Da non perdere anche una visita alla Medina vecchia, attraversata da vicoli piccoli e tortuosi. Per la notte di Natale, invece, chi non vuole rinunciare alle tradizioni, può assistere alla messa nella Cattedrale del Sacro Cuore.

Ma Casablanca è soprattutto una metropoli marocchina moderna in cui sorgono grandi palazzi dall’architettura moderna di fianco a povere abitazioni.

Natale a Marrakech

Marrakech è, a differenza di Casablanca, una delle quattro città imperiali e vanta un patrimonio storico e artistico non indifferente.

Da non perdere la medina di Marrakech, dichiarata anche Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, e la centralissima piazza Jemaa el Fna, vero centro nevralgico della città grazie al suo grande mercato in cui si vende praticamente di tutto.

Nel souk si viene travolti da una voglia incontenibile di shopping che fa desiderare di comprare tutto ciò che si incontra passeggiando tra gli oltre 8mila negozi che lo rendono uno dei mercati più grandi del mondo. Con una scelta così vasta, è impossibile non trovare regali da mettere sotto l’albero di Natale. Attenzione solo ad armarsi di santa pazienza: sì, perchè nei souk marocchini si contratta il prezzo fino allo sfinimento.

Meritano una visita anche luoghi dallo spettacolare romanticismo come la moschea della Koutoubia e la Medersa di Ben Youssef, che è sede della scuola coranica di Marrakech.

Se le vacanze di Natale sono anche una scusa per rilassarsi, oltre che visitare il Marocco, non dimenticate di fare un giro in uno dei bellissimi hammam di Marrakech: qui potrete godere di un tipico bagno termale come si usa fare nel mondo islamico.

Natale ad Agadir

Di recente, questa città marocchina posta ai piedi del monte Atlante, affacciata sull’Oceano Atlantico, è stata oggetto di un crescente interesse turistico che ha portato alla costruzione di numerosi villaggi turistici, soprattutto per famiglie.

Ma il mare non è tutto ad Agadir, anche l’entro terra è in grado di regalare esperienze magiche: come un tour nel deserto in groppa a un cammello, o un visita alle vicine Marrakech, Taroudant, antica città marocchina con tipici suq, o Essaouira, con la sua medina divenuta Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO e la sua storia di ritrovo hippy negli anni Sessanta.

Miami

mete calde Natale 2017
Babbo Natale sulla spiaggia di Miami

Esistono terre e luoghi a lungo sognati e desiderati e Miami è forse una delle città più ambite degli Stati Uniti.

Dicembre è sicuramente uno dei mesi migliori per godere appieno delle bellezza della città. Grazie ad un clima mite e a piogge praticamente assenti che regalano alla città la dolcezza di un’estate senza fine, la città diventa perfetta per vivere l’esperienza di un Natale dal sapore esotico e caldo.

Il periodo natalizio, che parte ufficialmente con il Thanksgiving, trasforma la città in una variegata esplosione di usanze e tradizioni, frutto delle innumerevoli ondate migratorie di cui è stata oggetto Miami negli anni.

Le palme lungo le spiagge svettano verso il cielo ammantate di luci colorate e scintillanti, illuminando un atipico cenone natalizio rigorosamente all’aperto.

Alla scoperta delle bellezze da non perdere

Miami è il fulcro della movida, soprattutto di quella notturna. Eppure possiede bellezze, talvolta poco conosciute, che meritano di essere scoperte.

Probabilmente non tutti conoscono il suggestivo quartiere chiamato Little Havana, nato nel lontano 1980 con lo sbarco sulle coste degli esuli cubani. La caratteristica via principale Calle Ocho è un tripudio di locali e caffè che riempiono l’aria di aromi preziosi e musica. Impossibile inoltre non fare tappa al museo Moca, vera e propria culla dell’Arte Contemporanea della città.

E per un Capodanno davvero indimenticabile, si aprono le suggestive nebbie che portano all’isola maggiore delle Florida Keys, Key West antico covo di pirati in passato e oggi metà turistica ambita.

 

Tags

Serena Costantino

Serena di nome e di fatto? Ci provo… Grande sognatrice, chi mi conosce lo sa; sono attratta da tutto ciò che supera il limite della superficialità. Vivo di musica da quando avevo 7 anni, alternandomi tra pianoforte e canto (ma se potessi suonerei tutti gli strumenti), studio lingue, amo leggere, scrivere, il cinema, la famiglia, la cucina e tanto tanto altro!

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close