Calcio

Russia 2018: Riepilogo delle gara di andata dei playoff | Ecco chi rischia di più

La Croazia pone un’ipoteca sulla qualificazione. Svizzera avanti  con “giallo”

Si è chiusa la fase delle gare d’andata per quanto concerne gli spareggi playoff per il continente europeo. Sorride la Croazia, che ha oramai ipotecato la qualificazione per la fase finale del Mondiale in Russia, mentre la Svizzera compie il colpaccio a Belfast, seppur attraverso un calcio di rigore discusso, mentre tra Danimarca e Irlanda tutto è ancora in ballo.

A Zagabria i padroni di casa croati schiantano la Grecia con un perentorio 4-1 che lascia ben pochi margini di manovra agli uomini guidati da Michael Skibbe in vista della gara di ritorno in programma, ad Atene, questa sera alle ore 20:45. Il successo dei biancorossi porta la firma di Modric su calcio di rigore al 13’ minuto, mentre il raddoppio è siglato da Kalinic, al 19’, su colpo di tacco, dall’interno dell’aerea piccola, capitalizzando al meglio un assist impeccabile di Strinic. Gli ellenici accorciano le distanze al 30’ con una vecchia conoscenza del calcio italiano, Sokratis Papastathopoulos, ex di Milan e Genoa, che di testa raccoglie un suggerimento dalla sinistra di Fortounis. Al 33’, però, la Croazia triplica le marcature con l’interista Perisic, che spedisce al di là della linea di porta un cross dalla destra di Vrsaljko, laterale con esperienze nel nostro Paese tra le fila di Genoa e Sassuolo. Nella ripresa, al 49’, è Kramaric a mettere definitivamente al tappeto i greci.

Al Windsor Park di Belfast la Svizzera regola l’Irlanda del Nord per 0-1 grazie ad un penalty realizzato dal rossonero Ricardo Rodriguez. Ciò che ha fatto discutere è stato proprio la concessione del rigore, decretato dal romeno Hategan per un presunto fallo di mano di Evans su tiro ravvicinato di Shaqiri. Rivedendo le immagini al rallentatore, appare chiaro che il numero cinque irlandese non impatti affatto la sfera con il braccio, ragion per cui la scelta di fischiare il penalty sia stata decisamente errata. Svista frutto anche del non utilizzo del VAR, che assieme alla goal-line technology, sono strumenti elettronici non previsti nello svolgimento dei playoff. La gara di ritorno in terra elvetica è in programma  quest’oggi alle ore 18 presso la cornice del St. Jakob-Park di Basilea.

Detto del tonfo azzurro in Svezia, con gli scandinavi vittoriosi per 1-0 grazie alla rete firmata da Johannson al 61’, complice una deviazione determinante di De Rossi, ieri sera scialbo 0-0 al Telia Parken di Copenhagen tra Danimarca ed Irlanda. Le occasioni migliori sono capitate ai padroni di casa, soprattutto nel primo tempo con protagonisti Stryger Larsen, Cornelius e Sisto, mentre gli uomini allenati da Martin O’Neill hanno evidenziato maggior fisicità, con lo scopo di interrompere le trame offensive imbastite dalla compagine danese. Un pareggio a reti bianche che lascia aperto qualsiasi spiraglio in vista del match di ritorno, martedì ore 20:45, nella bolgia infernale dell’Aviva Stadium di Dublino dove i danesi saranno chiamati a fronteggiare la spinta calorosa e passionale del pubblico irlandese che accorrerà in massa.

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de’ Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e’ la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close