La Lazio di scena contro il Sassuolo con l’obiettivo di issarsi sempre più in alto.

La trentesima giornata di serie A aprirà i battenti quest’oggi alle ore 18 con l’anticipo del Mapei Stadium tra Sassuolo e Lazio.

I biancocelesti giungono a quest’appuntamento dall’alto di sette risultati utili consecutivi che hanno proiettato la banda di Simone Inzaghi al quarto posto con cinquantasette punti all’attivo, a sei lunghezze dal Napoli terzo. Lontano dall’Olimpico, Immobile e compagni hanno inanellato sette vittorie, quattro pareggi e tre sconfitte, donando la sensazione di essere competitivi e mai arrendevoli. Durante la consueta conferenza stampa della vigilia, il tecnico Simone Inzaghi ha espresso chiaramente il suo concetto principale ossia che sarà severamente vietato pensare alla gara precedente contro il Cagliari oppure alla prossima con la Roma, nel derby capitolino valevole per il match di ritorno della semifinale di coppa Italia. L’attenzione dovrà essere rivolta solo ed esclusivamente alla gara al cospetto del Sassuolo, non lasciandosi sfuggire l’opportunità di conquistare i tre punti in palio, iniziando  a sognare, così, in maniera più concreta la possibilità di agguantare un terzo posto dal sapore di Champions.

Il tecnico degli “aquilotti” è soddisfatto dell’andamento dei suoi ragazzi, dell’approccio alle gare e dell’atteggiamento fino ad ora mantenuto, con la speranza che questo trend positivo possa proseguire fino al termine della stagione, con l’obiettivo di scrivere un pagina sensazionale nella storia del club biancoceleste. Dal quartier generale del Sassuolo, invece, il tecnico Eusebio Di Francesco non vuol sentir parlare del  suo futuro. Nelle ultime settimane il tecnico abruzzese è stato accostato alla panchina della Fiorentina, complice uno scatto fotografico che ha immortalato l’attuale allenatore neroverde sottocasa del direttore generale viola Pantaleo Corvino.  Di Francesco afferma che ci sarà tempo e modo di parlare di ciò che accadrà in estate, per adesso bisognerà focalizzarsi sul campionato, con l’obiettivo di conquistare il maggior numero di punti possibili per mettersi al riparo da eventuali rischi. Per quanto riguarda la rosa a disposizione, dichiara che in queste settimane di lavoro, la squadra ha risposto al meglio, tranne Defrel ancora alle prese con qualche fastidio di carattere fisico. Sulla vittoria del torneo di Viareggio da parte della compagine Primavera del Sassuolo, il tecnico abruzzese mostra soddisfazione su ciò ma non apre particolari spiragli sulla possibilità di lanciare in prima squadra un numero piuttosto cospicuo di under 18. Infine esclude che i vari calciatori provenienti dalla Roma ed ora in forza tra le fila neroverde possano avvertire una carica in più al cospetto della Lazio. Per Di Francesco sarà una sfida molto importante al fine di conquistare un risultato di prestigio in una stagione piuttosto sfortunata e non particolarmente esaltante.

Gli emiliani sono attualmente quindicesimi con trentuno punti  all’attivo ed hanno nel mirino la volontà di spezzare il trend negativo di risultati in casa, considerando che l’ultimo trionfo risale allo scorso 15 gennaio quando fu il Palermo ad uscire con le ossa rotte dal Mapei Stadium a seguito di un roboante 4-1. Per quanto riguarda le probabili formazioni, Di Francesco schiererà il consueto “4-3-3” con Consigli tra i pali, Lirola e Peluso esterni difensivi, la coppia centrale sarà formata da Acerbi e Paolo Cannavaro. A centrocampo spazio a Pellegrini, Missiroli e Duncan, mentre in attacco Berardi e Politano agiranno ai lati della punta centrale Defrel. Simone Inzaghi risponderà,anch’egli, con tale modulo a specchio affidandosi a Strakosha in porta, DeVrij e Hoedt centrali di difesa. Lungo le corsie esterne spazio a Patric e Radu.

La metà campo sarà presidiata da Parolo, Biglia e Milinkovic-Savic, mentre in attacco Felipe Anderson e Lulic si muoveranno ai lati di Immobile. L’arbitro della gara sarà il signor Piero Giacomelli della sezione di Trieste. Per i biancocelesti è severamente vietato pensare alla sfida di martedì 4 aprile con la Roma. Simone Inzaghi è stato categorico, testa e cuore rivolti al Sassuolo per proseguire la scalata nei quartieri alti di classifica.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close