David Beckham: Fortunato ad essere vivo dopo l’incidente di sabato!

David Beckham: Fortunato ad essere vivo dopo l’incidente di sabato 30 novembre:


David Beckham: Fortunato ad essere vivo dopo l’incidente

L’ex calciatore David Beckham ha detto di essere un uomo ”fortunato ad essere ancora vivo ” dopo essere stato coinvolto in una collisione su strada nella giornata di sabato (29.11.14), mentre tornava dallo stadio per vedere giocare il figlio Brooklyn.

La stella del calcio è in pensione ma ama sempre il calcio e in quel frangente accompagnava a casa il primogenito Brooklyn, 15 anni, che aveva finito la sua partita di allenamento con l’Arsenal, a Londra. Mentre tornava dal campo di allenamento si è schiantato con la sua Audi contro la Mitsubishi di una donna che stava alla guida dell’altra macchina. La coppia Beckham è stata molto fortunata.

Un testimone  che era presente ha rivelato: ”Beckham e Brooklyn sono fortunati ad essere vivo. Beckham ha preso il colpo sul lato del conducente – ma per sua fortuna la macchina ha attutito il colpo ”. Il 39 enne che oltre a Brooklyn ha altri tre figli: Romeo, Cruz e Harper è sposato con la stilista Victoria Beckham, 40 anni. Dopo l’incidente si è precipitato dalla donna e da sua sua figlia che stavano sull’altra auto ed ha porto le sue scuse soccorrendo le due che sono state accompagnate in ospedale.

David ha avuto un dolore alla spalla a causa dell’incidente, Brooklyn non si è fatto nulla.

Una fonte ha detto al quotidiano The Sun:

” Beckham stava girando a destra e non deve aver visto l’altra macchina, o non si è accorto perché andava un po veloce”

Tuttavia, l’ex capitano dell’Inghilterra ha recuperato in tempo per accompagnare la moglie Victoria allo Evening Standard Theatre Awards di ieri sera sera (30.11.14).

David Beckham: Fortunato ad essere vivo dopo l’incidente – David e Victoria in foto
Tags

Wonder Channel Redazione

Siamo la redazione del magazine Wonder Channel, stacanovisti per passione. Siamo gli editori del magazine.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close