I cantanti e musicisti più pagati del 2016. E’ una donna la più ricca.

cantanti e musicisti più pagati del 2016

I musicisti più pagati del 2016 sono stati rivelati, ed una persona ha svettato su tutti guadagnando 170 milioni di dollari negli ultimi 12 mesi.

Taylor Swift ha battuto Adele e gli One Direction e si è presa il primo posto nella lista elencata su Forbes, pur non rilasciando alcuna canzone quest’anno. Però si è data ugualmente da fare scrivendo canzoni per Rihanna e per i Little Big Town, che hanno contribuito ai suoi guadagni.

Con 110.000.000 gli One Direction devono dividere in quattro il bottino mentre Adele si deve accontentare – per modo di dire – della terza piazza con 80 milioni di dollari in saccocia.

Justin Bieber è l’artista più giovane della lista, ed è al tredicesimo posto con un guadagno di 56 milioni di dollari. Si trova a pari merito con Kenny Chesney.

Ecco qui sotto la lista di Forbes con i cantanti e musicisti più pagati del 2016:

Taylor Swift (170 milioni di $)
One Direction (110 milioni di $)
Adele (80,5 milioni di $)
Madonna ($ 76,5 milioni)
Rihanna ($ 75 milioni)
Garth Brooks (70 milioni di $)
AC/DC (67,5 milioni di $)
Rolling Stones (66,5 milioni di $)
Calvin Harris ($ 63 milioni)
Diddy (62 milioni di $)
Bruce Springsteen (60,5 milioni $)
Paul McCartney (56,5 milioni $)
Justin Bieber (56 milioni di $)
Kenny Chesney (56 milioni di $)
U2 (55 milioni di $)
The Weeknd (55 milioni di $)
Beyoncé (54 milioni di $)
Jay Z (53,5 milioni di $)
Luke Bryan (53 milioni di $)
Muse (49 milioni di $)

E’ stato anche annunciato questa settimana che Taylor Swift avrà uno show televisivo tutto per lei su un nuovo servizio di streaming della società di telecomunicazioni AT & T.

AT & T ha lanciato il nuovo servizio di streaming DirecTV con un nuovo spettacolo chiamato Taylor Swift Now, dove ci saranno anche “video unici e mai visti”.

Tags

Wonder Channel Redazione

Siamo la redazione del magazine Wonder Channel, stacanovisti per passione. Siamo gli editori del magazine.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close