La Juventus a Vinovo corre e suda in vista della ripresa del campionato 2015/16.

 

Vacanze terminate per gli uomini di Max Allegri. La Juventus è tornata alacremente al lavoro presso il centro sportivo di Vinovo per prepararsi in vista dei prossimi impegni di campionato e coppe che l’attendono. I bianconeri hanno effettuato una doppia seduta di allenamento anche nella giornata di ieri dopo aver festeggiato in famiglia e senza bagordi la notte di capodanno. Sotto gli occhi vigili e attenti di Allegri, i calciatori della Vecchia Signora stanno preparando con molta solerzia e tenacia la ripresa del campionato, in vista di uno sprint per riconquistare il posto in cima alla vetta della classifica. Il prossimo avversario il 6 gennaio sarà il fanalino di coda del Verona, compagine da non sottovalutare per non perdere punti in ottica “remuntada”. In questa stagione lo “Juventus Stadium” è stato teatro di alcune battute a vuote contro compagini medio-piccole come Udinese, Chievo e Frosinone, quindi, memore di ciò che accadde ad inizio campionato, occorrerà affrontare gli scaligeri con gli occhi della tigre e quella sana determinazione per conquistare il bottino pieno. Max Allegri è conscio di tutto ciò e sta tenendo alta la concentrazione dei suoi ragazzi. Per i bianconeri in questa pausa natalizia, nessun viaggio esotico all’estero e nessuna amichevole dal forte richiamo economico, ma tanta umiltà e abnegazione nel freddo di Vinovo, segnale questo, che la concentrazione in casa Juventus è massima. Dall’infermeria non giungono notizie confortanti per ciò che riguarda Barzagli e Mandzukic, entrambi sono ai box per un problema di carattere muscolare e il loro impiego contro l’Hellas resta improbabile. Si sta cercando di farli recuperare in vista degli impegni di campionato che verranno contro Sampdoria e Udinese o al massimo per il match di Coppa Italia contro la Lazio. Per il resto rosa al completo e tutti a disposizione per il tecnico livornese.

Gennaio è tempo anche di calciomercato, e nella prossima finestra che si aprirà ufficialmente, lunedì 4 gennaio, il direttore generale Marotta è alla ricerca di un centrocampista che possa rafforzare la rosa in quel reparto. Marchisio e Pogba sono onnipresenti ed hanno già disputato un elevato numero di gare, Khedira nonostante l’imponente apporto qualitativo è stato alle prese con una serie di infortuni che ne hanno penalizzato l’utilizzo costante, Sturaro e Padoin restano pur sempre due ottime alternative ma la dirigenza bianconera vorrebbe portare a Torino un calciatore d’esperienza che possa dare man forte al centrocampo. Il nome più in auge è quello di Joao Moutinho del Monaco, centrocampista centrale d’esperienza internazionale che identifica alla perfezione l’identikit del calciatore richiesto dai vertici bianconeri. A breve le due società si incontreranno per sondare il terreno su una possibile trattativa che in casa Juventus vorrebbero concretizzare. In uscita, invece il nome caldo è quello di Caceres. Il difensore uruguaiano è in scadenza di contratto nel prossimo mese di giugno e i dirigenti juventini non vorrebbero lasciar andar via il calciatore senza incassare nemmeno un euro. Ed ecco che alla finestra restano a guardare le due milanesi, Inter e Milan interessate ad accaparrarsi le prestazioni sportive dell’uruguaiano. In attacco si vocifera di un possibile addio di Zaza, che reclama maggiore spazio soprattutto per non perdere il treno delle convocazioni azzurre nel prossimo mese di giugno. La punta ex Sassuolo è richiestissimo all’estero, con il West Ham che sta facendo più di un semplice tentativo per portarlo in Premier League ma Max Allegri frena un po’ questa voce di mercato, in quanto Zaza rappresenta per lui un calciatore importante nello scacchiere tattico ed è un ottimo innesto in gara in corsa, tra l’altro i numeri parlano chiaro, nonostante abbia giocato poche volte da titolare, l’attaccante ex Sassuolo ha messo a segno due reti in campionato, una in Champions League e due in Coppa Italia regalando alla Juventus il passaggio del turno ai quarti di finale.

I bianconeri hanno nel mirino l’ottavo successo consecutivo in campionato, un risultato che rilancerebbe ancor di più la candidatura della Juve per la conquista dello scudetto, mettendo ulteriore fiato sul collo alle attuali pretendenti al titolo.

Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close