Ecco chi è Gagliardini ed i dettagli del prossimo trasferimento all’Inter.

Ecco chi è Gagliardini
Una foto di Gagliardini con la maglia della nazionale italiana

Si preannuncia come uno dei colpi di mercato più esaltanti e dispendiosi in questa sessione di mercato invernale.

Roberto Gagliardini è davvero ad un passo dal salutare i colori nerazzurri dell’Atalanta per abbracciare quelli dell’Inter. Dopo un summit avvenuto alcuni giorni fa a Nanchino, tra il tecnico emiliano Stefano Pioli, il direttore sportivo Piero Ausilio e la famiglia Zhang, proprietaria del colosso Suning, si è deciso di virare dritti verso il giovane calciatore orobico, nuova promessa del calcio italiano. Manca ancora l’ufficialità ma le cifre dell’accordo appaiano, fin da ora, ben chiare e note: il club di Corso Vittorio Emanuele verserà alle casse della Dea una somma che oscilla tra i 28 e i 30 milioni di euro, mentre Gagliardini firmerà un contratto sino al 2021 da 1,5 milioni a stagione.

La formula dell’ingaggio sarà quella del prestito con diritto di riscatto, modalità utilizzata in quanto i vertici dirigenziali interisti siano chiamati a rispettare in maniera meticolosa il fair play finanziario. Nella giornata di ieri, il numero quattro dell’Atalanta, è stato intercettato fuori dai cancelli di Zingonia, al termine dell’allenamento sotto gli ordini di mister Gasperini e il centrocampista, classe 1994, non si è sbilanciato sul suo futuro, glissando le domande riguardanti un suo approdo imminente all’Inter, dando appuntamento ai tifosi orobici ,assiepati all’esterno del centro sportivo, alla giornata di oggi per preparare la ripresa del campionato, che vedrà la Dea opporsi al Chievo. Tali affermazioni sono apparse piuttosto di facciata, un atteggiamento cauto ed attendista da parte di chi sia ben consapevole che il passaggio al club nerazzurro di Milano sia cosa fatta e restano solamente alcuni dettagli burocratici da limare. In effetti, la dirigenza Suning ha preso tempo nell’ufficializzare tale colpo di mercato, in quanto occorra tradurre il testo del contratto e bisognerà inviare una serie di documenti lungo il filo diretto che unisce Milano a Nanchino.

Gagliardini, cresciuto nel vivaio dell’Atalanta ed esploso in serie A proprio con la maglia della sua squadra del cuore, rappresenta un centrocampista moderno, dotato di ottime qualità. Possiede una spiccata visione di gioco, oltre che un temperamento che lo ha reso un tassello inamovibile nello scacchiere tattico posto in essere dal Gasp. Le sue prestazioni di spessore non sono passate inosservate al commissario tecnico della nazionale italiana, Giampiero Ventura, che lo ha convocato lo scorso mese di novembre in occasione del doppio impegno contro il Liechtenstein e la Germania, dando fiducia ad un prospetto dal futuro raggiante. Durante la sosta natalizia si era scatenato un vero e proprio testa a testa tra Inter e Juventus per accaparrarsi le gesta di un centrocampista valido ed interessante, ma alla fine i nerazzurri hanno avuto la meglio, effettuando un esborso economico notevole, in riferimento ad un calciatore italiano, evento che non accadeva dalle parti della Milano nerazzurra dai tempi dell’ingaggio di Christian Vieri durante la gestione Moratti, quando vennero spesi ben 90 miliardi delle vecchie lire. Gagliardini andrà a rafforzare la mediana dell’Inter, con Stefano Pioli che non attende altro che il suo arrivo per migliorare quella zona di campo dove molto spesso i vari Kondogbia e Felipe Melo hanno disatteso le premesse.

Il giovane centrocampista cresciuto nel club orobico avrà la grande occasione della sua carriera di mettersi in mostra in un palcoscenico di primissimo livello, sciorinando le sue qualità dinnanzi alla Scala del calcio, indossando una maglia gloriosa appartenente ad un club che ha fretta di tornare tra le prime della classe sia in Italia che in Europa. L’ufficializzazione di tale colpo di mercato dovrebbe avvenire nella giornata odierna, con il calciatore atteso a Rozzano per le consuete visite mediche di rito. Gagliardini all’Inter, per una squadra che vuol cominciare a puntare con convinzione sul made in Italy di pregevole fattura.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close