Il Napoli di scena al Dall’Ara per cancellare l’amarezza di sei giorni fa.

Bologna Napoli 2017 formazioni e analisi

Si alza il sipario, questa sera, sulla ventitreesima giornata di serie A. A scendere in campo, saranno, nell’unico anticipo in programma, Bologna e Napoli. Appuntamento fondamentale per i partenopei, chiamati ad una prova di riscatto inappellabile dopo il pareggio interno rimediato contro il Palermo.

Gli azzurri occupano attualmente il terzo posto in classifica, a quota quarantacinque, a due punti di distanza dalla Roma seconda. Lontano dal San Paolo, Mertens e compagni hanno conquistato cinque vittorie, tre pareggi e due sconfitte e sono reduci, nel complesso, da undici risultati utili consecutivi. Durante il giorno di vigilia, il tecnico Maurizio Sarri, non ha rilasciato alcuna dichiarazione, mentre per quanto riguarda la situazione infortunati, Milik ha recuperato dallo stop occorso nello scorso mese di ottobre e questa sera siederà in panchina, in attesa di essere schierato in campo per iniziare a mettere minuti nelle gambe. In difesa torna Koulibaly, il quale, terminata l’avventura in coppa d’Africa con la nazionale del Senegal, è volato in Italia per mettersi nuovamente a disposizione presso la corte del tecnico azzurro. Bologna rappresenta una trasferta insidiosa che rievoca spiacevoli ricordi per il Napoli, in particolar modo se pensiamo alla precedente stagione, quando una doppietta di Destro e una rete di Rossettini resero vano il tentativo di rimonta partenopeo firmato, all’epoca, da una doppietta di Higuain. Fu un ko che interruppe una striscia di risultati utili consecutivi per la squadra di Sarri che le costò il primo posto in classifica.

Roberto Donadoni, invece, non si è sottratto dalla consueta conferenza stampa della vigilia e dal quartier generale rossoblù di Casteldebole ha affermato che la gara contro gli azzurri andrà disputata con personalità e grinta. Nessun timore reverenziale nei confronti dei partenopei, piuttosto gli undici felsinei dovranno dimostrare compattezza tra i reparti ed unione di intenti, solo in questa maniera potranno tener testa ad una compagine che sciorina un calcio propositivo ed efficace, tra i migliori nel panorama italiano. Per ciò che concerne Destro, autore del goal firmato dagli emiliani nell’ultima trasferta di Cagliari, il tecnico lombardo afferma che il centravanti rossoblù se continuerà a palesare convinzione nei propri mezzi, esaltando le doti di rapinatore d’area, potrà da qui al termine della stagione siglare altre reti che potranno condurlo sotto la lente d’ingrandimento del commissario tecnico Ventura. Per quanto riguarda, invece, il ritorno a Bologna dei due ex della serata: Giaccherini e Diawara, l’allenatore dei felsinei non si lascia andare a sentimentalismi.

A suo parere poco importa quale sarà la risposta del pubblico dinnanzi al loro ritorno in terra emiliana, soprattutto per quanto concerne il centrocampista guineano, che si lasciò in  maniera burrascosa con il club del patron Saputo. Per Donadoni ciò che conta è il presente e in particolar modo ben figurare dinnanzi ad un Napoli arrembante che avrà voglia di cancellare l’ultimo passo falso ottenuto in campionato, nel turno precedente, contro il Palermo. Azzurri che in questa stagione hanno lasciato molti punti al cospetto delle squadre considerate medio-piccole.Riavvolgendo il nastro, stridono i pareggi ottenuti contro Pescara, Genoa, Sassuolo e Palermo, oltre alla sconfitta, nell’ottobre scorso contro l’Atalanta, quando per i bergamaschi era ancora l’alba di quella che sarebbe stata una stagione dai connotati straordinari. In merito alle probabili formazioni, Donadoni dovrebbe affidarsi al consueto “4-3-3” con Mirante in porta, Torosidis e Masina esterni difensivi. La coppia centrale sarà composta da Gastaldello e Maietta. A centrocampo spazio al trio Dzemaili, Nagy, Pulgar, mentre in avanti Verdi e Krejci agiranno ai lati della punta centrale Destro.

Modulo a specchio per il Napoli, con mister Sarri che dovrebbe affidarsi a Reina tra i pali, Hysaj e Ghoulam sulle corsie esterne. Albiol e Koulibaly formeranno il duo centrale di difesa. A metà campo fiducia a Zielinski, Diawara ed Hamsik. In avanti spazio al tridente delle meraviglie, cosiddetto leggero, composto da Insigne e Callejon ai lati del falso “nueve” Mertens. L’arbitro della gara sarà il signor Massa della sezione di Imperia. Sfida sensazionale al Dall’Ara, utile per i partenopei al fine di riallacciare il filo con la vittoria in attesa delle prossime sfide cruciali in campionato, oltre che dell’evento clou con il Real Madrid, in un ottavo di finale di Champions da brividi, che proietterà gli azzurri al centro delle attenzioni del calcio europeo.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close