Roma – Fiorentina, un incrocio da brividi con il profumo di Champions.

Si apre questa sera il ventottesimo turno di serie A e a scendere in campo saranno Roma e Fiorentina, in un match dall’importanza vitale per ciò che concerne il terzo posto. Entrambe le compagini sono appaiate a quota cinquantatre e l’incrocio di stasera appare proprio uno spareggio per quanto riguarda il discorso preliminare di Champions. I giallorossi giungono a questo appuntamento, galvanizzati dalle sei vittorie consecutive in campionato, lo stesso Luciano Spalletti,durante la conferenza stampa della vigilia ha tenuto a sottolineare il capolavoro sportivo compiuto dai suoi ragazzi. Il tecnico di Certaldo ha affermato con orgoglio, che i suoi uomini sono stati abili e determinati nel sovvertire il precedente trend e inanellare una serie di vittorie che hanno catapultato la Roma in piena zona Champions. L’ex tecnico dello Zenit, ha avuto parole d’elogio anche per la Fiorentina, affermando che i viola hanno espresso il miglior calcio in Italia. Un gioco moderno, interessante ed efficace, frutto dei dettami tattici di un allenatore di primissimo piano, quale è Paulo Sousa. Sul caso Totti, il tecnico toscano non vuol può tornare a parlare. Ha sentenziato che è tutto  a posto e non vi sono problemi di nessun genere e sulla formazione che schiererà non si sbilancia, in quanto ha nella mente ancora alcuni dubbi da sciogliere. Infine, dedica due parole, sul suo ritorno alla guida dei giallorossi e dichiara che nella vita, lui si ritiene di essere stato fortunato, in quanto ha la possibilità di scegliere come impiegare il tempo a disposizione, ribadendo che la decisione di tornare a Roma lo gratifica ed è stata presa con convinzione, perché lui ama follemente la Capitale e si sente pienamente a suo agio con l’ambiente che lo circonda. In ottica formazione, la Roma dovrebbe scendere in campo con il “4-3-3” con Szczesny in porta, Manolas e Rudiger tornano a comporre il duo centrale, con Florenzi e Digne sugli esterni. Il terzetto di centrocampo sarà formato da Pjanic, Keita e Nainggolan, mentre in avanti Salah ed El Shaarawy agiranno a supporto del “falso nueve”Perotti. Per Dzeko si prospetta l’ennesima panchina, mentre sul fronte infortunati, è ancora ai box De Rossi per il problema al soleo, mentre Iago Falque ha recuperato dall’influenza accusata nei giorni precedenti e sarà regolarmente convocato.

Sul fronte viola, Paulo Sousa durante la conferenza della vigilia, ha affermato che la gara di questa sera, sarà fondamentale più per la Roma che per la Fiorentina. I gigliati si ritrovano, sorprendentemente, a duellare per un posto in Champions, traguardo assolutamente inaspettato ad inizio campionato. Le pressioni non sono dalla parte dei toscani e il tecnico lusitano vorrà proseguire sotto l’onda dell’ottimismo e di una rinnovata autostima. Paulo Sousa ha fatto il punto della situazione su alcuni suoi uomini cardine nello scacchiere tattico, dichiarando che Tatarusanu, reduce da un’ottima performance contro il Napoli, ha superato brillantemente i problemi alla spalla che lo avevano condizionato nella passata stagione. Su Bernardeschi, ha sentenziato, che nella sfida al cospetto dei partenopei, la scelta di non schierarlo dal primo minuto è stata prettamente tattica anche se non esclude un suo impiego dall’inizio contro i giallorossi. Infine su Ilicic, ha affermato che ha piena fiducia in lui anche se nelle ultime apparizioni non ha entusiasmato. Infine dedica alcune parole su Totti, definendolo un campione dal valore inestimabile ma comprende bene le difficoltà in questi ultimi passaggi della sua carriera, in quanto anche lui quando stava per appendere le scarpette al chiodo, visse le medesime situazioni di disagio e polemiche. La Fiorentina, dovrebbe presentarsi all’ “Olimpico” con il “ 4-2-3-1”, con Tatarusanu tra i pali, Roncaglia e Marcos Alonso sulle corsie esterne, con Astori e Gonzalo Rodriguez coppia centrale. Vecino e Badelj presidieranno la mediana, mentre Bernardeschi, Borja Valero e Tello agiranno alle spalle della punta centrale Kalinic. Gli unici assenti per i viola saranno Benalouane fermo ai box per infortunio e Zarate che dovrà ancora scontare l’ultimo turno di squalifica inflittogli dal giudice sportivo.

Si preannuncia una gara dall’elevata posta in palio, in cui nessuna delle due compagini vorrà sfigurare né tantomeno lasciare punti per strada. Sarà un incrocio da brividi, tra squadre che sciorinano un calcio convincente e propositivo. Non resta che sedersi comodamente davanti la tv ed assistere ad un duello dall’estasiante profumo d’ Europa.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close