Oscar 2018: Get Out vincerà il premio per la categoria di Best Picture?

Tutto sul trionfo del film di Jordan Peele

Negli ultimi quattro anni, Gli iconici Spirit Awards hanno predetto il vincitore per la categoria di Best Picture agli Oscars.

Effettivamente, anche quest’anno la cerimonia in questione potrebbe prenderci nuovamente. Infatti, il film Get Out ha sonoramente trionfato agli Spirit Awards ottenendo il premio per il titolo di Best Feature.

L’affascinante pellicola horror di Jordan Peele ha ricevuto incessanti lodi ed apprezzamenti sin dal proprio debutto sul grande schermo.

Get Out ha ricevuto un forte incoraggiamento pre-Oscar durante gli ultimi mesi. In particolare, la pellicola ha conquistato gli Spirit Awards ieri sera. La cerimonia in questione, spesso tenuta durante la notte che precede gli Oscar, ha spesso lodato i film con un budget limitato.

Come menzionato precedentemente, le previsioni degli Spirit Awards si rivelano difficilmente errate. Infatti, negli ultimi quattro anni, tale ricorrenza ha indicato svariati vincitori degli Oscar.

Invero gli Spirit Awards hanno incoronato i seguenti film nella categoria di Best Feature: 12 Years A Slave (2013), Birdman (2014), Spotlight(2015) e Moonlight (2016).

Bisogna dire che tutti questi progetti si sono aggiudicati lo stesso premio durante la notte degli Oscars. Considerando le dinamiche degli anni precedenti, stasera, molti si aspettano una fragorosa vittoria da parte del progetto di Peele.

 

Le dichiarazioni di Jordan Peele

Durante la serata di ieri, i media hanno chiesto al direttore se ci fossero delle speranze in una possibile vittoria agli Oscars. La risposta di Peele non é stata delle più esaurienti in materia. Ad ogni modo, secondo il director, il mondo del cinema sta vivendo un vero e proprio rinascimento.

In ogni caso, Peele ha ulteriormente risposto alle domande su un possibile sequel del progetto. Il director ha ufficialmente dichiarato che la possibilità di un follow-up non é da escludere categoricamente. Ad ogni modo lo staff lavorerà ad un eventuale sequel solamente se avrà un’ottima trama a disposizione. Dunque, ragazzi é ancora tutto da vedere! 

Tags
Mostrami di più

Irene Chiaia

Ciao a tutti carissimi wonder fans sono Irene e ho 21 anni. I due difetti che mi contraddistinguono sono la caparbietà e la curiosità, infatti sono molto ostinata in tutto ciò che faccio e sono sempre alla ricerca di nuove esperienze ed emozioni. Nella vita di tutti i giorni sono un ingegnere del suono, un’artista una cantante e una regista radiofonica. Come potrete immaginare la musica é la mia vita!

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close