Il 6 maggio 2018 l’Inter affronta l’Udinese per conquistare punti Champions

I nerazzurri a caccia di punti Champions

Il count-down segna meno tre giornate al termine del campionato e quelle che restano saranno gare imprescindibili per la banda di Luciano Spalletti. L’obiettivo prioritario dell’Inter è di conquistare perlomeno il quarto posto ed accedere, così, dopo sette anni d’assenza in Champions League. I nerazzurri sono attualmente quinti, con sessantasei punti all’attivo, distanti quattro lunghezze dalla coppia Roma-Lazio rispettivamente terza e quarta. L’Inter ,domenica ad ora di pranzo, affronterà l’Udinese in trasferta, match che si preannuncia alquanto insidioso perché i friulani hanno un bisogno impellente di conquistare punti per tirarsi fuori, il prima possibile, dalla zona calda della classifica.

A seguire gli uomini di Spalletti giocheranno contro il Sassuolo a San Siro ed infine, il prossimo 20 maggio, saranno attesi dalla sfida cruciale con la Lazio, gara che profuma di spareggio Champions se le distanze tra le due squadra si dovessero assottigliare ulteriormente. I biancocelesti troveranno nel proprio cammino due ex nerazzurri che renderanno il loro percorso piuttosto accidentato, ossia Gasperini, che con la sua Atalanta vuol blindare il sesto posto che vorrebbe dire accesso diretto alla prossima edizione di Europa League e a seguire il Crotone di Walter Zenga, con i pitagorici in piena bagarre per evitare il ritorno in B.

Tornando a parlare di Inter, la squadra in questa settimana si è allenata mostrando una spiccata concentrazione, nonostante le furibonde polemiche scaturite dal match di sabato scorso al cospetto della Juventus, con la direzione di gara dell’arbitro Orsato che ha lasciato più di qualche perplessità, soprattutto in merito al mancato cartellino rosso nei confronti di Pjanic per un fallo su Rafinha oppure la scarsa severità mostrata sull’intervento ruvido di Barzagli nei riguardi di Icardi. La rabbia non è stata smaltita del tutto, però Handanovic e compagni sono chiamati a voltare pagina onde evitare battute d’arresto impreviste che frenerebbero ancor di più la rincorsa dei nerazzurri verso un posto in Champions. Per quanto concerne la partita di domenica alle 12:30 contro l’Udinese allenata da Igor Tudor, Spalletti dovrà fare a meno di D’Ambrosio e Vecino entrambi squalificati.

Con ogni probabilità il tecnico di Certaldo farà affidamento al collaudato 4-2-3-1 con Handanovic in porta, Miranda e Skriniar insostituibile coppia centrale di difesa. A destra agirà Cancelo, mentre sul fronte opposto, nonostante le vibranti accuse subite, Davide Santon è favorito per una maglia da titolare sul brasiliano Dalbert. Il numero ventuno nerazzurro fu protagonista di una prestazione assai mediocre nel match d’andata proprio contro i bianconeri friulani, così come contro la Juventus, facendosi trovare impreparato in occasione del gol decisivo di Higuain, ragion per cui il calciatore vorrà sfornare una performance degna di nota, al fine di zittire le pesanti critiche ricevute sia nei suoi confronti che in quelli della sua compagna Chloe Sanderson, la quale attraverso i social ha manifestato un grande e preoccupante senso di paura.

Sulla mediana Borja Valero dovrebbe sostituire lo squalificato Vecino. A far coppia con il centrocampista spagnolo, il maggior indiziato è Brozovic. Sulla trequarti spazio a Candreva a destra e Perisic a sinistra con Rafinha centrale, pronti a fornire palloni invitanti per la punta Icardi, il quale con ventisette gol all’attivo e con Immobile che starà fermo ai box per i prossimi 15-20 giorni, ha a disposizione la ghiotta opportunità di porre un imponente sigillo per quanto riguarda la speciale classifica marcatori. I nerazzurri scaldano i motori verso il rush finale di stagione, provando a rendere prestigiosa la prima annata targata Luciano Spalletti.

 

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close