Valzer delle panchine in Italia e in Europa nell’estate 2018

E’ al via il risiko delle panchine

L’attuale stagione agonistica sta per volgere al termine, ancora qualche settimana e poi si accenderà il calciomercato riguardante calciatori e allenatori. Ebbene sì, gli allenatori, perché all’orizzonte si profilano cambi di guida tecnica nei maggiori club d’Italia e d’Europa. Iniziamo tale excursus da due tecnici che in questa stagione hanno fatto molto bene alla guida di Juventus e Napoli, ossia Allegri e Sarri. Entrambi non sono certi di restare al timone delle loro rispettive squadre, in quanto ingolositi dalle sirene che provengono dalla Premier League.

Sul tecnico livornese dei bianconeri è in pressing l’Arsenal che cerca un sostituto di blasone dopo l’addio annunciato da Arsene Wenger, ventidue anni dopo il suo approdo sulla panchina dei “Gunners”. Ipotesi Inghilterra anche per Maurizio Sarri, sul quale è forte l’interessamento da parte del Chelsea. I “Blues” a fine anno saluteranno Antonio Conte e il patron Roman Abramovich è pronto a bussare alla porta di Aurelio De Laurentiis pagando la clausola rescissoria da 8 milioni di euro che pende sull’allenatore toscano. Sarri sarebbe entusiasta di approdare in Premier League, palcoscenico di primissimo piano che potrebbe donare ancor più lustro alla sua carriera partita dal basso. La Juventus  e il Napoli come si cauteleranno? Per quanto riguarda la Vecchia Signora prende piede l’idea Carlo Ancelotti, ex tecnico dei bianconeri dal 1999 al 2001, che fra poco giorni si svincolerà  dal Bayern Monaco, mostrando, altresì, di non essere particolarmente intenzionato a rivestire il ruolo di commissario tecnico per quanto concerne la Nazionale italiana.

De Laurentiis, invece, nutre una spiccata stima per l’attuale allenatore della Sampdoria, Marco Giampaolo, e non è da escludere che nelle prossime settimane possano intensificarsi i contatti tra il numero uno azzurro e il Presidente della Samp, Massimo Ferrero. I doriani, a loro volta, dirotterebbero le proprie attenzioni su Davide Nicola, dimessosi nello scorso mese di dicembre dalla guida del Crotone. In ambito europeo, invece, è ormai certo l’approdo di Thomas Tuchel al timone del Paris Saint Germain, così come Niko Kovac alla guida del Bayern Monaco. Resta incerto il futuro di Emery che ha annunciato anzitempo il suo addio proprio dal Psg, mentre a restare con un cerino in mano potrebbe essere  Antonio Conte, la cui esperienza al Chelsea volge al termine e soluzioni in Italia sembrino scarseggiare, con l’Inter e la Roma che ripartiranno da Spalletti e Di Francesco.

Capitolo Nazionale azzurra: come annunciato qualche settimana fa dal commissario straordinario Roberto  Fabbricini e dal sub-commmissario Alessandro Costacurta, il prossimo 20 maggio dovremmo conoscere il nome del futuro c.t. In pole position vi è Roberto Mancini, il quale potrebbe liberarsi senza problemi, con un anno d’anticipo, dallo Zenit San Pietroburgo. Per il tecnico jesino è pronto un contratto da circa 4 milioni di euro per due anni ma c’è  il rischio che il club russo possa avanzare delle pretese economiche, aspetto, questo, che frenerebbe l’avanzata verso l’ex allenatore dell’Inter. Alla finestra resta a guardare Claudio Ranieri, figura stimata all’interno della Federazione, il quale non avrebbe problemi e tentennamenti nel salutare anzitempo il Nantes. A ciò bisogna aggiungere l’ipotesi che in vista delle prossime tre amichevoli contro Arabia Saudita, Francia e Olanda, in caso di stallo per quanto concerne la scelta del prossimo c.t., possa sedere nuovamente in panchina Luigi Di Biagio, commissario tecnico ad interim visto già all’opera con Argentina ed Inghilterra.

 

Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close