Garcia sulla graticola, missione tre punti a Palermo.

 

Oggi pomeriggio alle ore 15:00 andrà in scena un match importantissimo per la Roma di Rudi Garcia che è volata in Sicilia per affrontare un Palermo con sete di riscatto dopo le tre sconfitte consecutive. I giallorossi reduci dal flop in campo europeo con la debacle di martedì sera a Borisov, è chiamata ad una prova d’ orgoglio per spegnere i malumori che serpeggiano si all’interno dello staff dirigenziale che all’esterno. Il primo indiziato a dover dare risposte concrete e vincenti è il tecnico Rudi Garcia che dopo le ultime uscite in campionato e la sconfitta in Champions è diventato il capro espiatorio di questa situazione tutt’altro che positiva in casa romanista. Il tecnico francese viene additato di non essere stato all’altezza di gestire l’attuale situazione giallorossa, non è stata gradita la scelta degli uomini in campo nella trasferta di Borisov e pare aver perso brillantezza di fronte ai vari forfait che si sono presentati con gli infortuni dei vari Dzeko, Totti, Keita, Rudiger. La Roma non convince, in campionato è partita con i favori del pronostico, candidandosi a ragion dovuto a regina del torneo. Ed invece dopo solo sei giornate, la truppa giallorossa è ferma a quota undici punti, a quattro lunghezze dal duo Inter e Fiorentina al comando. In Champions League il pareggio interno contro il Barcellona aveva illuso un po’ tutti, per poi ripiombare pesantemente con i piedi per terra con la sconfitta rimediata in Bielorussia, figlia di un primo tempo completamente errato dal punto di vista dell’approccio mentale che ha evidenziato gravi pecche difensive. In questo 2015 non certo positivo per Rudi Garcia, sono ben poche le gare da annoverare per il tecnico francese. Derby vinto il 25 maggio scorso che diede il pass per il secondo posto in classifica e la vittoria contro la Juve nella seconda giornata ,sono questi gli unici squilli di un’annata iniziata sotto tutt’altri auspici. Palermo oggi pomeriggio rappresenterà un banco di prova fondamentale, perdere anche al “Barbera” significherebbe mettere in discussioni le reali ambizioni di questa squadra costruita per vincere e di conseguenza andrebbe valutata anche la posizione del tecnico francese.

Il presidente Pallotta però sembra frenare su un possibile esonero in quanto l’ingaggio di Garcia è molto elevato e considerando il rinnovo contrattuale posto in essere mesi fa, se il francese venisse sollevato dall’incarico, la società giallorossa dovrebbe sborsare una cifra pari a quindici milioni di euro. Un esborso economico che necessita più di una semplice riflessione.

In ottica formazione anti-rosanero, probabile la conferma del “4-3-3” con qualche novità rispetto all’’undici iniziale di cinque giorni fa. In porta ci sara Szczesny non certo impeccabile contro il Bate, Castan tornerà titolare dopo aver disputato solamente la prima giornata di campionato contro il Verona, Manolas sarà il suo partner centrale. Florenzi e Digne sulle fasce completeranno il reparto. A centrocampo il trio dovrebbe essere composto da Nainggolan, De Rossi che ritorna nel suo ruolo naturale dopo le ultime apparizioni da centrale difensivo e Pjanic completamente recuperato dall’infortunio subito. In attacco le scelte di Garcia, complici anche le assenze determinanti di Dzeko e Totti, cadranno su Gervinho, Salah e Iago che dovranno impensierire la retroguardia rosanero.

La Roma è chiamata ad una prova d’ appello da non fallire, in caso di vittoria tornerebbe inevitabilmente il sereno sul quartier generale giallorosso, contrariamente, complice anche la sosta per le nazionali della prossima settimana, si aprirebbe un caso difficile da spegnere, critiche a volontà su un progetto vincente che stenta a decollare e un tecnico che pare non fornire quelle certezze e garanzie che tutti si aspetterebbero.

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close