Il Napoli sbanca l’Olimpico grazie ad una doppietta di Mertens.

Roma Napoli 1 2 doppietta Mertens

I partenopei nel segno di Mertens.

Il Napoli supera per 1-2 la Roma, nell’anticipo delle ore 15, valevole per la ventisettesima giornata di serie A. Nella sfida d’alta quota, è la banda di Sarri ad avere la meglio, che a seguito di questo successo consolida il terzo posto, salendo a cinquantasette punti, a sole due lunghezze proprio dai capitolini secondi. I partenopei dopo la sconfitta di sette giorni fa subita contro l’Atalanta e il ko rimediato in semifinale di coppa Italia al cospetto della Juventus, rispondono presente, conquistando la quarta vittoria consecutiva lontano dal San Paolo, l’ottava complessiva aldilà delle proprie mura amiche.

La Roma, invece, resta inchiodata al secondo posto, con cinquantanove punti all’attivo, con il rischio concreto di veder sfuggire, quest’oggi, la Juventus a dieci punti di distanza, se i bianconeri dovessero fare bottino pieno contro l’Udinese. Per la banda di Spalletti si tratta della prima sconfitta in campionato all’Olimpico, terreno di conquista, fino ad ora, per i giallorossi, in cui avevano inanellato dodici trionfi su altrettante gare. Il match ha inizio con un’azione pericolosa a favore degli ospiti con un colpo di testa a centro area di Mertens che non inquadra lo specchio della porta. Al 26’ gli azzurri passano in vantaggio: assist in profondità di Hamsik per Mertens, il quale sfugge via alla difesa giallorossa e a tu per tu con Szczesny in uscita, lo supera con un pregevole tocco sotto. La Roma stenta ad avere una reazione a tal punto che sono proprio i partenopei ad andare vicini al raddoppio sempre con il folletto belga, che insacca in rete un passaggio in verticale di Insigne.

Il direttore di gara Banti, in questa circostanza, annulla la rete in quanto Mertens commetta un fallo nei confronti di Fazio, intento a liberarsi della sua marcatura. Nella ripresa la banda di Sarri realizza il bis al 50’ con Insigne che ,dalla corsia di sinistra, scodella un assist a centro area per l’accorrente Mertens, il quale non deve fare altro che appoggiare comodamente in rete. Doppietta per il numero quattordici belga che sale a quota diciotto centri nella speciale classifica cannonieri. Gli azzurri non appaiono affatto domi, tentando il tris con Rog, il cui tiro dal limite dell’area viene respinto provvidenzialmente da Szczesny. A questo punto viene fuori la Roma, che con orgoglio ed intraprendenza prova a riacciuffare le sorti della gara. È Salah a procurare un brivido, con una conclusione angolata, dall’interno dell’area, che si stampa sul palo. All’89’ minuto i padroni di casa accorciano le distanze con Strootman che riceve un passaggio invitante, dalla corsia di sinistra, di Perotti, per poi esplodere un tiro in buca d’angolo che si insacca alle spalle di Reina. Terzo centro in campionato per il centrocampista olandese che suona la carica per la banda di Spalletti. I giallorossi pigiano il piede sull’acceleratore ancora con Perotti, autore di una conclusione sul secondo palo, che non inquadra lo specchio della porta per una questione di centimetri.

Nei minuti finali è Nainggolan a scodellare un pallone in area per l’accorrente Salah, ma in questa circostanza è tempestivo Reina ad uscire a valanga, chiudendo i varchi a disposizione del numero undici egiziano. La chance conclusiva del match è per i padroni di casa con un tiro dal limite dell’area di Perotti, deviato da Koulibaly, su cui si fionda Reina, esibendosi in una parata provvidenziale, con la sfera che carambola prima sulla traversa, per poi essere spedita sul fondo proprio dall’estremo difensore azzurro, nel disperato tentativo di impedire a Rudiger di compiere il più facile dei tap-in. Al culmine di tanta sofferenza, gli azzurri esultano al triplice fischio finale decretato dall’arbitro Banti. Il Napoli conquista tre punti fondamentali in ottica secondo posto, acquisendo la giusta autostima ed un’ottima carica psichica in vista della delicata sfida di martedì sera al San Paolo, quando sarà di scena il Real Madrid, nel match di ritorno degli ottavi di finale di Champions League, dove sarà compito di Mertens e compagni ribaltare il 3-1 subito al Bernabeu. Nel frattempo prosegue il silenzio stampa da parte della società partenopea, mentre per quanto riguarda i giallorossi, Luciano Spalletti, ammette che i suoi calciatori non abbiano palesato l’atteggiamento arrembante e aggressivo messo in mostra domenica scorsa a San Siro contro l’Inter.

I capitolini hanno dato segnali di risveglio solamente dopo il doppio svantaggio, un po’ tardi per tentare di rimettere in sesto una gara ampiamente compromessa. Il tecnico di Certaldo, invita i suoi calciatori a non demoralizzarsi in quanto siano nel bel mezzo di un periodo frenetico ma decisivo sia in campionato che in Europa League, dove si avvicina a grandi passi il duello contro il Lione. Spalletti, aggiunge, che la sconfitta in coppa Italia contro la Lazio non sia stata così netta. A suo avviso i biancocelesti, indubbiamente, abbiano ottenuto un prezioso risultato, ma i giallorossi faranno di tutto, al ritorno, per sovvertire tale punteggio. Per quanto riguarda il discorso scudetto, l’allenatore toscano dichiara che ad oggi sia assolutamente proibitivo ,se non impossibile, mettere nel mirino il tricolore. A suo giudizio solamente la Juventus potrà perderlo, affermando che, stando agli ultimi risultati ottenuti dalle dirette concorrenti, la Vecchia Signora abbia nelle mani il proprio destino, senza aver alcun bisogno di guardarsi alle spalle.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close