Juventus – Bologna: La Juve vuol ipotecare lo scudetto battendo il Bologna

Dichiarazioni della vigilia di Allegri e Donadoni e probabili formazioni

Ci avviciniamo a grandi passi verso il finale di stagione.

Stasera,alle ore 20:45, avrà il via l’anticipo della trentaseiesima giornata tra Juventus e Bologna. I bianconeri vorranno conquistare l’intera posta in palio per porre un tassello definitivo sulla conquista del settimo titolo consecutivo, un record per quanto concerne il nostro campionato. Vittoria che darebbe immenso lustro anche a Massimiliano Allegri, in quanto nessun allenatore, in Italia, abbia mai ottenuto la conquista di quattro scudetti di fila. La Vecchia Signora giunge a questa gara da prima della classe con ottantotto punti all’attivo. La Juventus è reduce dalla confortante ed altresì discussa vittoria di San Siro contro l’Inter, mentre in casa, durante questo campionato, Higuain e compagni hanno inanellato ben quattordici trionfi, un solo pareggio e  due sconfitte, segnando quaranta reti e subendone sei.

Il Bologna, dal suo canto, non ha più nulla da chiedere a questa stagione. I felsinei sono dodicesimi in classifica a quota trentanove, distanti sia dalla zona Europa che dalla bagarre per non retrocedere. I rossoblù provengono da una striscia di cinque ko negli ultimi nove confronti, con l’ultimo successo lontano dal “Dall’Ara” che risale addirittura allo scorso 22 dicembre, in occasione del 2-3 in casa del Chievo. La scorsa settimana, una frangia di tifosi felsinei ha contestato l’operato di Donadoni, reo, a loro dire, di essere il timoniere di una squadra apparsa svuotata nella grinta e nel mordente. Conquistare punti all’”Allianz Stadium” non sarà un gioco da ragazzi ma gli emiliani proveranno ad onorare con tenacia tale impegno. Nel frattempo, nella giornata di ieri, sia Allegri che Donadoni sono stati protagonisti in sala stampa in occasione delle consuete conferenze della vigilia.

Questo un estratto delle dichiarazioni più interessanti rilasciate dall’allenatore dei bianconeri: “Abbiamo fatto ottantotto punti, qualche punto in più dell’anno scorso e la corsa scudetto è ancora aperta grazie al Napoli che sta facendo un campionato straordinario. Questi ottantotto punti sono frutto del lavoro, della voglia di cercare di raggiungere gli obiettivi. Dobbiamo vincere altrimenti ci incasiniamo di nuovo, contro un Bologna che gioca bene, ha dei giocatori di qualità, ben organizzato e verrà qui cercando di fare un’impresa e una vittoria storica. Non dobbiamo ripetere Crotone. I ragazzi l’hanno capito e soprattutto in questo momento c’è anche l’entusiasmo che non deve cadere nella presunzione, nella superficialità e nella convinzione che domani la partita sia assolutamente facile. Domani è un altro passo in avanti che dobbiamo fare per lo scudetto. In questo momento non siamo solidi, a Benevento abbiamo preso due gol ma ne potevamo prendere 4-5, dopo il 2-2 Szczesny ha fatto una parata importante. Siamo stati 18 partite senza prendere gol e ora in questo momento abbiamo preso sei gol in quattro partite. Domani ci vuole una partita seria e giusta. Giocano Dybala e Higuain”. Dal quartier generale di Casteldebole, questo il pensiero espresso dal tecnico dei rossoblù, Roberto Donadoni: “Destro è a disposizione ma non dobbiamo dimenticare che viene da un lungo stop. Vogliamo chiudere bene questo campionato poi vedremo quali ragionamenti fare per il futuro. Di certo a Torino non partiamo sconfitti. Se fosse così non varrebbe nemmeno la pena partire”.

Spostando l’attenzione sulle probabili formazioni, Allegri dovrebbe optare per il 4-3-3, al netto delle assenze di Pjanic per squalifica e di Sturaro, De Sciglio, Chiellini, Howedes e Mandzukic  per infortunio. Buffon in porta, Cuadrado adattato al ruolo di terzino destro, Alex Sandro a sinistra. La coppia centrale di difesa sarà formata da Barzagli e Rugani. A centrocampo spazio a Khedira, Bentancur e Matuidi, mentre in avanti Dybala e Douglas Costa agiranno a supporto del “pipita” Higuain. Modulo speculare per il Bologna, che dovrebbe scendere in campo con l’ex Mirante tra i pali, Mbaye e Masina esterni di difesa, centralmente fiducia al duo Romagnoli-De Maio. A metà campo spazio a Nagy, Crisetig e Poli, mentre in attacco Verdi e Orsolini agiranno ai lati della punta centrale Palacio. L’ultima vittoria dei felsinei in casa della Juventus risale alla stagione 2010/2011 grazie ad una doppietta di Marco Di Vaio, mentre nel nuovo impianto dello “Juventus Stadium” ora “Allianz Stadium”, i rossoblù hanno sempre perso, conquistando un solo pareggio, per 1-1 nel campionato 2011/2012, in quel caso al gol di Vucinic rispose Portanova. Tornando al match di stasera, l’arbitro designato per dirigerla è il signor Massimiliano Irrati della sezione di Pistoia.

 

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close