Il Pescara culla il sogno Gilardino per imprimere lo sprint nella lotta salvezza.

Pescara mercato gennaio Gilardino

Mercato di gennaio frenetico in casa biancazzurra. Il Pescara, ultimo in classifica, in coabitazione con il Crotone, a quota nove, ha tutta l’intenzione di scrollarsi di dosso tale situazione alquanto negativa, al fine di lottare strenuamente per agguantare un’ insperata salvezza.

Il Delfino è reduce da otto sconfitte nelle ultime dieci partite di campionato, solamente in due occasioni è riuscita a pareggiare, ovvero con il Cagliari in casa e in trasferta a Palermo, nell’ultimo turno del 2016. Mister Oddo vorrà ripartire proprio dalla prova di forza e carattere sciorinata al “Barbera” per virare dritti verso il conseguimento dell’obiettivo principale in casa abruzzese, ossia quello della permanenza in massima serie. In questa stagione, stando ai numeri, si è creato un mini-campionato nel campionato, un piccolo torneo che coinvolge quattro squadre, ovvero: l’Empoli, il Palermo, il Crotone e per l’appunto gli adriatici.

All’interno di queste compagini sopraccitate, solamente una riuscirà a tagliare il traguardo della salvezza e il Pescara vorrà dire la sua con la tenacia e l’abnegazione di chi dovrà sovvertire un trend alquanto negativo. Il primo passo, per il sodalizio biancazzurro, al fine di migliorare e limare gli aspetti che hanno suscitato maggiori perplessità, andrà compiuto durante questa finestra di mercato. Il club abruzzese appare tra i più attivi, sia sul fronte delle entrate che su quello delle uscite. Tra i primi a sbarcare in terra abruzzese è stato Guglielmo Stendardo, roccioso difensore proveniente in prestito dall’Atalanta ed amico di vecchia data di Oddo, sin dai tempi della Lazio. Oltre a lui, la dirigenza biancazzurra ha ingaggiato dalla Juventus, proprietaria del cartellino, l’attaccante Alberto Cerri, che ha disputato questa prima parte di stagione in serie B, indossando la casacca della Spal. Per il centravanti emiliano si tratta di un ritorno in Abruzzo, considerando che due stagioni fa militò tra le fila della Virtus Lanciano. Altro colpo per rafforzare il pacchetto arretrato è quello dell’arrivo, a titolo definitivo, dal Torino, dell’esperto Cesare Bovo, che nella giornata di ieri ha sostenuto il suo primo allenamento sotto gli ordini del tecnico del Delfino. Con gli innesti di Stendardo e per l’appunto dell’ex granata, si va a puntellare un reparto, che con trentatre reti subite, ha patito particolarmente il salto di qualità dalla serie cadetta alla A. I dirigenti del club adriatico non si sono fermati qui, in quanto dal Boca Juniors è stato prelevato il mediano argentino Cubas, con la formula del prestito oneroso a 150 mila euro, con diritto di riscatto fissato per il prossimo mese di giugno alla cifra di 4 milioni di euro. Sul giovane talento proveniente dai xeneizes vi era la strenua concorrenza di altri club più blasonati ma alla fine il calciatore ha deciso di abbracciare la causa biancazzurra. In dirittura d’arrivo anche il ritorno di Mandragora dalla Juventus.

Il calciatore campano, dopo aver superato i problemi di natura fisica che lo hanno attanagliato per l’intera prima parte di stagione, è pronto a rituffarsi nel clima campionato, tornando ad indossare la maglia del Delfino, con la quale, nel precedente campionato di B, si rese protagonista della cavalcata dei biancazzurri in massima serie. Per quanto concerne l’attacco, invece, nonostante le dichiarazioni di facciata rilasciate dal presidente Daniele Sebastiani, il club adriatico è molto interessato ad accaparrarsi le prestazioni sportive di Alberto Gilardino. Il centravanti piemontese non ha trovato molto spazio con la maglia dell’Empoli e durante questa sessione di mercato, è seriamente intenzionato a rescindere il contratto con la società del patron Corsi. In tal caso, il Gila, sarebbe libero di scegliere la destinazione a lui prediletta e a quanto pare Pescara, potrebbe rappresentare una meta gradita, in quanto troverebbe una maglia da titolare e riabbraccerebbe un suo ex compagno di squadra ai tempi del Milan, ossia Massimo Oddo. Per i prossimi giorni, il popolo biancazzurro, attende con ansia novità positive in tal senso. Qualora dovesse sfumare l’idea Gilardino, resta vivo il pressing su Denis, ex attaccante argentino dell’Atalanta ed ora in forza all’Independiente, mentre sembra tramontare l’ipotesi Paloschi, nonostante sia  in coda nelle gerarchie di mister Gasperini. Sul fronte uscite ,invece, Alberto Aquilani ha rescisso il contratto con la società del patron Sebastiani, accasandosi fino al prossimo 30 giugno 2017 al Sassuolo.

Un addio al veleno, quello da parte dell’ex centrocampista giallorosso, che ha parlato di problemi extracalcistici rilevanti che attanagliano il Pescara e  con la moglie, l’attrice Michela Quattrociocche, che non ha riservato parole piacevoli nei riguardi dei tifosi pescaresi, rei di esser stati poco rispettosi nei confronti di suo marito. Anche Gyomber, fino ad ora poco convincente, potrebbe fare le valigie per accasarsi altrove, così come Fornasier che ha diverse richieste anche in serie B. Mentre il portiere Pigliacelli approderà al Trapani. Porte girevoli in casa Pescara, con l’idea suggestiva Gilardino all’orizzonte, per portare nuovo entusiasmo ad una piazza  che ha chiuso il vecchio anno in un’atmosfera di pesante contestazione. Abbandonare l’ultimo posto sarà l’imperativo imprescindibile e già a partire dalla gara di domenica pomeriggio contro la Fiorentina, Oddo si augura di vedere in campo una squadra rivitalizzata soprattutto dal punto di vista psicologico, con la ferrea volontà di non arrendersi dinnanzi ad un destino che potrebbe apparire già segnato.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close