L’evoluzione dei social media, i più popolari e come hanno cambiato le nostre vite.

 

social media più popolari

Non sarebbe esagerato dire che la tecnologia ha preso il sopravvento nella nostra vita. Dall’invio dei messaggi di posta elettronica tramite il nostro smartphone, alla progettazione e programmazione con i computer portatili, alle milioni di applicazioni smartphone disponibili per il download, la potenza della tecnologia non sta rallentando ma aumentando di giorno in giorno.

Poi sono arrivati i Social media…

Facebook è stato inaugurato nel 2004, ma poche persone avevano capito il funzionamento e coloro che si erano iscritti in realtà non lo usavano abbastanza, ma poi anche la grande F si è sviluppata velocemente tra i giovani prima e gli adulti poi. Twitter e LinkedIn hanno seguito Facebook.

Nel 2016 i social media sono ormai un elemento chiave nella nostra vita quotidiana moderna, ma anche un potente strumento di marketing, un’arma di enorme influenza sulle nostre imprese, per le risorse umane, relazioni pubbliche, pubblicità, ecc…

Qui di seguito ci sono cinque dei più popolari social media:

1. Facebook

Facebook ci ha permesso di avere amici provenienti da tutto il mondo, aggiornamenti condividere, pubblicare foto, caricare video e chattare con l’app messenger di Facebook. Si puo’ sviluppare una sorta di amicizia con professionisti, enti, personaggi pubblici e celebrità che altrimenti non avremo potuto conoscere.

Recentemente, è stato lanciato Facebook Live. Ora il nostro rapporto con gli altri potrebbe essere più reale, perché possiamo interagire con loro semplicemente avviando una diretta streaming. E’ sorprendente per la connettività sociale e per gli scopi educativi.

2. Twitter

Twitter è il secondo social più popolare in tutto il mondo. Tuttavia, è molto diverso da Facebook. Twitter funziona come applicazione di micro-publishing e consente agli utenti di usare solo 140 caratteri o meno nei loro messaggi, denominati “Tweets”.

Con l’hashtag utilizzato frequentemente dai tweeter, si può raggiungere un pubblico più vasto ed essere presenti in qualsiasi parte del mondo.

Twitter è diventato il modo più veloce per far sentire la propria voce all’esterno, sia per le imprese, gli individui, i brand ed anche i governi.

3. LinkedIn

LinkedIn è un social media network “unico”, perché progettato per i professionisti ed organi sociali. In media, sul profilo LinkedIn troverete informazioni su occupazioni passate e presenti, istruzione ed altre competenze professionali.

LinkedIn ha una varietà di vantaggi, e le sue caratteristiche, oltre a consentire ad un utente di pubblicare un CV, permettono di partecipare a gruppi professionali, piattaforme, pubblicare e fare riferimenti di aggiornamento in merito al business chiave.

Mentre LinkedIn è molto simile a Facebook, la sua specializzazione lo ha reso sempre più popolare, collegando le persone con gli ambienti di lavoro e permettendo a queste di sfruttare opportunità lavorative da ogni parte del globo, soprattutto se si parla di lavoro che può essere fatto da remoto.

Con LinkedIn, il tasso di disoccuppazione potrebbe abbassarsi sempre di più.

4. Instagram

E’ diventata l’applicazione dell’anno per come ha raggiunto rapidamente oltre un milione di download. L’applicazione Instagram è disponibile in circa 7 lingue diverse, così da raggiungere diverse aree del mondo.

Instagram è molto facile da usare, ed è questo il suo punto a favore. Le persone amano la semplicità.

L’applicazione permette all’utente di caricare foto, brevi video, e post su attività e qualsiasi altra informazione. Di recente, Instagram ha attivato Stories, che permette di caricare foto e video che rimarranno a disposizione degli utenti per 24 ore.

Tutte queste ed altre chicche spiegano perché l’applicazione Instagram è il brindisi preferito di giovani ed adulti.

In termini di impegno degli utenti, Instagram, attualmente, non è seconda a nessuno. Instagram ha benefici enormi per le imprese. Le aziende possono pubblicizzare il proprio marchio caricando immagini e file legati alla loro attività. Con questa applicazione, si può effettivamente studiare il target dei consumatori adatto per il proprio scopo.

5. Google+

Lanciato nel giugno del 2011 dalla società Google, l’applicazione è abbastanza nuova e consente agli utenti di rimanere in contatto con familiari, amici e fan. Come gli altri siti di social networking, una semplice iscrizione registrerà il nuovo utente di Google+, e questo potrà inserire informazioni personali ed iniziare il viaggio alla scoperta di un nuovo mondo sociale.

Come le altre piattaforme di social media, permette all’utente di caricare foto e condividere cose, ma in aggiunta, permette agli utenti di collegare l’account di Google+ con il loro profilo Twitter o qualsiasi altro account di social media abilitato.

Google plus è anche uno strumento utile agli imprenditori, soprattutto per via del posizionamento SEO delle pagine web.

Commento Finale

I Social Media hanno chiaramente avuto un certo impatto su tutti noi, ma quanto beneficio hanno portato alle nostre vite?

Con questa domanda lascio aperta ogni riflessione personale.

 

Tags

Ale Wonder

Salve a tutti, mi chiamo Alessandro Aru e sono il fondatore/CEO di questo web magazine.Mi occupo di digital marketing, web-social & music, seo & music manager. Sono appassionato di cinema, buon cibo, storia, natura, Fiorentina ed arte in generale.Sono critico ma razionale. ;D un saluto...Ale!

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close