Milan, ipotesi Callejon in caso di partenza di Suso

Circola sempre più insistente una voce di mercato attorno al club rossonero.

Il Milan, incalzato dall’Atletico Madrid, potrebbe cedere uno dei suoi pezzi pregiati presenti nella rosa, ovvero lo spagnolo Suso. Il calciatore più volte è stato ritenuto da Gennaro Gattuso una pedina imprescindibile nel suo scacchiere tattico avanzato, apprezzandone le doti tecniche e i colpi balistici. In questa stagione, il numero otto rossonero, ha collezionato 35 presenze in campionato, impreziosite da 6 gol, disputando, soprattutto dal punto di vista realizzativo, un ottimo girone d’andata. Il calciatore è legato al club di via Aldo Rossi da un contratto in scadenza nel 2022 e su di lui pende una clausola rescissoria da 38 milioni di euro.

Cifra, questa, che sembra non incutere timore all’Atletico Madrid che pare decisamente intenzionato nello sfoderare un’offensiva per far suo l’attaccante esterno iberico, il quale non parteciperà al Mondiale in Russia con la spedizione delle “furie rosse”, non essendo stato convocato dal c.t. Lopetegui. Se Suso dovesse accettare le avances dei “colchoneros”, su quale profilo potrebbe virare il club rossonero? In cima alla lista dei desideri vi è José Maria Callejon, il quale dopo cinque stagioni trascorse sotto l’ombra del Vesuvio potrebbe cambiare aria. Inoltre, con l’approdo in azzurro di Verdi e di possibili altri innesti, lo spazio a disposizione dell’attaccante esterno spagnolo potrebbe ridursi drasticamente, rispetto a quanto avvenuto nel recente passato con Maurizio Sarri al timone della squadra.

Anche su Callejon pende una clausola rescissoria da 23 milioni di euro, una cifra che non crea particolari ostacoli ai club interessati a lui, il Milan su tutti. Il numero sette del Napoli, in questo momento, è in vacanza con la sua famiglia, non essendo stato, anch’egli, convocato dalla nazionale spagnola in vista del Mondiale in Russia. Ad inizio luglio, avrà il primo contatto con il neo tecnico dei partenopei, Carlo Ancelotti, e in quel caso comprenderà se l’allenatore emiliano vorrà puntare su di lui con fermezza, oppure se non rientrerà nel  piano tattico. Con Sarri si espresse al meglio nel 4-3-3, rappresentando un tassello inamovibile e pungente nel cosiddetto “tridente delle meraviglie”, ora con l’avvento di Ancelotti, molto presumibilmente, qualcosa cambierà lì in avanti, sia negli interpreti che nel modulo di gioco. Callejon, invece, se dovesse accettare la proposta da parte del Milan, ritroverebbe un allenatore, Gattuso, strenuo sostenitore del 4-3-3, con la possibilità che lo spagnolo possa rappresentare una freccia nell’arco dei rossoneri. In queste cinque stagioni con addosso la maglia del Napoli, lo spagnolo ha collezionato complessivamente, tra campionato e coppe, 257 presenze, mettendo a segno 74 gol, con la sua migliore annata nel 2013/2014,quando su 52 partite disputate realizzò 20 reti, incarnando, comunque, costantemente una pedina fissa nel gioco della compagine azzurra, sia con Benitez che con Sarri. Si accende l’asse tra Milano e Napoli, in caso di partenza di Suso, un altro spagnolo è pronto ad assumere le redini del tridente d’attacco del “diavolo”.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close