Vermaelen-Roma. Quest’oggi è previsto l’approdo del belga alla Capitale.

chi è Vermaelen
Ecco Vermaelen in una foto scattata al Camp Nou di Barcellona

Si rafforza il reparto difensivo giallorosso. La Roma di Luciano Spalletti è pronta ad abbracciare un nuovo elemento di caratura internazionale e dalla spiccata esperienza: Thomas Vermaelen.

Il calciatore belga atterrerà alla Capitale, quest’oggi, intorno alle 13:30, per poi sottoporsi alle consuete visite mediche. Il roccioso difensore proveniente dal Barcellona, si legherà alla Roma, con la formula del prestito con obbligo di riscatto. Il prestito è fissato a 2 mln di euro, mentre il riscatto si aggira sugli 8 milioni, anche se le richieste del club blaugrana oscillavano sui 12 milioni di euro. Vermaelen rappresenta un ottimo innesto nella retroguardia capitolina. Le sue doti da gladiatore, andranno a sopperire egregiamente all’assenza, piuttosto prolungata, di Rudiger. Formerà con Manolas, un’interessante coppia di centrali, dotata fisicamente e ben organizzata. Vermaelen è predisposto a giocare sia come centrale, che nelle vesti di terzino sinistro.

Fisicità imponente, fa del colpo di testa un suo baluardo. Tra l’altro non disdegna funzioni da centrale di centrocampo anche se l’unico inconveniente è rappresentato da una certa attitudine agli infortuni. Proprio a causa di ciò, la sua esperienza con la maglia del Barcellona è stata alquanto sfortunata e il suo ruolo è risultato, inevitabilmente marginale, nello scacchiere tattico posto in essere da Luis Enrique. Riavvolgendo il nastro della sua carriera, Vermaelen, soprannominato “Verminator” considerando una certa solidità e struttura fisica che ricorda il personaggio televisivo “Terminator”, inizia a muovere i primi passi nell’accademia dell’ Ajax. Nel 2004 viene ceduto in prestito al RKC Waalwijk, per poi tornare in pianta stabile tra i Lancieri dal 2005 al 2009. Con il club biancorosso ottiene la conquista di un campionato olandese nella stagione 2003/2004, due Coppe d’Olanda nel 2005/2006 e 2006/2007 e tre Supercoppe nazionali nel 2005,2006 e 2007. Nell’estate del 2009, Vermaelen, viene ceduto all’Arsenal per una cifra intorno ai 13 milioni di euro. Con i “gunners” diventa capitano e per il tecnico Wenger è un elemento fondamentale nel reparto difensivo. Purtroppo la sua esperienza oltremanica, seppur soddisfacente nel complesso, è costellata da una serie di infortuni che hanno condizionato la continuità di rendimento. Con la maglia dei londinesi disputa, tra campionato e coppe, 150 partite, mettendo a segno 15 goal. In Inghilterra conquista una coppa nazionale nella stagione 2013/2014.

Nell’agosto del 2014, il Barcellona ingaggia il difensore belga, in un’operazione da 15 milioni di euro, più 4,5 di bonus legati al raggiungimento di determinati obiettivi. Purtroppo a causa di ripetuti infortuni, Vermaelen riveste un ruolo di comprimario tra i blaugrana, racimolando in due stagioni la miseria di 21 presenze, coronate da una rete. Seppur da attore non protagonista, il roccioso belga arricchisce il suo palmares personale con la conquista di due campionati spagnoli (2014/2015 e 2015/2016), due coppe di Spagna (2014/2015 e 2015/2016), una Champions League (2014/2015), una Supercoppa Europea nel 2015 e nello stesso anno il Mondiale per club. Con la nazionale belga ha vestito la maglia del suo Paese in tutte le categorie, partendo dall’under 18 fino a giungere alla squadra maggiore, di cui vi fa parte dal 2006. Con il Belgio ha inanellato 55 presenze, siglando un goal, partecipando, tra l’altro, all’ultima spedizione ad Euro 2016. Il futuro di Vermaelen è pronto a colorarsi di giallorosso.

Il difensore, classe 1985, se non dovesse subire gravi infortuni che limiterebbero la sua crescita, potrebbe rappresentare un valore aggiunto ,degno di nota, per la squadra capitolina, con il suo apporto in difesa caratterizzato da esperienza internazionale e fisicità, al fine di garantire ottime prestazioni in vista di un campionato da vivere da protagonista e una Champions da non lasciarsi sfuggire, partendo proprio dal preliminare contro il Porto.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close