L’Atalanta dei giovani può sognare in grande, 0 a 3 al Sassuolo.

Sassuolo Atalanta 0 3 Gomez Caldara Conti
I giocatori dell’Atalanta festeggiano il goal di Caldara, che ha segnato lo 0 a 2 contro il Sassuolo il giorno 6 novembre 2016.

Un fuoco che non accenna a spegnersi. È questa l’immagine più appropriata riguardante l’Atalanta che dopo aver superato per 0-3 il Sassuolo, sale clamorosamente ed inaspettatamente al quinto posto in classifica, a quota ventidue, a pari merito con la Lazio.

Il momento degli orobici è alquanto positivo e sensazionale. Dopo un avvio di campionato assai complicato, con i nerazzurri incappati in quattro sconfitte nelle prime cinque giornate, hanno dismesso i panni da vittima sacrificale di turno per imporre a pieno merito il proprio gioco. Alla base di questa escalation, vi è la mano del tecnico Gian Piero Gasperini che ha completamente rivoluzionato l’undici iniziale, dando spazio a giovani dal prospetto roseo ed interessante. In difesa giganteggia il giovanissimo Caldara, classe 1994, così come lungo la corsia esterna di destra è prezioso il contributo di Conti. A metà campo, geometrie e visione di gioco, passano per i piedi di Gagliardini, fresco di convocazione azzurra da parte del commissario tecnico Ventura, mentre in attacco Petagna ha scalzato la concorrenza dei vari Pinilla e Paloschi, ritagliandosi uno spazio di primissimo livello sul fronte offensivo.

I bergamaschi hanno inanellato ben sette risultati utili consecutivi, numeri importanti che fanno sognare in grande la tifoseria orobica. Al “Mapei Stadium” è andata in scena la rappresentazione massima del momento d’oro della banda di Gasperini. I neroverdi , padroni di casa, sono stati annichiliti dalla forza d’urto e dalla dirompenza di un’Atalanta giovane, arrembante ed aggressiva che ha voglia di vestire i panni da protagonista in questa serie A. A siglare il vantaggio ci pensa il “papu”Gomez abile a ribadire in rete una corta respinta di Consigli su una sua conclusione indirizzata in porta. Il raddoppio, giunge al 24’, con Caldara, astuto nel raccogliere un cross dalla sinistra di Gagliardini, per poi coordinarsi in semigirata al volo, trafiggendo l’estremo difensore degli emiliani. Il tris è servito al 43’ con un gran goal di Conti, dall’interno dell’area, sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Per il Sassuolo resta il rammarico di aver colpito due traverse, con Defrel nel primo tempo e Politano nella ripresa. Troppo poco, però ,per tenere testa ad un’Atalanta cannibale e coraggiosa. Al termine della gara Gasperini elogia i suoi ragazzi, autori fino ad ora di una stagione dai connotati memorabili. Gli orobici non veleggiavano in queste posizioni di classifica, dopo dodici giornate, dalla stagione 2000/2001. L’operato dell’ex tecnico del Genoa è assolutamente sublime. Dopo un inizio stentato, il Gasp ha fatto quadrato all’interno del gruppo e con coraggio ed un pizzico di sana ma proficua incoscienza ha donato le chiavi della squadra ad un manipolo di ragazzi promettenti e dotati tecnicamente. I prossimi impegni, dopo la sosta, contro la Roma in casa, Bologna e Juventus in trasferta daranno importanti indicazioni su fin dove potrà spingersi la Dea.

Di certo Gasperini, allenatore esperto e navigato, non si lascia travolgere da questo periodo alquanto favorevole. A suo dire l’obiettivo principale sarà quello di conquistare i punti per ottenere la permanenza in A, il prima possibile, solo dopo ,in tal caso, si potrà gettare lo sguardo verso altri orizzonti, ma resta il monito ben preciso di non effettuare voli pindarici con la fantasia onde evitare goffe e pesanti cadute in futuro.

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close