Botta e risposta al vetriolo tra Mario Balotelli e il Senatore leghista Toni Iwobi

Botta e risposa al vetriolo tra Mario Balotelli e il Senatore Toni Iwobi

La diciottesima legislatura che sta per nascere, tra l’incertezza più assoluta, vede già una prima polemica piuttosto piccata che ha come protagonisti Mario Balotelli, attaccante del Nizza, e Toni Iwobi,  primo senatore di colore della Repubblica Italiana,  eletto tra le fila della Lega Nord. Di Balotelli, sappiamo molto o quasi: centravanti di origini ghanesi ma nato a Palermo, cresciuto nel bresciano, esploso calcisticamente all’Inter, ora in forza in Ligue 1 nel Nizza, è stato spesso al centro di insulti razzisti provenienti dalle curve degli stadi, salendo alle luci della ribalta, tra l’altro, per una condotta di vita non sempre irreprensibile. Dall’altra parte abbiamo Toni Iwobi, nato in Nigeria ma emigrato in Italia da oltre venticinque anni. Vive in provincia di Bergamo e dal 1993 è iscritto al partito della Lega Nord. Imprenditore nel settore dell’informatica, ha sempre apprezzato le idee del Carroccio, soprattutto per quanto concerne la lotta all’immigrazione clandestina. Il neo senatore ha sempre sostenuto che coloro che arrivino in Italia per delinquere vadano ad intaccare il nome di tutti gli stranieri presenti nel nostro Paese che vogliono lavorare onestamente e rispettando le regole. Fino a qui le storie di questi due personaggi non sembrano intrecciarsi, se non, fino a quando, Mario Balotelli sul suo profilo Instagram, commenta una foto che ritrae Toni Iwobi con addosso una maglia con su scritto: “Stop immigrazione”, accanto al leader della Lega, Matteo Salvini. Super Mario ha commentato ciò, scrivendo: “Forse sono cieco io o forse non gliel’hanno detto ancora che è nero. Ma vergogna!!!”.

A queste parole che fanno il giro dei social, il primo a rispondere è proprio il numero uno della Lega, Salvini, dichiarando che a lui Balotelli non è mai piaciuto né dentro né tantomeno fuori dal campo. Intercettato dai giornalisti, anche il Senatore Iwobi decide di non lasciar correre, rispondendo in maniera piccata alla pungente affermazione di Super Mario: “Balotelli è un ragazzo viziato, non si rende conto di essere un personaggio pubblico. Però per favore non mi interessa rispondergli, ci sono problemi molto più importanti in questo Paese. Non mi interessano queste polemiche, sono polemiche senza senso. Mi stanno chiamando in tanti, ma con tutto il rispetto per Balotelli non mi interessa rispondergli ufficialmente. Sarà un bravo calciatore, ma per il resto non voglio commentare”. Il senatore sessantaduenne, laureato in informatica e titolare di un’azienda nel settore, preferisce glissare, non dando peso alle parole pronunciate dal centravanti del Nizza che a modo suo ha voluto lasciare un commento a margine di queste elezioni politiche che tanto hanno fatto discutere,anche nella tranquilla e laboriosa provincia bergamasca.

 

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close