La Juventus attende il Chievo per dare via allo sprint scudetto.

Juventus Chievo 2017 probabili formazioni
Una foto di Allegri come mister della Juventus.

Questa sera, alle ore 20:45, presso l’avveniristico impianto dello Juventus Stadium, i padroni di casa della Vecchia Signora affronteranno il Chievo, nel match valevole per il trentunesimo turno di serie A.

I bianconeri,primi in classifica, a quota settantaquattro, vorranno proseguire la loro marcia inarrestabile verso il sesto titolo consecutivo di campione d’Italia. In casa, la banda di Allegri, ha ottenuto quindici vittorie su altrettante gare in questo torneo e più in generale sono reduci da undici risultati utili di fila, frutto di nove successi e due pareggi. Il Chievo, invece, appaiato all’undicesimo gradino con trentotto punti all’attivo, giunge a quest’appuntamento dopo due sconfitte consecutive. Lontano dal Bentegodi, gli uomini di Maran hanno collezionato cinque trionfi, un pareggio ed otto ko e questa sera al cospetto di Higuain e compagni non si prospetta affatto un’impresa dai facili connotati. Durante la consueta conferenza stampa della vigilia, Massimiliano Allegri ha innanzitutto posto l’attenzione sul match con i clivensi. A suo giudizio solo da domenica si potrà iniziare a pensare alla sfida di Champions League contro il Barcellona.

Il tecnico toscano dichiara che affrontare i gialloblù non sarà affatto facile ed occorrerà il massimo impegno ed una spiccata concentrazione, perché dopo il pareggio di domenica scorsa al San Paolo, non sono più ammessi ulteriori passi falsi. Fronteggiare la Roma seconda in classifica è un imperativo, in quanto la banda di Spalletti potrà arrivare ad un massimo di 92 punti, motivo per cui l’obiettivo dei bianconeri sarà quello, almeno, di raggiungere quota 93, sottolineando il dato inconfutabile che da qui al termine del campionato bisognerà vincere il maggior numero di partite possibili. Per quanto concerne la probabile formazione, l’allenatore livornese annuncia che non saranno della sfida Pjaca e Mandzukic, con la speranza di recuperare il secondo in vista dell’andata dei quarti di finale di Champions con il Barca, mentre conferma l’utilizzo dal primo minuto di Dybala che addirittura potrebbe essere schierato nel ruolo di centravanti. Sul suo futuro, Allegri afferma che dopo le due sfide contro il Barcellona, si siederà a tavolino con i vertici dirigenziali juventini per discutere di un eventuale rinnovo. Ad oggi il tecnico bianconero vorrebbe restare, considerando gli eccellenti risultati ottenuti e la concreta possibilità di scrivere una pagina storica per il club di corso Galileo Ferraris, con la conquista del triplete, ma nelle prossime settimane, inevitabilmente, il quadro sarà più chiaro.

Rolando Maran, invece, non nasconde le insidie che presenterà lo Juventus Stadium. I bianconeri hanno inanellato trentuno vittorie consecutive in campionato tra le mura amiche, rendendo il loro fortino inespugnabile. Fu proprio il Chievo una delle ultime compagini, che nel settembre 2015, strappò un pareggio allo Stadium, ma parliamo di tutta un’altra storia rispetto a questa attuale, in cui Higuain e compagni veleggiano dritti verso la conquista del tricolore. Il tecnico trentino ha intenzione di concedere meno spazi possibili agli avversari, pur non limitandosi a ritrarsi all’indietro. Per quanto concerne il suo futuro sulla panchina dei veneti, Maran afferma di stare bene dov’è anche se non disdegnerebbe un club in cui le ambizioni fossero maggiori. In merito alle probabili formazioni, Allegri dovrebbe affidarsi al “4-2-3-1” con Buffon tra i pali, Lichtsteiner ed Asamoah lungo le corsie esterne, mentre centralmente fiducia al duo Barzagli-Rugani. La mediana sarà presidiata da Marchisio e Pjanic, invece sulla trequarti opereranno Lemina, Dybala e Sturaro a supporto della punta centrale Higuain.

Maran risponderà con il consueto “4-3-1-2” affidandosi a Sorrentino in porta, Dainelli e Cesar coppia centrale di difesa, Gobbi e Cacciatore lungo le fasce. A centrocampo fiducia al trio Castro, Radovanovic, Hetemaj, con Birsa sulla trequarti pronto ad innescare il tandem d’attacco Pellissier-Inglese. L’arbitro designato per dirigere la sfida è il signor Michael Fabbri della sezione di Ravenna.

I bianconeri sono pronti a dare il via alla fase cruciale della propria stagione, dopo aver conquistato il pass per la finale di coppa Italia, ora è il turno di spianare la strada verso il sesto titolo consecutivo di campione d’Italia, obiettivo principale per Allegri, per poi mettere nel mirino la doppia sfida sensazionale con il Barcellona, fermo restando che l’approdo tra le prime otto d’Europa sia stato giudicato dal tecnico toscano come un traguardo di prestigio da poter migliorare issandosi un po’ più avanti nel percorso.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close