Juventus infallibile: 2-0 alla Dinamo Zagabria e primo posto nel girone.

Juventus Dinamo Zagabria 2 0 Higuain Rugani

Si conclude in maniera impeccabile la fase a girone della Juventus.

I bianconeri dopo aver superato per 2-0 il fanalino di coda della Dinamo Zagabria, archiviano il girone H come primi in classifica, accedendo con pieno merito agli ottavi di finale. La Vecchia Signora dopo un primo tempo non particolarmente entusiasmante, regola i croati nella ripresa, grazie ai guizzi di Higuain e Rugani e complessivamente dimostrando maggior carattere e autorità in campo, costringendo gli avversari sulla difensiva.

Nei secondi quarantacinque minuti è apparsa piuttosto evidente la superiorità tecnica e qualitativa dei padroni di casa che hanno surclassato la Dinamo, dando la sensazione di voler agguantare il bottino pieno al fine di congedarsi da protagonisti in questa prima fase della Champions League. Nel primo tempo, la banda di Allegri ha creato tre pericoli degni di nota, con un tiro di Higuain, un colpo di testa ravvicinato di Pjanic e una conclusione di Mandzukic, ed in tutte e tre le occasioni si è dimostrato insuperabile l’estremo difensore avversario Livakovic. Nella ripresa, la Juventus aggredisce con maggior veemenza la Dinamo Zagabria per poi trovare la rete che spezza l’equilibrio, al 52’, tramite un’azione personale insistita di Lemina, con la sfera che giunge tra i piedi di Higuain, il quale ,dall’interno dell’area, lascia partire un bolide in girata che trafigge il portiere dei croati. Torna al goal il “pipita” che pone il sigillo sulla sua decima rete stagionale tra campionato e Champions League.

I bianconeri, continuano a pigiare il piede sull’acceleratore, galvanizzati dal goal del centravanti argentino e trovano il bis, al 73’, dagli sviluppi di un calcio d’angolo. La palla giunge in area dove Rugani si fa trovare pronto all’impatto con la palla, superando la resistenza di Livakovic. Prima rete in campo europeo per il difensore bianconero che dopo aver siglato un goal nella gara di campionato di sabato scorso con l’Atalanta, bissa tale soddisfazione quattro giorni più tardi. Nei minuti a seguire, Allegri inserisce sul rettangolo di gioco anche Dybala e per una decina di minuti si assiste ad una prova di tridente con la “Joya”, Higuain e Mandzukic a formare la batteria d’attacco. Juventus-Dinamo Zagabria termina così, con il successo ineccepibile dei bianconeri, che volano agli ottavi di Champions,  attendendo con ansia e suspance il sorteggio che avrà luogo lunedì a Nyon, per conoscere quale sarà il prossimo avversario che si troveranno di fronte. Nel girone H, passa il turno anche il Siviglia che a seguito del pareggio a reti bianche al cospetto del Lione, si classifica seconda con undici punti all’attivo, mentre i transalpini, terzi a quota otto, retrocedono in Europa League.

Ai microfoni dei giornalisti, Massimiliano Allegri, commenta con soddisfazione la vittoria ottenuta dai suoi ragazzi. A suo dire, dopo un primo tempo in cui i ritmi sono stati blandi e la Juventus non è riuscita affatto ad imporsi sugli avversari, nella ripesa vi è stata la svolta sperata, con i bianconeri autori di una prova di forza e superiorità, riuscendo nel compito di mettere alle corde i croati. Per quanto concerne il passaggio del turno come primi in classifica del girone H, il tecnico livornese mostra soddisfazione per il primo traguardo stagionale raggiunto. Allegri traccia la strada da percorrere da qui fino alla sosta natalizia, evidenziando che occorreva innanzitutto accedere agli ottavi di Champions e preferibilmente come prima della classe, a seguire bisognerà conquistare sei punti nelle prossime sfide contro Torino e Roma, al fine di consolidare la leadership in campionato ed infine, il 23 dicembre, sarà fondamentale alzare sotto il cielo di Doha, la Supercoppa Italiana nella finale con il Milan. Passaggi obbligati per una compagine costruita in estate per primeggiare sia in Italia che in Europa. Infine, sui possibili avversari da affrontare agli ottavi di Champions, il tecnico juventino non esprime nessuna preferenza. A suo avviso, a questo punto della competizione, tutte le squadre appaiono temibili e competitive, anche se, tra le seconde classificate che potranno uscire dall’urna di Nyon, rappresentano veri e propri spauracchi i vari Bayern Monaco, Manchester City, Paris Saint Germain e Real Madrid, compagini dall’elevata caratura, pronte a dare filo da torcere ad una Juventus lanciata e ambiziosa.

Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close