Roma-Milan e quell’incrocio pericoloso per entrambi gli allenatori

E’ la notte di Roma-Milan. Si accendono i riflettori all’ Olimpico su due squadre al bivio. Novanta minuti che diranno molto sul futuro di entrambi gli allenatori. Garcia da un lato, Mihajlovic dall’altro, tutti e due accomunati dall’impellente bisogno di fare risultato per rinsaldare le rispettive posizioni in panchina. Il tecnico giallorosso dopo  il pareggio rocambolesco di mercoledì al “Bentegodi” è chiamato ad una prova di carattere per non perdere ulteriore terreno nei confronti delle dirette avversarie per il titolo. Nella conferenza stampa della vigilia, il tecnico francese ha puntualizzato lo stato di salute della sua squadra. Ha affermato che De Rossi con ogni probabilità farà parte del match in quanto ha recuperato dai problemi fisici che lo avevano tenuto fuori per la trasferta contro il Chievo. Capitan Totti dopo l’ultima apparizione datata 26 settembre, è tornato nuovamente abile e arruolabile ed è stato convocato per il match. Per ciò che concerne Salah, giungono buone notizie, il problema muscolare pare non essere grave e addirittura potrebbe far parte della spedizione anti-Milan. Garcia è conscio di giocarsi la panchina, un’ennesima battuta d’arresto sarebbe mal digerita dalla dirigenza giallorossa e dal pubblico che già da tanto tempo appare alquanto critico nei confronti della squadra.

Di umore pressoché simile è Sinisa Mihajlovic, la sconfitta rimediata a “San Siro” contro il Bologna ha riaperto ferite mai sopite. I rossoneri  occupano attualmente il settimo posto in classifica a quota ventotto punti, un bottino che non soddisfa affatto i vertici del club. In caso di debacle all’ Olimpico, si aprirebbero scenari nuovi per quanto concerne la guida tecnica della squadra. Restano alla finestra due possibili candidati per sostituire il tecnico serbo, ovvero sia Brocchi, attuale allenatore della squadra primavera dei rossoneri e Marcello Lippi, nome di primissimo piano, corteggiato da Galliani già da molte settimane. Mihajlovic però è intenzionato a non gettare la spugna, e da buon combattente pretende dai suoi ragazzi massimo impegno e tenacia. Per la trasferta di Roma ci sono due esclusioni eccellenti dall’elenco dei convocati, ossia Alex e Cerci. Se per il difensore brasiliano la mancata convocazione è dettata da problemi al ginocchio, per Cerci invece si tratta di mera scelta tecnica, segnale che per il numero undici rossonero la sua esperienza al Milan sta volgendo inesorabilmente ai titoli di coda.

In ottica formazione, Rudi Garcia dovrebbe proporre il consueto “4-3-3” con Szczesny tra i pali, linea di difesa a quattro con Florenzi, Manolas, Rudiger e Digne. A centrocampo rientrano dalla squalifica Pjanic e Nainggolan che completeranno il reparto con De Rossi. In attacco Gervinho e Iago agiranno a supporto della punta centrale Sadiq, considerando che Dzeko dovrà scontare la seconda  giornata di squalifica visto che ieri la corte d’appello ha rigettato la proposta di sconto presentata dai legali della società capitolina.

Mihajlovic  da par suo, risponderà con il “4-4-2” con Donnarumma in porta, Abate e Antonelli esterni con Mexes e il rientrante Romagnoli a far coppia al centro. Nella mediana debutto per Boateng dal primo minuto con Kucka, Bertolacci e Bonaventura  a completare il reparto. In avanti fiducia al tandem Bacca – Niang.

Sfida cruciale all’ Olimpico, crocevia dalle mille emozioni. Paradiso da un lato, inferno dall’altro. Due destini, quello di Garcia e di Mihajlovic che si incroceranno con lo spettro della sconfitta da esorcizzare. È l’ultima chiamata per entrambe le compagini per dare un segnale al campionato prima che gli obiettivi di inizio stagione vengano archiviati in soffitta a partire già da un sabato sera freddo di gennaio.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close