Di Francesco cambia modulo contro il Benevento: ecco le statistiche dell’attacco della Roma nel 2018

La Roma vuole spezzare il tabù interno: contro il Benevento conta solo vincere

I giallorossi si proiettano con massima attenzione verso la sfida di domenica sera contro il Benevento fanalino di coda in classifica. La Roma è reduce dal confortante successo rimediato lo scorso turno al Bentegodi contro l’Hellas Verona, tre punti che hanno spinto la banda di Di Francesco a quota quarantaquattro, al quinto gradino, ad una lunghezza dall’Inter quarta e a soli due punti dai “cugini” biancocelesti al momento terzi. I capitolini non vincevano in campionato dallo scorso 16 dicembre, in occasione dell’1-0 inflitto ai danni del Cagliari, mentre lontano dall’Olimpico la conquista dell’intera posta in palio latitava addirittura dal 5 novembre, ovvero dal 2-4 in casa della Fiorentina. Come detto pocanzi, il successo contro il Cagliari, tra l’altro, resta anche l’ultimo sino ad ora conquistato tra le proprie mura amiche, visto che da lì in avanti i giallorossi hanno inanellato un pareggio, contro il Sassuolo, e due ko al cospetto di Atalanta e Sampdoria.

Il match con il Benevento profuma di ghiotta occasione per invertire tale trend, ma bisognerà mantenere alta la concentrazione e l’attenzione per non incappare in una serata maledettamente storta. Il tecnico abruzzese è probabile che faccia affidamento al 4-2-3-1, apportando tale modifica tattica rispetto al ben più consueto 4-3-3, dovendo fare a meno, altresì, di Pellegrini e Nainggolan fermati per squalifica dal giudice sportivo oltre a Bruno Peres, per motivi disciplinari, essendo stato protagonista, nelle prime ore di lunedì scorso, di un brutto incidente stradale nella Capitale, risultando positivo all’alcol test. Di Francesco, inoltre, si augura che nella gara contro i sanniti l’attacco possa risollevarsi da una situazione decisamente asfittica.

I giallorossi sino ad ora hanno realizzato solamente trentatre centri e nel reparto avanzato fatta eccezione di Dzeko, autore di dieci centri in campionato, per il resto c’è ben poco da sorridere. El Shaarawy ha timbrato il cartellino in cinque occasioni, Under è fermo a quota uno, ossia al gol vittoria realizzato domenica scorsa a Verona, mentre Defrel e Schick sono impalati a zero. Entrambi sono stati vittime di ripetuti infortuni e per quanto concerne l’attaccante ceco, ex Sampdoria, al netto del gol siglato in Coppa Italia contro il Torino, di lui viene ricordata la mega occasione avuta a disposizione contro la Juventus e malamente sciupata, in quello che è stato lo sliding-doors della stagione romanista.

Nel frattempo sul canale telematico argentino lacrackdeportivo.com , Diego Perotti ha rilasciato significative dichiarazioni inerenti la stagione della Roma, per poi lasciare un messaggio, nemmeno poi tanto velato per quanto concerne il suo futuro professionale: “Sfortunatamente abbiamo perso molti punti, abbiamo perso partite che l’anno scorso abbiamo portato a casa e siamo rimasti sorpresi perché pensavamo di avere delle possibilità di vincere lo scudetto. Forse la stanchezza ci ha fatto perdere lucidità e abbassare il livello. Dopo la Coppa del mondo tonerò a casa? Voglio giocare di nuovo al Boca Juniors. Per ora sto bene a Roma ma dopo voglio tornare in Argentina per cambiare la brutta immagine che ho lasciato”.

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close