Una doppietta di Higuain stende il Chievo ed ora testa al Barcellona.

Juventus Chievo 2 0 doppietta Higuain

Juventus schiacciasassi: è questa la definizione perfetta per descrivere il cammino in campionato della Vecchia Signora.

Nell’anticipo serale valevole per la trentunesima giornata di serie A, la banda di Allegri supera per 2-0 il Chievo, grazie ad una sontuosa doppietta di Higuian, che le permette di consolidare il primato in classifica con settantasette punti all’attivo, momentaneamente a nove lunghezze dalla Roma seconda ed impegnata oggi pomeriggio nella delicata trasferta al “Dall’Ara” di Bologna. I numeri dei bianconeri sono entusiasmanti: trentaduesima vittoria consecutiva in campionato tra le mura amiche, la sedicesima su altrettante sfide in questo torneo. La Vecchia Signora è reduce tra l’altro da dodici risultati utili consecutivi, frutto di dieci successi e due pareggi, uno score che lascia presagire, inevitabilmente, un arrivo trionfante dinnanzi al traguardo tricolore.

Il Chievo, invece, resta inchiodato all’undicesimo gradino a quota trentotto. I gialloblù nonostante l’impegno e la volontà profusa, incappano nella quindicesima sconfitta in questo campionato, la nona lontana dal “Bentegodi”. I clivensi dopo aver ipotecato la permanenza in massima serie, sembra che abbino tirato il freno a meno, tant’è che sono reduci da tre ko di fila, con la vittoria che latita dallo scorso 12 marzo. La prima occasione della gara è appannaggio dei padroni di casa con Sturaro che ruba palla a Cacciatore, favorendo ,così, il tiro dalla distanza di Dybala che viene deviato sopra la traversa da un attento Seculin. Al 23’ la Juventus si porta in vantaggio: Dybala supera sulla corsia di destra Radovanovic, per poi servire a centro area un assist al bacio per Higuain che di prima intenzione indirizza la palla sul palo più lontano, in cui l’estremo difensore gialloblù non può nulla. Torna al goal il “pipita” che non timbrava il cartellino in campionato dallo scorso 17 febbraio in occasione del match interno con il Palermo. Nella ripresa la banda di Maran si sveglia dal torpore dei primi quarantacinque minuti e tenta i impensierire Buffon in due circostanze in rapida sequenza: prima con una conclusione dall’interno dell’area di Pellissier e a seguire con un colpo di testa di Meggiorini su assist di Birsa, ma in entrambe le occasioni, il portiere bianconero si dimostra una saracinesca. I padroni di casa continuano a pigiare il piede sull’acceleratore e ci provano con Higuain, il quale ben servito da Dybala, supera con una girata Izco, ma il suo tiro termina di poco a lato.

All’ 84’ minuto i padroni di casa raddoppiano: la “Joya” crea scompiglio all’interno dell’area avversaria, appoggiando poi un passaggio filtrante per Lichtsteiner posizionato sulla destra. Il laterale elvetico, a sua volta, serve al centro per l’accorrente Higuain che dopo aver effettuato una finta su Seculin, indirizza comodamente a rete. Doppietta per l’attaccante argentino e goal numero ventuno in campionato, ventisette complessivi in stagione per un bomber implacabile in area di rigore. L’ultima chance della gara è di marca clivense con Birsa ,dagli sviluppi di un calcio di punizione, ma la sfera sorvola di pochi centimetri il montante. Al triplice fischio finale, Massimiliano Allegri commenta positivamente il successo ottenuto in campionato. A suo avviso la sfida contro il Chievo era di fondamentale importanza per quanto concerne il discorso scudetto. Conquistare il sesto titolo di campione d’Italia di fila assumerebbe connotati da record nel nostro Paese e sarebbe motivo di vanto e prestigio per quei calciatori, che in maglia bianconera, sono stati protagonisti di questi successi a partire dalla stagione 2011/2012. Sulla prossima sfida di Champions League con il Barcellona, il tecnico livornese dichiara che la squadra è pronta ad affrontare i blaugrana. A suo giudizio sarà innanzitutto determinante non subire goal in casa, affermazione che non vorrà dire che i bianconeri si limiteranno sulla difensiva.

Inoltre, non da’ peso alla sconfitta in Liga spagnola di Messi e compagni con il Malaga per 2-0. Per Allegri il clima della Champions accenderà gli animi dei catalani che dovranno essere affrontati con massima concentrazione e spiccato acume tattico. Sul rinnovo del suo contratto, l’allenatore livornese dichiara di stare bene alla Juventus e di avere un ottimo rapporto con i vertici dirigenziali bianconeri, anche se al momento non sia stato ufficializzato nessun prolungamento. Le basi per continuare tale relazione professionale ci sono tutte, molto presumibilmente si metterà nero su bianco al tramonto delle due sfide con il Barca. Rolando Maran, invece, ha ben poco da rimproverare ai suoi uomini. Conquistare punti allo Stadium è un’impresa titanica per le compagini di serie A.

Da circa un anno e mezzo il fortino bianconero è alquanto inespugnabile per ogni tipo di avversario. Il tecnico gialloblù avverte un leggero calo di concentrazione e motivazione da parte della sua compagine, oramai certa di restare in massima serie e distante, altresì, da posizioni europee. Al netto di ciò, però, Maran vorrà concludere nel migliore dei modi la stagione, cercando di conquistare il maggior numero di punti nelle restanti sette gare che lo separano dalla fine del campionato, per suggellare una stagione dai connotati positivi.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close