È la sera di Macedonia-Italia, per gli azzurri è obbligatorio conquistare tre punti

2016 Macedonia Italia formazione

Questa sera, alle ore 20:45, si accenderanno i riflettori sul “Nacionalna Arena Filip II Makedonski” di Skopje per la gara valida in vista delle qualificazioni di Russia 2018 tra Macedonia ed Italia.

Gli azzurri, nel tardo pomeriggio di ieri, sono atterrati nella capitale macedone per poi prendere contatto con l’ambiente circostante e il terreno di gioco. Durante la consueta conferenza stampa della vigilia, il commissario tecnico azzurro Giampiero Ventura ha tracciato il punto della situazione iniziando ad analizzare la vicenda Pellè. A suo dire, l’allenatore ligure, ha sottolineato nuovamente di non aver gradito l’atteggiamento irriguardoso mantenuto dall’attaccante pugliese, mettendo in evidenza una spiacevole mancanza di rispetto non solo nei confronti del c.t., aspetto a suo dire piuttosto marginale, ma soprattutto nei riguardi dei suoi compagni di squadra, elementi di un gruppo che non prevede primedonne e in cui tutti devono remare verso un unico obiettivo con umiltà e abnegazione.

A seguire ha risposto alle critiche piovute addosso da parte dell’ex c.t. Arrigo Sacchi che ha posto l’accento sull’atteggiamento arrendevole degli azzurri per ben 70 minuti al cospetto della Spagna. Ventura risponde, che in effetti i suoi uomini avrebbero potuto esprimersi meglio ed approcciarsi con maggior veemenza nei confronti delle “furie rosse” ma è altresì vero che gli avversari raramente si siano fatti vedere con pericolosità dalle parti di Buffon, visto che l’estremo difensore azzurro si sia dovuto cimentare solamente in un paio di interventi provvidenziali e nulla più. Infine sul match contro la Macedonia, Ventura, vuol tenere tutti sulla corda, mantenendo alta l’attenzione, evitando pericolosi cali di concentrazione. L’obiettivo principale sarà quello di ottenere i tre punti in palio per compiere un ulteriore balzo in avanti in classifica.

In ottica formazione, probabile lo schieramento con il “3-5-2”, con Buffon tra i pali, linea di difesa a tre con Barzagli, Bonucci e Romagnoli, con quest’ultimo chiamato a sostituire Chiellini fermo ai box per una contusione al polpaccio sinistro. Verratti fungerà nelle vesti di playmaker basso davanti la difesa, mentre gli interni di centrocampo dovrebbero essere Bonaventura e Parolo. Lungo le corsie laterali fiducia a De Sciglio sulla sinistra e Candreva sulla destra. In avanti spazio all’attesissimo tandem Immobile-Belotti. Tra le fila macedone grande attenzione sarà rivolta a due conoscenze del nostro campionato, ossia Pandev e Nestorovski, due attaccanti con uno spiccato senso del goal. L’arbitro del match sarà l’olandese Makkelie. Vietato sbagliare per l’Italia con lo scopo di gettarsi dietro le spalle le critiche e i veleni degli ultimi giorni.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close