Come svegliarsi presto senza traumi

Consigli per l’uso: Come superare il trauma della sveglia!


In tantissime mi chiedete come faccio ad essere sempre e comunque mattiniera, anche in pieno inverno, e cosi ho deciso di darvi qualche piccolo consiglio su come superare il trauma della sveglia.

Lo ammetto, io non uso la “sveglia” da anni, il mio orologio biologico sa quando i miei occhi si devono spalancare, e cascasse il Mondo, anche di domenica! La mia è una dote naturale, ma tutti possono diventare un pochino più mattinieri e meno orsi appena svegli, ecco come…
per diventare mattinieri occorre:
  • saper individuare cosa ci rende insoddisfatti al nostro risveglio, per poterlo eliminare o modificare;
  • saper organizzare al meglio la propria giornata.
Il volersi svegliare prima sicuramente è dettato da una serie di obiettivi, forse ci si è resi conto che svegliarsi all’ultimo minuto ci rende nervosi, nevrotici, ci affatica ancor prima di metter piede fuori casa, e ci porta ad essere sempre in ritardo su qualsiasi cosa. Svegliarsi prima per avere più tempo!
Svegliarsi un’ora/due ore prima non deve essere una punizione e non deve comportare un taglio di tempo, per esempio ore di sonno. Svegliarsi prima avendo suddiviso il tempo a disposizione in base a ciò che si deve realmente fare, rallentando il ritmo alla sera.
Di aiuto è visualizzare le cose da fare o scrivere una lista di cose indispensabili da poter svolgere di prima mattina, come ad esempio: preparare il pranzo, sistemare casa, predisporre la lavatrice, o allenarsi. Bisogna cercare di individuare gli “indispensabili” e le piccole cose che portano via del tempo, e saperle svolgere durante alcune mattine, ri organizzando un pò il proprio lavoro casalingo.
Svegliarsi presto non deve significare dormire meno! Munirsi di un buon cuscino e materasso, nebulizzare di olio essenziale di lavanda il cuscino per potersi addormentare serenamente, avere una stanza buia fino alle prime ore dell’alba e quando si è svegli, aprire subito le finestre per far entrare la luce del giorno (ok, in inverno è dura, ma è bello veder sorgere il sole e il penetrare dei timidi raggi solari in casa). Se ci si sveglia un’ora prima, occorrerà imparare a rallentare alla sera e ad andare a letto prima, per non perdere ore di sonno prezioso.
Sapete perché amo svegliarmi prima dell’alba?
 
Amo vedere il sorgere del sole.
Amo il silenzio che vibra in strada prima delle 6 a.m.
Amo allenarmi per sentirmi forte e rinvigorita per tutto il giorno.
Se lavoro fuori casa per oltre 8 ore, riesco a mettere in ordine casa e preparare i piatti del pranzo e della cena senza affannarmi all’ora X.
Amo fare la doccia in silenzio, e godermi la mia colazione ascoltando un Tg.
Amo avere del tempo per me e per le mie bimbe pelose

Amo passeggiare con Bianca, sapendo che durante il giorno potrebbe non fare i suoi lunghi giretti.

Fonte
http://wellnesswithchiarar.blogspot.it/2016/02/consigli-per-luso-come-superare-il.html
Mostrami di più

Wellness WITH Chiara R.

Cresciuta a tarallucci e conti, da buona impiegata amministrativa - gestore del personale, che nascondeva un segreto...alla sera quell'impiegata perfetta metteva le scarpette da ginnastica e allenava a passo di step nelle palestre della sua città. Ho sempre studiato, mi sono sempre documentata per offrire un servizio in più e non solo passi di danza su step. Poi la seconda laurea, in Scienze Motorie Sport e Salute ha coronato questa passione, vissuta solo part time. Il Blog è nato per dar voce alle mie idee, per condividere con qualcuno la mia passione, il mio amore per il fitness, per la sana e corretta alimentazione e per la cura del corpo...non un'ossessione, ma una consapevolezza raggiunta passo dopo passo, sperimentando e compiendo errori, per capire cosa realmente significa "star bene!".Chiara R.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close