Il nuovo stadio della Fiorentina è un progetto bellissimo da 420 milioni. Guarda le foto ed il video.

La Cittadella Viola.

Dopo averci provato nel 2009 i fratelli Della Valle (Diego ed Andrea) questa volta ci credono ed i piani urbanistici per la realizzazione della Cittadella Viola sono a buon punto. La prima pietra verrà posata nel 2019 ed in 24 mesi, quindi nel 2021, la Fiorentina potrà giocare nella sua nuova bellissima casa, che prende spunto dai più bei impianti del mondo per essere uno stadio bello ed innovativo, sotto tutti i punti di vista.

Qui sotto il video della presentazione ed una gallery fotografica relativa al nuovo stadio della Fiorentina:

Le parole di Andrea Della Valle sono chiare:

  • “Abbiamo un parterre emozionante perché è un momento storico per noi, mi viene da dire: “Dove eravamo rimasti 9 anni fa?”, quando presentammo il primo progetto ad un albergo di Firenze. Sono successe tante cose, abbiamo perso tanti anni, la cosa più bella è che oggi presentiamo un progetto operativo, è importante farlo vedere a tutto il popolo viola. Abbiamo ancora dei piccoli problemi da risolvere, ci vorrà un po’ di tempo. Bisognava trovare un luogo, rappresentativo della culla del Rinascimento quale è Firenze. Dovevamo presentarlo qui perché questo dovrebbe essere il primo vero passo per Firenze ma anche per la Regione e per l’Italia. Siamo sicuramente più avanti di Roma a livello di progetto. Dovremo essere un bell’esempio per un Rinascimento viola. Anche se poi bisogna stare attenti a giocare con queste parole. Abbiamo tre plastici con cui vogliamo far capire a tutti cosa intendiamo fare, sapete i sacrifici che ha fatto la nostra famiglia. La giornata di oggi ne è una riprova, anche se è una strada lunga, ma oggi poniamo un simbolico primo mattone. E’ una grande occasione per noi, per come si ragiona del calcio italiano; quando andiamo all’esterno, avendo girato molto in questi anni, troviamo stadi nuovi anche in città sconosciute. Noi siamo indietro come Italia, cercheremo di recuperare e ce la metteremo tutta. Vogliamo lasciare qualcosa a questa città, che lo merita”.

Anche il sindaco di Firenze Dario Nardella ha preso parola:

  • “Non posso nascondere l’emozione per questo momento. Atteso per i tifosi, per la Fiorentina e per l’Italia. La norma che curai con il ministro Delirio consente di fare stadi e impianti sportivi senza avere alibi. Nel 2014, la Fiorentina ha poi manifestato l’interesse di realizzare lo stadio. Nel 2015 abbiamo deciso di demolire la Mercafir, vecchia e non più adeguata. Individuiamo la possibilità dello spostamento, e nel novembre 2016 si avvia una procedura della variante urbanistica dell’area Castello, finalizzata a riorganizzare i volumi. Poi la Fiorentina ha presentato a fine 2016 il suo progetto. Un percorso che è arrivato fino ad oggi passo dopo passo, e credo sia un modo serio di fare le cose. Oggi Firenze e la Fiorentina parlano all’Italia sapendo di poter prendere delle decisioni serie. Il nuovo stadio non sarà una cattedrale nel deserto, come succede spesso in Italia. Questo progetto dello stadio si inserisce in una riqualificazione complessiva del quadrante nord-ovest della città. Si potrà raggiungere lo stadio o dal centro o dall’aeroporto stesso. Ringrazio i Della Valle, nella storia di questa città, nessuna famiglia come i Della Valle si è impegnata in maniera così concreta nella realizzazione del nuovo stadio. Nessuno ha lavorato e creduto prima d’ora ad un progetto del genere. È un investimento per Firenze, vuol dire creare posti di lavoro. Ringrazio gli assessori, e poi i cittadini e i tifosi. Ora davvero Firenze deve dimostrare di essere unita, insieme ai Della Valle, ai tifosi, alla parte politica, al mondo dell’economia. Dimostriamo che quando siamo uniti non abbiamo rivali, lo abbiamo dimostrato nella storia”.
Tags

Wonder Channel Redazione

Siamo la redazione del magazine Wonder Channel, stacanovisti per passione. Siamo gli editori del magazine.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close