Ventura ha le idee chiare in vista del match contro il Lietchtenstein.

Italia Lietchtenstein 12 novembre 2016

Prosegue la preparazione degli azzurri presso il centro sportivo federale di Coverciano, in vista del doppio impegno contro il Liechtenstein, sabato 12 novembre, gara valevole per le qualificazioni ai mondiali di Russia 2018, per poi scendere in campo, nuovamente, martedì 15 a “San Siro” per affrontare i campioni del mondo in carica della Germania ,in un’amichevole di prestigio.

Per quanto concerne il match di sabato a Vaduz, negli ultimi allenamenti, il commissario tecnico azzurro ha provato ripetutamente un “4-4-2” facilmente modificabile in un ultra offensivo “4-2-4”. In porta ci sarà Buffon, mentre la coppia centrale di difesa sarà composta dal duo Bonucci-Romagnoli. Sul fronte di destra fiducia a Zappacosta, pronto a debuttare dal primo minuto con la maglia della nazionale, sul fronte opposto spazio a De Sciglio. La mediana sarà presidiata da Verratti e De Rossi, mentre sull’out di sinistra, con ogni probabilità, sarà presente Bonaventura, sull’altro lato Candreva, con entrambi che avranno compiti sia di ripiegamento in fase di non possesso che di libertà di inserimento in caso di folate offensive. In attacco sicuro di una maglia da titolare Belotti, mentre nelle vesti di partner vi è un ballottaggio tra Immobile ed Eder con il primo favorito nel partire dall’inizio. Nella giornata di ieri, hanno rilasciato importanti dichiarazioni alcune new-entry della comitiva azzurra come Cataldi e Lapadula ed anche Pavoletti ha espresso le sue idee sul modulo di gioco adottato dal c.t. Ventura. Il centrocampista in forza alla Lazio, si è definito orgoglioso di far parte del gruppo azzurro. In questi giorni di allenamento a Coverciano sta carpendo molti segreti da parte di compagni di squadra molto più esperti di lui, motivo per cui è assolutamente felice di mettersi al servizio e di conquistare con impegno ed umiltà la fiducia da parte del commissario tecnico. Anche Lapadula, fresco di convocazione dopo il forfait rimediato da Gabbiadini, ha espresso soddisfazione per la chiamata da parte del c.t. Ventura. L’attaccante rossonero ringrazia l’amministratore delegato, Adriano Galliani, per avergli concesso l’opportunità di approdare in serie A vestendo la maglia di un club glorioso, come lo è il Milan, senza poi dimenticare la precedente esperienza tra la fila del Pescara, in cui si rese  protagonista, con i suoi trenta goal, della cavalcata in A della compagine abruzzese. Lapadula ha parole di stima anche per il suo ex allenatore, Massimo Oddo, che in una recente intervista aveva affermato di vedere bene la punta piemontese al centro dell’attacco rossonero, superando nelle gerarchie il più quotato Bacca.

Pavoletti, invece, sta apprezzando tantissimo l’operato del c.t., i suoi metodi d’allenamento sono interessanti e proficui al fine di  imbastire ottime trame di gioco in avanti. Per quanto riguarda il suo partner ideale, il centravanti del Genoa non manifesta preferenze, trovandosi a suo agio con tutti, vedendo migliorare a vista d’occhio il feeling con i vari compagni di reparto che si alternano al suo fianco. Mentre riecheggiano, ancora, le parole pronunciate dal “gallo” Belotti, nella conferenza stampa di martedì, in cui ha lanciato un monito ai ragazzi, ossia invitandoli a crederci sempre, a non mollare mai, soprattutto nei momenti più difficili. Così come fece lui quando gli eventi erano avversi. Non bisogna mai scoraggiarsi perché solo con questo approccio psicologico si potranno raggiungere vette importanti. Infine su questo ringiovanimento della rosa messo in atto dal c.t. Ventura, Belotti è molto soddisfatto di ciò e si sente particolarmente coinvolto, essendo lui l’emblema di questa rivoluzione azzurra che porterà, si spera, ad una squadra con elementi nuovi ed inediti in vista dell’impegnativo banco di prova di Russia 2018.

Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close