La Lazio a Marassi con l’intento di superare lo shock del derby.

Sampdoria Lazio 10 dicembre 2016 formazioni
Keita Balde esulta dopo aver segnato il goal del pareggio contro il Napoli al San Paolo, nella partita del 5 novembre 2016. Credits: SS Lazio

Si apre quest’oggi il sedicesimo turno di campionato di serie A. Alle ore 20:45 andrà in scena un anticipo molto interessante e suggestivo che porrà di fronte la Sampdoria alla Lazio.

I blucerchiati sono reduci dalla vittoria conquistata nell’ultimo turno ai danni del Torino e vorranno proseguire nella striscia positiva di risultati tra le mura amiche in cui hanno inanellato quattro successi consecutivi. La banda di Giampaolo è galvanizzata dagli ultimi trionfi ottenuti sia in campionato che in coppa Italia, risultati che la attestano tra le compagini più organizzate e ambiziose presenti nel nostro panorama calcistico. Attualmente i doriani occupano il nono posto in classifica, a quota ventidue, cifre entusiasmanti per una squadra che sembra non volersi porre dei limiti. Nella giornata di ieri, il tecnico abruzzese Marco Giampaolo, febbricitante, non ha rilasciato dichiarazioni, mentre a prendere la parola dinnanzi alle telecamere di Premium Sport, è stato il vice ,Francesco Conti, che ha analizzato il momento in casa blucerchiata. A suo dire la Samp sta disputando una buona stagione, costellata da vittorie prestigiose anche al cospetto di compagini di alto rango.

Il  secondo di Giampaolo prosegue affermando che tra i punti di forza dei blucerchiati vi è lo spiccato spirito di gruppo ed un’elevata predisposizione al sacrificio. Ovviamente restando sempre con i piedi ben saldi a terra, l’obiettivo principale del club ligure sarà quello di conquistare il prima possibile quota quaranta punti per non incorrere verso inutili rischi in zona retrocessione per poi mirare traguardi insperati ad inizio stagione. Tutt’altra atmosfera si respira, invece, nella sponda laziale. I biancocelesti sono reduci dal ko rimediato nel derby capitolino, debacle che ha interrotto la striscia positiva di nove risultati utili consecutivi. Le scorie della stracittadina non sono state ancora del tutto metabolizzate dal tecnico Simone Inzaghi che durante la consueta conferenza stampa della vigilia è tornato a parlare della sfida contro i giallorossi, puntando il dito verso la direzione arbitrale. A suo avviso sono stati tre gli episodi che hanno condizionato negativamente la squadra biancoceleste. Innanzitutto l’ammonizione rifilata a Biglia dopo venticinque minuti di gara, una decisione ingiusta a seguito di un intervento falloso inesistente del centrocampista argentino ai danni di Bruno Peres, ammonizione che poi ha tolto grinta e smalto al capitano della Lazio. A seguire, in occasione del battibecco tra Strootman e Cataldi, non andava espulso solo il giovane mediano biancoceleste ma anche l’olandese reo di aver gettato dell’acqua sul volto dell’avversario. Ed infine, sempre secondo Inzaghi, andava decretato un penalty a favore dei suoi ragazzi per un evidente tocco con il braccio di Strootman all’interno dell’area.

Episodi incriminati che non dovranno fungere da alibi ma su cui bisognerà riflettere in vista delle prossime occasioni. Per il resto, il tecnico biancoceleste pone lo sguardo sulla sfida di Marassi, gara che si preannuncia intensa e complicata, gara in cui bisognerà tornare alla vittoria per scrollarsi di dosso le ultime delusioni che rischiano di cancellare quanto di buono sia stato compiuto negli ultimi mesi. Simone Inzaghi conferma la fiducia al portiere Marchetti e al difensore centrale Wallace, autori di prestazioni piuttosto rivedibili nella stracittadina romana, ribadendo che l’obiettivo dei capitolini sarà quello di continuare a stazionare nei quartieri alti di classifica.

Per quanto riguarda le probabili formazioni, Giampaolo si affiderà al collaudato “4-3-1-2” con Puggioni tra i pali, Pereira e Regini esterni difensivi, la coppia centrale sarà composta da Silvestre e Skriniar. Barreto, Torreira e Linetty comporranno la mediana, mentre Bruno Fernandes agirà sulla trequarti a sostegno del tandem d’attacco Muriel-Quagliarella. Inzaghi risponderà con il “4-3-3” con Marchetti in porta, Basta e Radu esterni di difesa, centralmente agiranno Wallace e il rientrante De Vrij. A metà campo spazio al trio Parolo, Biglia, Milinkovic-Savic, mentre in attacco a sostengo della punta centrale Immobile, vi saranno Felipe Anderson e Lulic, con quest’ultimo collocato in posizione avanzata per sostituire Keita piuttosto acciaccato. L’arbitro del match sarà il signor Russo di Nola. I blucerchiati per continuare a imporre la legge del Ferraris, gli aquilotti per cancellare l’amarezza del derby e tornare al successo per stazionare in orbita Europa. Molti gli spunti d’interesse per una sfida che si preannuncia accesa e con continui capovolgimenti di fronte, considerando lo spirito arrembante di entrambe le compagini.

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close