Bufera in casa Samp ed esplode il caso Cassano

Lite tra Cassano e Romei

La sconfitta nel derby della Lanterna ha lasciato strascichi polemici all’interno del club blucerchiato.

Nella giornata di ieri, presso il centro sportivo “Mugnaini” di Bogliasco si è temuto il peggio, con la presenza di poliziotti a presidiare, con l’intento di intervenire, qualora fosse degenerata la contestazione da parte dei tifosi. Ai supporters doriani non è andato giù l’atteggiamento arrendevole dei calciatori in occasione della stracittadina, conclusasi con un perentorio 0-3 a favore del “grifone”. Più in generale, è l’intera stagione ad aver reso i tifosi insoddisfatti e arrabbiati. La matematica salvezza, paradossalmente è avvenuta proprio domenica, nonostante la sconfitta, ma tutto ciò ha comunque aperto vari fronti polemici. Innanzitutto appare ai titoli di coda il rapporto tra Montella e la Sampdoria. Il benservito espresso dal direttore sportivo Osti davanti ai microfoni dei giornalisti, parlando di “prestazione indegna da parte dei blucerchiati”, non è stato gradito all’ “aeroplanino” che ha risposto in maniera piccata, dando la piena sensazione che l’idillio tra le parti sia solamente un pallido ricordo.

L’ex tecnico viola, molto probabilmente, siederà per l’ultima volta sulla panchina doriana, sabato pomeriggio contro i campioni d’Italia della Juventus. Attorno al suo nome sono stati accostati gli interessamenti da parte del Milan e soprattutto della nazionale italiana, con Tavecchio che vede in Montella il miglior commissario tecnico per sostituire Antonio Conte. Inoltre anche il presidente Ferrero è finito nell’occhio del mirino. Di fronte al pubblico blucerchiato ha perso in quanto a credibilità e il suo uscire di scena, domenica scorsa durante il derby, a dieci minuti dal termine, è sinonimo di un presidente a forte rischio contestazione. Dulcis in fundo, nella giornata di ieri è rimbalzata una voce su una lite furibonda negli spogliatoi, al termine della gara contro il Genoa, tra Cassano e l’avvocato Romei, braccio destro del presidente Ferrero. Un confronto duro, dove sono volate parole grosse. La società doriana ha tentato di ridimensionare l’accaduto, smentendo tutto ciò ed escludendo che potesse esser applicata la clausola “anti-cassanate”, ma è evidente che per “fantantonio” l’esperienza con la maglia blucerchiata sia giunta al tramonto.

Ovviamente, la sconfitta nel derby della Lanterna è solamente la punta di un iceberg, di un malcontento figlio di scelte di mercato errate, cessioni discutibili che hanno penalizzato l’intera squadra e di un esonero, quello di Zenga, giunto frettolosamente, in cui ha influito pesantemente l’opinione del pubblico blucerchiato. In questa ultima settimana di campionato, i doriani dovranno cercare di trovare un minimo di tranquillità all’interno per affrontare dignitosamente la sfida contro la Juventus e poi, al “rompete le righe”, i vertici dirigenziali della Samp avranno il compito di ricompattare l’ambiente e studiare nuove strategie, a partire dalla guida tecnica per programmare una stagione di tutt’altro profilo rispetto a quella attuale e con l’intento principale di chiudere il campionato che verrà davanti il Genoa, visto e considerato che da due anni consecutivi i rossoblù si posizionano puntualmente avanti ai “cugini” blucerchiati.  Bufera e clima di contestazione a Bogliasco, mai salvezza ha avuto un profumo così tanto amaro e rabbioso.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close