Neuroscienze ed Olfatto: il collegamento tra naso e cervello

Neuroscienze ed Olfatto
La percezione degli odori è questione di neurochimica.

Cosa si cela dietro un gesto tanto semplice ed istintivo quale il sentire un odore?
Ce lo spiegano i ricercatori della School of Medicine della University of Pittsburgh, che in una recente relazione del Proceedings of the National Academy of Sciences ci rivelano i principi fisici che si muovono dietro le quinte dell’olfatto.

L’olfatto e i suoi segreti

Quando inaliamo un odore, migliaia di molecole giungono vorticosamente fino al fondo del naso, per poi connettersi a degli specifici recettori. Questi inviano dunque un segnale al cervello, che riconosce così la sostanza.
Ma come può questo apparato distinguere tra la miriade di odori che giungono continuamente nelle nostre narici?

Negli ultimi decenni i neuroscienziati hanno cercato di rivelare come la natura svolge questi due compiti: selezionare uno ed un solo tipo di recettore olfattivo per ciascun neurone e allo stesso tempo assicurarsi che tutti le altre tipologie di recettori vengano rappresentate nella totalità della popolazione dei neuroni.”

– evidenzia a Science Daily il dr. Xing, professore della Pitt School of Medicine.

Il suo team di ricerca avrebbe individuato il meccanismo fisico attraverso cui questo problema viene risolto. Questo si basa su un principio noto in fisica col nome di Cooperatività, già noto per la sua rilevanza nella trattazione della Termodinamica.

Questo consisterebbe nella capacità di un elemento del sistema, nel nostro caso di un recettore, di interagire con gli altri, alterandone l’attività. Le prove sperimentali dimostrano che l’olfatto segua questo modello: i segnali ricevuti dall’esterno modificano il sistema di neuroricezione, impostando una gerarchia tra gli odori annusati.

“Siamo impressionati da come la natura possa aver risolto lo scoraggiante processo ingegneristico dell’espressione dei recettori olfattivi in un modo così semplice”, dichiara il dr. Xing, tuttora all’opera nel perfezionamento della sua teoria attraverso nuovi test.

Fonti:
–    Xiao-Jun Tian, Hang Zhang, Jens Sannerud, Jianhua Xing. Achieving diverse and monoallelic olfactory receptor selection through dual-objective optimization design. Proceedings of the National Academy of Sciences, 2016; 201601722 DOI: 10.1073/pnas.1601722113

–    Insight into the Mistery of Smell (Science Daily),
https://www.sciencedaily.com/releases/2016/05/160509191004.htm

Wonder Channel Redazione

Siamo la redazione del magazine Wonder Channel, stacanovisti per passione. Siamo gli editori del magazine.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close