I bianconeri dopo la conquista della Coppa Italia si apprestano a festeggiare il settimo titolo di campione d’Italia di fila

La Juventus torna con la testa al campionato: è di nuovo “missione Olimpico”

I bianconeri, nel primo pomeriggio di ieri, hanno fatto ritorno a Torino dopo la strepitosa vittoria in Coppa Italia che ha permesso alla banda di Allegri di alzare al cielo, per la quarta volta di fila, il trofeo nazionale. Il successo per 4-0 sul Milan ha messo in mostra una Vecchia Signora famelica, agguerrita, vogliosa di scrivere la storia, grazie a degli interpreti fantastici, un gruppo dalle stimmate vincenti. L’atterraggio avvenuto presso l’Aeroporto di Torino-Caselle è stato accolto da una manciata di tifosi festanti, nessun bagno di folla, in quanto, oramai, i supporters juventini sono abituati a trionfi del genere.

La squadra, nel frattempo, ha usufruito della giornata libera per poter recuperare forze ed energie dopo una nottata festante, al fine di prepararsi al meglio in vista dell’allenamento odierno previsto alle ore 11 e  quello di domani, prima della partenza nuovamente per la Capitale in vista della gara di campionato, in programma domenica sera alle 20:45, contro la Roma. Sarà sufficiente un pareggio per poter centrare il prestigioso titolo di campione d’Italia per la settima volta consecutiva. In quel caso, il ritorno a Torino previsto per le prime ore di lunedì, di sicuro sarà accolto da un bagno di folla, pronto ad osannare i propri beniamini.

La settimana che si appresta ad entrare, invece, sarà focalizzata sulla festa che si terrà per le strade del capoluogo piemontese, con il passaggio del pullman scoperto, oltre alla premiazione della squadra e dello staff tecnico che si terrà a margine della sfida casalinga con l’Hellas Verona, match  che chiuderà l’ennesima stagione trionfale dei bianconeri. Una volta archiviato il discorso campionato, in casa Juventus sarà tempo di progettare il futuro. Si preannuncia, inevitabilmente, un’estate calda, caratterizzata da una rivoluzione negli uomini.

Al momento si prevedono parecchi addii, soprattutto per quel che concerne la vecchia guardia, con Buffon che abbandonerà il calcio giocato, Asamoah che si trasferirà all’Inter e i vari Lichtsteiner e Marchisio che lasceranno la Vecchia Signora per approdare all’estero. Qualche punto interrogativo anche sul futuro di Khedira, così come su Mandzukic, sul quale, negli ultimi giorni, è stato accostato un forte interessamento da parte del Milan. Per adesso sono solo rumors, ma anche per quanto riguarda Dybala, non è così scontata una sua permanenza anche per la prossima stagione. La “Joya” è corteggiato dal Bayern Monaco e non è da escludere che in caso di un doppio colpo in attacco da parte della dirigenza bianconera, l’attaccante argentino possa salutare i suoi attuali compagni di squadra.

In entrata, sono praticamente certi gli arrivi di Caldara e Spinazzola dall’Atalanta, mentre è più di una suggestione l’ingaggio di Darmian, oramai ai margini del progetto di Mourinho nel Manchester United. Tornando a parlare di attacco, prende piede l’idea Morata che non ha mai nascosto di voler tornare in Italia e preferibilmente alla Juventus, club che lo lanciò sul grande palcoscenico europeo. La sua esperienza al Chelsea non è stata memorabile, ragion per cui l’attaccante spagnolo potrebbe far ritorno sotto l’ombra della Mole. Con lui potrebbe trasferirsi dall’Inghilterra anche un altro calciatore di altissimo livello, ossia Anthony Martial, stimato e corteggiato dal d.g Marotta e dal d.s.Paratici, un profilo, quello dell’attaccante del Manchester United, che donerebbe un tocco internazionale ad una squadra che continua a nutrire come obiettivo principale, al limite dell’ossessione, quello della conquista della Champions League.

Infine, spostando l’attenzione sulla guida tecnica della squadra, al momento sono alte le quotazioni di Massimiliano Allegri di rivederlo, anche per la prossima stagione, al timone della Vecchia Signora. La conquista del quarto “doblete” consecutivo ha consolidato ulteriormente  la posizione del tecnico livornese che fra qualche giorno si siederà con i vertici dirigenziali della Juventus al fine di concordare il piano programmatico per la prossima annata.

 

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close