Il Presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, a 360 gradi su Sarri e sul futuro della squadra azzurra

Aurelio De Laurentiis a ruota libera su Sarri e sulla questione scudetto

Giornata di dichiarazioni alquanto interessanti, quella di ieri, a margine dell’incontro tenuto dal Presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, presso la sala stampa del centro sportivo di Castel Volturno, al fine di presentare il prossimo ritiro estivo della compagine azzurra, che si terrà per l’ottava volta consecutiva a Dimaro, dal 10 al 30 luglio. Alla presenza dei giornalisti, il patron del club partenopeo non ha lesinato affermazioni, per nulla affatto banali, sul futuro di Maurizio Sarri, su quello che è stato il duello scudetto con la Juventus, per poi lanciare qualche anticipazione sulla prossima campagna acquisti. Parlando dell’attuale tecnico azzurro, De Laurentiis ha tenuto a precisare: “Con Sarri abbiamo appuntamento per la settimana prossima. Mi auguro che resti, ma non posso costringerlo per forza. In questo momento, sta preparando una partita fuori casa. Non vi dovete preoccupare, io sono sereno e tranquillo. L’ho scelto io con il parere e i dubbi di tutti. Noi non dobbiamo fare nulla, ha fatto tre anni importanti. In un rapporto c’è sempre una reciprocità, lui ha dato tanto al Napoli e il Napoli ha dato tanto a lui”.

Parlando, invece, della corsa scudetto che sino a qualche settimana fa evidenziava un testa a testa con la Juventus, risoltosi poi a favore dei bianconeri, questo il commento da parte di De Laurentiis: “Vediamo di vincere nelle prossime due partite, in modo da poter dire a chi ha creato casino: “Strunz”!. Così vediamo se sono reali questi punti che mancano. Se dovessimo mantenere questa distanza di sei punti anche a fine campionato, vorrà dire che gli otto punti che mancano per mancate applicazioni della VAR e comportamento discutibile degli arbitri danno lo scudetto al Napoli. Dobbiamo dire le cose come stanno, non dobbiamo avere paura. In Italia, questo atteggiamento silente porta ad accettare le mafie, anche di Stato. Il nostro è il Paese più inquinato del mondo. E la colpa è anche nostra. Del nostro silenzio”. Spostando l’attenzione sulla prossima sessione di mercato estiva, ADL lancia un rumor, senza specificare, però, l’identità dell’attaccante in questione: “Abbiamo preso una prima punta da venti gol che stiamo valutando, non è un esterno e quindi non inficia in alcun modo i nostri attaccanti, esterni e uomini offensivi”.

Infine, tornando nuovamente sul discorso inerente Maurizio Sarri, il Presidente del Napoli ha tenuto a ribadire: “Per me, il signor Sarri ha avuto una bellissima esperienza qui e ci ha dato dei grandi risultati. Mi auguro che rimanga, come noi è venuto dalla serie C. Questi tre anni con noi gli sono stati utili per fare lui stesso un salto di qualità esperienziale. Abbiamo investito su di lui per tre anni, ci auguriamo che i risultati possano essere ancora maggiori. Non è solo una questione di prezzi di mercato, ma anche di lavoro sul campo. Penso a Callejon, che al Real non giocava e che da noi ha segnato fino ad entrare con la nazionale spagnola. Quest’anno avevamo già considerato un piccolo crollo a marzo dopo aver messo tanta benzina per i preliminari. Non ho ancora parlato con Sarri, lui è uno votato al lavoro. Non c’è nient’altro che lo interessi al di là del lavoro. Se è difficile parlargli, per i familiari, io cerco di essere il meno invadente possibile. Poi arriva un momento in cui bisogna parlare. E’ chiaro che Napoli è una situazione difficile, che va vissuta con filosofia. Non è che questi problemi così complessi ci siano solo a Napoli, ma anche in altre città d’Italia”. Un De Laurentiis a 360 gradi, quindi,  mai indomito, con lo sguardo rivolto al futuro con costante ambizione.

Tornando a parlare di calcio giocato, invece, gli azzurri quest’oggi saranno impegnati in una seduta d’allenamento a Castel Volturno, mentre nella giornata di domani è prevista la partenza per Genova,considerando la sfida di campionato, in programma domenica sera alle 20:45, contro la Sampdoria. La settimana prossima, il gruppo azzurro tornerà ad allenarsi di martedì e la sera del medesimo giorno si terrà la cena di fine anno, in un locale sito nella parte alta del Vomero, in attesa, poi, di chiudere in bellezza nel match casalingo di domenica 20 maggio al cospetto del Crotone.

 

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close