Inghilterra gelata. Il russo Berezutski pareggia allo scadere.

Le ore che anticipano Inghilterra-Russia, match valido per il girone B di Euro 2016, sono scandite da atti di becera violenza urbana tra hooligans oltremanica, russi e marsigliesi. Si contano svariati danni, arresti da parte delle forze dell’ordine e un tifoso inglese è stato ricoverato in gravissime condizioni. Marsiglia come teatro di scontri che fanno tornare in mente, scene oramai archiviate, risalenti al 1998, quando in occasione dei mondiali in Francia, gli hooligans si resero protagonisti di atti di violenza estrema contro supporters tunisini. Sul campo, invece, Inghilterra-Russia si è conclusa con il punteggio di 1-1, un risultato che profuma di beffa per i ragazzi di Hodgson passati in vantaggio al 73’ con Dier su calcio di punizione per poi essere riacciuffati da uno stacco aereo di Berezutski in pieno recupero. Buona Inghilterra soprattutto nel primo tempo quando ha schiacciato i russi nella propria metà campo ma ha evidenziato il difetto di non chiudere le sorti del match, soffrendo particolarmente la riscossa degli uomini di Slutski dopo la rete dello svantaggio. Impeccabile la direzione di gara dell’arbitro italiano Rizzoli, dimostrando autorevolezza e sicurezza per l’intero svolgimento del match.

Roy Hodgson, vecchia conoscenza del calcio italiano alla guida di Inter ed Udinese, schiera i suoi ragazzi con il “4-1-4-1”: Hart tra i pali, Walker e Rose esterni difensivi, mentre Smalling e Cahill agiscono centralmente. Dier funge da playmaker davanti la difesa con Lallana e Sterling nel ruolo di esterni di centrocampo. Rooney e Alli sono i due interni prescelti sulla mediana. In avanti la punta di riferimento è Kane. Il c.t. russo Slutski risponde con il “4-2-3-1”: Akinfeev in porta, Ignashevich e Berezutski a comporre la coppia centrale di difesa. Lungo le corsie laterali spazio a Smolnikov e Schennikov. Il duo in mediana è formato da Golovin e Neustadter, mentre Kokorin, Shatov e Smolov agiscono a supporto dell’attaccante centrale Dzyuba.

La prima occasione della gara è di marca inglese con Walker che serve Lallana, il quale esplode un tiro che viene deviato sopra la traversa da Akinfeev. A seguire è ancora la nazionale dei tre Leoni a rendersi temibile con un colpo di testa a centro area di Alli, con Kane che arriva all’appuntamento con la sfera con un attimo di ritardo. Ancora Inghilterra all’arrembaggio con Smalling che di testa, su cross da calcio d’angolo, impegna l’estremo difensore russo. La compagine guidata dal c.t. Slutski si fa vedere dalle parti di Hart con Ignashevich che si rende pericoloso con un colpo di testa, ma è abile il portiere inglese ad intercettare la sfera senza creare patemi. Poi è il turno, nuovamente, di Lallana che dall’interno dell’area di rigore estrae dal cilindro una conclusione angolata che si spegne di poco sul fondo, mentre l’ultima chance della prima frazione di gioco porta la firma di Rooney, il quale riceve palla da Alli e la sua conclusione indirizzata verso la porta, viene respinta con i pugni da un attento Akinfeev.

Nella ripresa il primo sussulto porta la firma di Dier che devia di testa, verso la propria porta, un corner calciato a favore della Russia. In questo caso è superlativo Hart nel non farsi cogliere impreparato. Ancora i russi in avanti con Smolov che  inventa un tiro da fuori area indirizzato verso il palo più lontano con la sfera che esce di poco a lato. L’Inghilterra torna in avanti con Rooney che effettua una conclusione pericolosissima dall’interno dell’area, trovando dinnanzi a sé la risposta provvidenziale di Akinfeev che devia la sfera sulla traversa. Al 73’ i ragazzi guidati da Roy Hodgson si portano in vantaggio con Dier, abile a calciare una punizione dal limite che trafigge un Akinfeev non esente da colpe. Gli inglesi non si accontentano e cercano il bis con Lallana con un tiro potente sul primo palo che si spegne non distante dalla porta. Quando tutto sembra indirizzarsi verso l’1-0 per l’Inghilterra e per la nazionale dei tre Leoni appare concretizzarsi il primo successo della sua storia nelle gare inaugurali, ecco che al 91’, in pieno recupero, da uno spiovente proveniente dalla sinistra, svetta in area Berezutski, non lasciando scampo ad Hart. Pareggio della Russia proprio al fotofinish, dimostrando una personalità ed una grinta che condannano gli inglesi ad un pari dal sapore di beffa. Con questo risultato e con la vittoria nel pomeriggio del Galles sulla Slovacchia per 2-1, la classifica del girone B recita: Galles 3 punti, Inghilterra e Russia 1 punto, chiude la Slovacchia a zero.

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close