Zaza è sempre più vicino dall’accettare l’offerta del Wolfsburg.

Zaza carriera
Il rigore battuto da Simone Zaza in Italia Germania che verrà ricordato per la divertente rincorsa. Foto Lars Baron.

La Juventus sta ponendo in essere gli ultimi tasselli per completare la rosa. Partito Pogba, con destinazione Manchester United, il club di corso Galileo Ferraris sta operando alacremente per condurre sotto l’ombra della Mole un centrocampista di grido che possa sostituirlo degnamente.

Tra i nomi in lizza ci sono quelli di Luiz Gustavo, Matic e Matuidi, mentre Witsel, proprio nella giornata di ieri, ha fatto sapere che ,almeno fino a dicembre, non lascerà lo Zenit San Pietroburgo. Il direttore generale Marotta e il direttore sportivo Paratici, lavorano anche per sfoltire la rosa, soprattutto in avanti, dove c’è da segnalare un certo malumore da parte di Zaza.

Dopo l’arrivo di Higuain, nelle gerarchie di Allegri, l’attaccante lucano è piombato in quarta posizione, troppo poco per chi, come lui, punta ad una stagione da protagonista, per scaldare i cuori dei tifosi bianconeri e non perdere il treno della nazionale. Ecco perché, a seguito dell’interessamento da parte del Wolfsburg, il numero sette juventino,in questo fine settimana, si recherà in Germania per discutere con i vertici societari del club tedesco, e secondo i ben informati, andrà a visionare la sua prossima abitazione. L’operazione tra il Wolsfburg e la Juventus si aggira sui 25 milioni di euro e il calciatore, che inizialmente appariva restio nell’approcciarsi ad una esperienza all’estero, ora sembra disponibile a trasferirsi presso il club dei “lupi verdi”. In questa sessione di mercato il Milan aveva messo gli occhi sul centravanti lucano, ma a causa della mancata cessione di Bacca che avrebbe portato soldi freschi nelle casse della società rossonera ed avrebbe altresì liberato un posto in avanti, nulla si è concretizzato. Mentre uno scenario differente potrebbe avere questa trattativa posta in essere dal Wolfsburg, che molto presumibilmente, nei prossimi giorni potrebbe ufficializzare il passaggio di Simone Zaza tra le propria fila.

Nella sua carriera, l’attaccante classe 1991, esordisce in serie A con la maglia dell’Atalanta, nella stagione 2008/2009. A seguire viene ingaggiato dalla Sampdoria, con la quale trova poco spazio e girovaga in vari club tra Juve Stabia, Viareggio e Ascoli, lasciando una seria impronta con la maglia bianconera dei marchigiani, nell’anno di grazia 2012/2013, realizzando 18 reti. Susseguentemente si trasferisce al Sassuolo e nel giugno del 2014 il club neroverde risolve a proprio favore la compartecipazione in essere con la Juventus per un importo pari a 7,5 mln di euro, anche se la Vecchia Signora manterrà un diritto di riacquisto, che poi eserciterà nel luglio del 2015 per la cifra di 18 mln di euro pagabili in tre anni. Con la maglia del Sassuolo disputa due stagioni soddisfacenti, sommando tra campionato e coppa Italia, 69 presenze e 21 goal, formando con Berardi e Sansone un trio formidabile, mentre l’anno scorso con la Juventus mette a segno 5 centri in campionato, 2 in coppa Italia ed uno in Champions League contro il Siviglia.

La sua avventura presso la corte di Massimiliano Allegri appare ai titoli di coda, Zaza cerca nuovi stimoli e rinnovate possibilità per mettersi in mostra, al fine di mantenere intatto il posto in nazionale, motivo per cui  l’ipotesi tedesca del Wolfsburg è molto concreta e nei prossimi giorni potrebbe avvenire la tanto attesa fumata bianca.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close